Investigazioni domande frequenti


(FAQ) > Domande frequenti.
Ecco le domande che sorgono più spesso e come rispondiamo. 


Investigazioni aziendali

Cosa si intende per Arbitro Bancario Finanziario o ABF?


Per Arbitro Bancario Finanziario, noto anche come ABF, si fa riferimento al sistema di risoluzione stragiudiziale di controversie previsto dalla legge italiana.

È stato introdotto dalla legge 28 dicembre 2005, n. 262 (cosiddetta legge sui risparmi) che ha modificato il Testo unico bancario, al quale i clienti di banche e intermediari finanziari possono rivolgersi con un reclamo in caso di controversie.

L'arbitro è un organismo indipendente e imparziale che opera attraverso sette Collegi giudicanti (inizialmente a Milano, Napoli e Roma, a cui si sono aggiunti quelli di Bari, Bologna, Palermo e Torino, composti ognuno da 5 membri: tre nominati dalla Banca d'Italia; uno dall'associazione di categoria dei consumatori e dell'imprese; e uno dall'associazione bancaria o dalla categoria alla quale l'intermediario finanziario appartiene.

Scopri di più

In cosa consiste la brand reputation?


La reputazione del marchio, o brand reputation, è l’insieme dei pensieri e dei sentimenti generato nel pubblico dal marchio aziendale.

Si parla di brand reputation positiva quando il marchio suscita un interesse positivo nella platea di utenti potenzialmente interessati, portandoli a parlar bene del prodotto, del servizio o dell’azienda stessa, dando quindi luogo ad un passaparola che ha il potere di incrementare sensibilmente le vendite.

In caso contrario, ovvero quando i contrassegni distintivi del brand suscitano una serie di considerazioni negative, l’appeal della azienda scende, influendo negativamente sul risultato commerciale.

Scopri di più

Cosa si intende per tutela della proprietà intellettuale?


Per proprietà intellettuale si intendono, ad esempio, le invenzioni, i modelli produttivi, i marchi, il design e, più in genere, qualsiasi cosa scaturisca da idee e progetti creativi, quindi ritenuti immateriali, che danno luogo ad un profitto.

Da un punto di vista normativo, la proprietà intellettuale è inquadrata all’interno delle aree del diritto d’autore, dei brevetti e dei marchi, che ne descrive la sussistenza e ne tutela i contenuti.

Questo genere di indagini, normalmente, è teso alla individuazione di tre reati fondamentali, e cioè: la contraffazione del marchio, ex art. 473 cp, il commercio di prodotti con marchio contraffatto, ex art. 474 cp, e il commercio di prodotti con marchio mendace, ex art. 517 cp.

Scopri di più

Quali sono definite informazioni riservate?


Tutte le notizie che il codice della proprietà industiale denomina "informazioni segrete".
Sono "segrete" tutte le informazioni che, nel loro insieme o nella precisa configurazione dei loro elementi, non vengono rese note o facilmente accessibili.

L’articolo 98 del Codice della proprietà industriale, difatti, denomina “informazioni segrete” tutte quelle notizie che “siano segrete", nel senso che non siano nel loro insieme o nella precisa configurazione e combinazione dei loro elementi generalmente note o facilmente accessibili agli esperti ed agli operatori del settore.

Inoltre, stabilisce che debbano avere “valore economico in quanto segrete” e che “siano sottoposte, da parte delle persone al cui legittimo controllo sono soggette, a misure da ritenersi ragionevolmente adeguate a mantenerle segrete”.

Durante i processi aziendali, tuttavia, potrebbe essere necessario l’utilizzo di informazioni che, pur non essendone raccomandabile la diffusione a livello pubblico, non soddisfino i requisiti posti dall’art. 98 CPI (Codice Proprietà Industiale): questa tipologia di dati ed informazioni viene denominata “informazioni riservate”.

Scopri di più

Cosa sono gli ammanchi inventariali?


Vengono definiti ammanchi di invetario le differenze fra i valori contabili / finanziari di una merce e quelli relativi al conteggio fisico.

Normalmente vengono calcolati al prezzo di vendita al cliente, senza tener conto dei rimborsi assicurativi. Una delle principali cause dell'insorgenza di eventuali ammanchi contabili è sicuramente data del fenomeno del taccheggio, che consiste nel furto di merce che si trova esposta in vendita all'interno di esercizi commerciali.

Altra componente fondamentale è sicuramente data da tutte le fattispecie sottrattive in genere, quali ad esempio furti interni da parte di dipendenti, collaboratori, fornitori, etc., riscontrabili in tutti i luoghi di giacenza od esposizione dei beni di proprietà aziendale che concorrono con la formazione dell'asset societario nella sua interezza. 

In tempi recenti il taccheggio viene sempre più spesso definito con la locuzione eufemistica di "differenza inventariale", sottintendendo che l'esercizio vittima di questa pratica debba registrare, al controllo dell'inventario, una differenza non altrimenti spiegabile fra le merci esposte e quelle risultate vendute.

In termini di furto, la condotta del taccheggiatore è oggetto di molti ordinamenti, in quello italiano, disciplina il furto semplice con l'applicazione dell'aggravante dell'esposizione del bene alla pubblica fede.

Scopri di più

In cosa consiste la responsabilità ambientale?


Ad ogni azienda, piccola, media o grande, è riconosciuta la responsabilità ambientale, per la quale è obbligatorio nominare un rappresentante all’interno del proprio organico.

Tale combinato disposto dal legislatore, consiste nel pacchetto di provvedimenti preventivi che vengono adottati per ridurre, contenere od eliminare l’impatto dell’impresa sull’ecosistema, con l’obbiettivo di raggiungere un sviluppo sostenibile dal punto di vista dell’ambiente.

Il danno ambientale è previsto e disciplinato dall'art.18 della legge n. 349 dell'8 luglio 1986 e s.m.i., nel quale il legislatore sancisce che "qualunque fatto doloso o colposo in violazione di disposizioni di legge o di provvedimenti adottati in base a legge che comprometta l'ambiente, ad esso arrecando danno, alterandolo, deteriorandolo o distruggendolo in tutto o in parte, obbliga l'autore del fatto al risarcimento nei confronti dello Stato".

Per danno ambientale, si intende qualsiasi deterioramento significativo e misurabile, diretto o indiretto, di una risorsa naturale o dell'utilità assicurata da quest'ultima.

Scopri di più

Cos’è la concorrenza sleale?


La concorrenza sleale indica, in ambito economico-produttivo, l'utilizzo di tecniche, pratiche, comportamenti e mezzi illeciti per ottenere un vantaggio sui competitori o per arrecare loro un danno.

Tale fenomeno costituisce fattispecie di reato di rilevanza penale, come normato dall’articolo 2598 del Codice civile che, ferme le disposizioni che concernono la tutela dei segni distintivi e dei diritti di brevetto, sancisce che, compie atti di concorrenza sleale chiunque:

1) Usa nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione con i nomi o i segni distintivi legittimamente usati da altri, o imita servilmente i prodotti di un concorrente, o compie con qualsiasi altro mezzo atti idonei a creare confusione con i prodotti e con l'attività di un concorrente;
2) Diffonde notizie e apprezzamenti sui prodotti e sull'attività di un concorrente, idonei a determinarne il discredito, o si appropria di pregi dei prodotti o dell'impresa di un concorrente;
3) Si vale direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale e idoneo a danneggiare l'altrui azienda”.

Scopri di più

Le funzioni dei "doormen"


Nel mondo della grande distribuzione organizzata, il termine doorman contraddistingue l’addetto che vigila sulla sicurezza, normalmente posizionato nei pressi dall'accesso e dell'uscita, e riveste funzioni di controllo sui frequentatori dell’esercizio, oltre ad evitare ingressi non graditi, anche al fine di evitare la sottrazione delle merci esposte.

Scopri di più

Cosa si intende per identità societaria?


Per identità societaria o corporate identity si intende l'immagine che un'azienda ottiene, o cerca di ottenere, presso il pubblico.

Tale espressione viene più raramente utilizzata anche per descrivere l'immagine dell'azienda ai propri dipendenti, in modo da distinguersi e differire da tutte le altre concorrenti.

Essa rappresenta la parte più profonda e, se vogliamo, spirituale del marchio in quanto identifica il nucleo (core identity) dell’azienda, il quale rappresentato dai valori dei suoi fondatori, che danno origine alla visione e alla missione aziendale.

Scopri di più

Che cos'è la brand awareness?


La "Brand awareness" indica lo stato di gradimento, conoscenza e notorietà di un marchio da parte dei consumatori, valutato anche in base alla capacità di tale marchio di essere collegato ai suoi prodotti o servizi. 

La stessa aumenta il senso di familiarità nei confronti dei suoi prodotti. principio che può incidere sulla scelta di acquisto da parte di un consumatore, che riconosce il nome e logo del brand ed indirizza la sua scelta su tali prodotti proprio grazie al senso di familiarità percepita.

Nondimeno permette la riconoscibilità del marchio, determinando, con la sua tutela, il successo aziendale.

Scopri di più

Perché viene considerata importante la brand reputation?


La brand reputation o "reputazione del marchio", (inclusa la web reputation riferita al nome di un prodotto, di un'azienda o di un marchio), rappresenta quanto e come il nome di un prodotto o di un marchio, sia conosciuto e apprezzato, anche sul web.

La difesa della brand reputation è essenziale per evitare situazioni di crisi reputazionale, che hanno luogo quando vi è un grosso divario tra le aspettative degli stakeholder e le azioni messe in atto dall'azienda per poter rispondere a tali aspettative. 

Questo divario rappresenta un rischio per l’azienda e può incidere negativamente sui rapporti con i dipendenti, con i clienti, con gli investitori, con i fornitori e con i collaboratori.

Difatti, è comprovato che la brand reputation porti risultati migliori della comunicazione unidirezionale dell'azienda nel dispiegare l'effetto della brand advertising sui risultati del valore della brand equity.

Scopri di più

Chi sono gli stakeholder?


Gli stakeholder sono tutti i soggetti interessati o coinvolti, direttamente o indirettamente, nell’attività o in un progetto di una azienda.

Fanno parte di tale insieme clienti, fornitori, finanziatori (banche e azionisti, o shareholder), collaboratori, dipendenti, ma anche gruppi di interesse locali o esterni, come i residenti di aree limitrofe a un'azienda e le istituzioni statali relative all'amministrazione locale.

Gli interessi dei vari stakeholder sono spesso contrastanti tra loro e l’impresa rappresenta il luogo di mediazione dove ognuno raggiunge i propri fini.

Scopri di più

Cosa si intende per contenzioso societario?


Per contenzioso si intende l'insieme delle procedure attinenti una controversia. 

Tale controversia, che può nascere per le più disparate motivazioni tra due o più soggetti, può essere di natura giudiziale, stagiudiziale, commerciale, concorrenziale, economica, etc., oppure rientrare nel merito di specifiche procedure e condotte.

Difatti, in termini di diritto societario, il contenzioso ha come focus tutte le controversie che riguardano la gestione, l’amministrazione, lo scioglimento e/o liquidazione delle società, la responsabilità dell’azienda, le operazioni societarie straordinarie, i rapporti patrimoniali fra soci e il controllo gestione della crisi di impresa.

Scopri di più

Cos’è il dovere di buona fede nell’esecuzione del contratto?


Il contratto tra due parti prevede che sia eseguito in buona fede.

Tale dovere, inteso come reciproca lealtà tra le due parti, presidia all'esecuzione del contratto, alla sua formazione ed alla sua interpretazione. Costituisce quindi un modello di comportamento rivolto alle singole parti e come modello decisionale per il giudice, affinché esso possa garantire il giusto equilibrio tra gli interessi opposti in materia di controversia.

Il dovere di buona fede colma inevitabili lacune legislative, dovute alle varietà e alle molteplicità di situazioni di vita sociale ed economica, stabilendo i criteri necessari per sopperire a tali mancanze.

Scopri di più

Cosa si intende per abuso di maggioranza?

L’abuso di maggioranza consiste nell’utilizzo improprio del principio di maggioranza.

Scopri di più

Cosa si intende per rappresentanza legale di una società?

Nell'ordinamento italiano, gli amministratori costituiscono l'organo a cui è affidata la gestione e la direzione dell'attività imprenditoriale. 

Scopri di più

Le responsabilità dell'amministratore verso i debiti della società?

Non sempre l'organo amministrativo risponde del proprio patrimonio personale, tuttavia è opportuno fare le dovute precisazioni. 

Scopri di più

Quale è la differenza tra società di capitali e società di persone?

Le differenze sono moltissime e trovano la loro geniesi fin dall'atto costitutivo dell'impresa stessa.

Scopri di più

Le responsabilità penali del legale rappresentante di un impresa?

Le responsabilità possono caratterizzarsi anche a seconda dell’incarico, dei compiti, della retribuzione o di specifiche competenze del singolo amministratore.

Scopri di più

Cosa si intende per azione di responsabilità?

L'azione di responsabilità, in termini generali, è l'azione legale che consente di far valere in giudizio le inadempienze dei doveri imposti, per legge o per statuto, a tutti i soggetti con compiti di amministrazione o di controllo all'interno di una società.

Scopri di più

Cosa prevedono la quantificazione ed il risarcimento del danno?

Il risarcimento del danno a seguito di un fatto illecito è previsto nell'ordinamento giuridico italiano dall'articolo 2043 del codice civile, secondo cui:
"Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno".

Scopri di più

Cos'è la garanzia del venditore?

La garanzia consiste nella tutela delle esigenze economiche di un soggetto.

Scopri di più

Cos’è il diritto di recesso?

Il diritto di recesso, in diritto, è la facoltà di una parte che rinuncia alla partecipazione ad un negozio giuridico.

Scopri di più

Investigazioni personali coniugali familiari

Investigazioni per revisione assegno di mantenimento

Esaminiamo le questioni relative alla determinazione, rivalutazione o riduzione dell'assegno di mantenimento, dando per presupposto che è sempre possibile sia per l’avente diritto che per il coniuge obbligato a versarlo, chiedere la revisione.
Il così detto assegno di mantenimento, infatti, può essere variato, ogni qualvolta vi sia un provato, dimostrabile e "oggettivo" mutamento, della situazione precedentemente accertata in corrispondenza del momento della pronuncia del provvedimento.

Fra i numerosissimi segnaliamo tipologicamente quanto segue.

Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 19605 del 30 settembre 2016 ha statuito che “qualora venga proposta istanza di revisione delle condizioni economiche della separazione consensuale, il giudice procede alla richiesta modificazione quando l’equilibrio economico, risultante dai patti della suddetta separazione e dalle parti voluto con riguardo alle circostanze in quel momento esistenti, risulti alterato per la sopravvenienza di circostanze che le parti stesse non avrebbero potuto tener presenti nel fissare quei patti.

Nella specie, la S.C. ha cassato il decreto con il quale il giudice di merito, ritenendo che la cessazione del contratto di lavoro dell’obbligato – la cui natura di contratto a tempo determinato era nota al tempo della separazione – assurgesse, di per sé sola, a fattore modificativo “in peius” del complessivo assetto della sua situazione economica, ne aveva affermato il conseguente diritto ad ottenere una riduzione dell’entità dell’assegno di mantenimento in favore del figlio minore”.

Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 1779 del 8 febbraio 2012 ha statuito che “in materia di assegno di mantenimento, i mutamenti reddituali verificatisi in pendenza del giudizio di divorzio restano oggetto di valutazione del giudice investito della domanda di modifica delle condizioni di separazione, essendo queste ultime destinate alla perdurante vigenza fino all'introduzione di un nuovo regolamento patrimoniale per effetto della sentenza di divorzio”.

Cassazione civile, Sez. I, sentenza n. 28 del 7 gennaio 2008 ha statuito che “in materia di revisione dell'assegno di mantenimento, il diritto a percepirlo di un coniuge ed il corrispondente obbligo a versarlo dell'altro, nella misura e nei modi stabiliti dalla sentenza di separazione o dal verbale di omologazione, conservano la loro efficacia, sino a quando non intervenga la modifica di tali provvedimenti, rimanendo del tutto ininfluente il momento in cui di fatto sono maturati i presupposti per la modificazione o la soppressione dell'assegno, con la conseguenza che, in mancanza di specifiche disposizioni, in base ai principi generali relativi all'autorità, intangibilità e stabilità, per quanto temporalmente limitata (rebus sic stantibus), del precedente giudicato impositivo del contributo di mantenimento, la decisione giurisdizionale di revisione non può avere decorrenza anticipata al momento dell'accadimento innovativo, rispetto alla data della domanda di modificazione.

Scopri di più

Investigazioni su estorsioni, minacce e gesti intimidatori

Nel 2016 a Palermo furono arrestati nove estorsori che avevano minacciato, rapinato e usato violenza contro svariati commercianti bengalesi.

Scopri di più

Investigazioni su dispersione del patrimonio familiare

Accertare lo status di "prodigalità" può configurare cause autonome di inabilitazione nella misura di protezione più flessibile e rispettosa della persona.

La sentenza della Corte di Cassazione, Sez. I, n. 5492 del 7 marzo 2018 con riguardo ad una vicenda che riguarda una donna che aveva contratto una pluralità di prestiti con la Findomestic, un mutuo Inps con cessione del quinto della pensione, un  prestito di € 40.000,00  con la figlia, e aveva debiti per spese condominiali, debiti per € 34.000,00 con un bar di cui la metà per l’acquisto di gratta e vinci.

Il tutto a fronte della percezione di una pensione di € 1.600,00 mensili, esercitando la sua funzione di nomofilachia, ha statuito che “può essere adottata la misura dell’amministrazione di sostegno per chi dona o sperpera con eccessiva facilità, ossia per colui assume un comportamento prodigo.

Invero la prodigalità configura una causa autonoma di inabilitazione, ovvero dell’applicazione della misura di protezione più flessibile e rispettosa della persona quale è l’amministrazione di sostegno, indipendentemente dal fatto che un simile comportamento derivi o meno da una specifica malattia o da una infermità, e quindi anche nel caso in cui si tratti di una precisa scelta di vita, espressione del libero arbitrio dell’individuo, purché sia ricollegabile a motivi futili”.

Tribunale di Modena, Sez. II Civile, 3 novembre 2017. Est. Masoni

La vicenda trae origine dalla richiesta di nomina di un amministratore di sostegno da parte dei figli di un uomo, il quale aveva dissipato il proprio patrimonio vivendo al di sopra delle proprie possibilità. In particolare, dopo aver condotto una vita di eccessi, si era ritrovato fortemente impoverito e dunque nullatenente.

Viveva, infatti, con una modesta pensione (di € 400,00) in un appartamento comodatogli dal nipote. Risultava pacifico che l’uomo, non era affetto da alcuna patologia psichiatrica, né è stato in cura psichiatrica.

Per queste motivazioni, i figli dell’uomo, si rivolgevano al Giudice tutelare, chiedendogli che gli venisse affiancato un amministratore di sostegno in grado di limitare i gravi danni di natura patrimoniale che il padre continuava a perpetrare.

Il Tribunale, investito della questione, riteneva però di non poter accogliere la richiesta, innanzitutto, per quanto disposto dall’art. 414 del c.c, il quale prevede, come condizione necessaria per la dichiarazione di inabilità, la sussistenza di un’infermità mentale.

Più specificamente, il secondo comma del suddetto articolo, sancisce la possibilità di essere dichiarati inabili, per coloro che per prodigalità espongono sé stessi o la loro famiglia a gravi pregiudizi economici.

Il giudice tutelare, fornendo un’interessante interpretazione della norma, ha quindi rilevato che la prodigalità non implica la prova dell’infermità mentale, bensì dell’attitudine a dissipare il proprio patrimonio.

A meno che, tale condotta non sia la conseguenza di un impulso patologico, che priva il soggetto della facoltà di valutare lucidamente le conseguenze degli atti che compie.

Se, infatti, manca questo legame tra condotta sregolata e patologia, vuol dire che il soggetto ha agito consapevolmente e dunque l’ordinamento non può prevaricare sulla libera scelta dell’individuo di utilizzare il proprio patrimonio.

Per questi motivi, data l’assenza di comprovata patologia, il Tribunale ha rigettato il ricorso, non ammettendo la nomina dell’amministratore di sostegno per il prodigo.

Scopri di più

Indagini su assenteismo scolastico

Nel contesto giuridico riguardante l'inosservanza dell'obbligo di istruzione dei minori, la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 16438 del 27 aprile 2011, ha sottolineato che l'ignoranza dei genitori circa la mancata frequentazione scolastica dei propri figli non elimina la responsabilità soggettiva, attribuendo ai genitori un dovere di vigilanza sia morale che giuridico.

Questa sentenza stabilisce un principio fondamentale: i genitori hanno l'obbligo di assicurarsi che i loro figli partecipino all'istruzione scolastica, in quanto parte integrante dei doveri genitoriali verso i minori.

In aggiunta, la sentenza n. 3740 dell'11 ottobre 2007 della Cassazione ha chiarito quali circostanze possono essere considerate "giusti motivi" per escludere la punibilità in casi di inosservanza dell'obbligo di istruzione.

Tra queste, si annoverano situazioni che rendono oggettivamente impossibile soddisfare tale obbligo, come l'assenza di strutture scolastiche o di insegnanti, problemi di salute che impediscono al minore di frequentare la scuola, una distanza proibitiva tra la scuola e l'abitazione in assenza di mezzi di trasporto adeguati, o il rifiuto categorico e insuperabile del minore di frequentare la scuola, nonostante gli sforzi dei genitori e dei servizi sociali.

Di fronte a tali pronunciamenti giurisprudenziali, emerge chiaramente l'esigenza di un'attività investigativa mirata a verificare l'adempimento dell'obbligo di istruzione da parte dei genitori.

Tale attività dovrebbe concentrarsi non solo sull'accertamento della effettiva frequentazione scolastica dei minori ma anche sull'analisi delle condizioni che potrebbero giustificare eventuali deroghe alla regola generale.

L'obiettivo è duplice: da un lato, assicurare che ogni minore riceva l'istruzione fondamentale come previsto dalla legge; dall'altro, valutare con equità e comprensione le situazioni di particolare difficoltà che potrebbero legittimamente impedire l'adempimento di tale obbligo.

In questo contesto, l'attività investigativa potrebbe includere l'analisi di documentazione scolastica, interviste con insegnanti e personale scolastico, verifiche sulle condizioni di salute dei minori e sopralluoghi per valutare la distanza e la fattibilità del trasporto scolastico.

Inoltre, potrebbe essere necessario interagire con i servizi sociali per comprendere meglio le dinamiche familiari e il contesto socio-economico in cui il minore è inserito.

Questo approccio olistico e multidisciplinare assicura che tutte le parti coinvolte - genitori, scuole, autorità e servizi sociali - collaborino per garantire il diritto all'istruzione di ogni bambino e adolescente, nel rispetto delle norme giuridiche vigenti.

Scopri di più

Indagini su tradimenti e infedeltà coniugale

Qualsiasi cosa si pubblichi sul proprio profilo, anche se riservato a cerchie ristrette di amici, diventa pubblico, secondo i giudici. Ma il tribunale non si è accontentato, naturalmente, delle informazioni attinte da Facebook. Ha incaricato la polizia municipale di verificare la convivenza della donna, come prova aggiuntiva «tale da escludere il diritto a percepire un assegno di mantenimento»

Scopri di più

Cosa sono le investigazioni prematrimoniali?

Le indagini preconiugali spaziano dalla rassegna degli aspetti ritenuti più squisitamente personali o personalissimi, sino ad affrontare tematiche maggiormente compresse come ad esempio, accurate ricognizioni patrimoniali e finanziarie, la verifica degli ambiti familiari di provenienza, nonchè la ricerca dell’esistenza di vincoli matrimoniali precedenti, etc.

Scopri di più

Come rivalutare l’assegno di mantenimento?

La tematica delle modalità di determinazione dell’assegno di mantenimento al coniuge o ai figli, in costanza di separazione o in caso di divorzio, è stato oggetto di molteplici pronunzie dei giudici di legittimità, nonché di interventi legislativi (che, spesso, hanno avuto esiti fra loro contraddittori).

Scopri di più

Cosa si intende per indagini su abusi senili e minorili?

Troppo frequentemente la cronaca ha fatto riferimento a tali odiose fattispecie, fornendone nondimeno che un'impressionante documentazione fotografica e, soprattutto, televisiva.

Scopri di più

Cosa si intende per assenteismo scolastico?

Tale fenomeno, un tempo, era rimesso alla qualità del dialogo che intercorreva fra scuola e famiglia.

Scopri di più

Come rintracciare il proprietario di un numero telefonico anonimo?

Certamente esistono diverse modalità e software per poter riuscire ad indentificare un numero di telefono, anche se anonimo.

Scopri di più

Cosa si intende per mobbing genitoriale?

Con il termine mobbing in psicologia e nell'accezione comune del termine (dall'inglese assalire, molestare), si indica una forma di abuso ovvero un insieme di comportamenti aggressivi di natura fisica e/o verbale, esercitati da una persona o da un gruppo di persone nei confronti di uno o più soggetti.

Scopri di più

Indagini su estorsioni: cosa si intende per il così detto "pizzo"?

Il versamento di una percentuale, o di una parte, dell’incasso, o di una quota fissa dei proventi da parte di soggetti economici, sul presupposto di una supposta “protezione”.

Scopri di più

Investigazioni per controllo dipendenti

Investigazioni sul pertinente utilizzo dell’orario di lavoro (dipendenti infedeli)

Perdite che, quasi sempre, impattano negativamente sulla produttività e sull'efficienza dell’organizzazione aziendale.

Scopri di più

Investigazioni sulla fedeltà di dipendenti, dirigenti e collaboratori

Il rigoroso rispetto dei principi di fedeltà e fiduciarietà (anche contrattuale).

Scopri di più

Investigazioni su falsa malattia e infortuni simulati

Patologie che non consentono di stabilire con esattezza la fondatezza del malessere dichiarato.

Scopri di più

Investigazioni su dipendenti assenteisti e presenza doppio lavoro

L'assenteismo è una criticità sempre più diffusa, ed il ricorso all’investigatore privato è spesso necessario per verificarne le possibili cause.

Scopri di più

Investigazioni sulla condotta di dipendenti in infortunio (falso o simulato)

Spesso è necessario verificare che il dipendente non abusi del periodo di convalescenza.

Scopri di più

Investigazioni in ordine all'abuso di permessi sindacali

Una protezione speciale della quale, però, non si può abusare.

Scopri di più

Investigazioni sul corretto utilizzo di permessi ex legge 104-1992

“La via dell’inferno è lastricata di buone intenzioni”

Scopri di più

Investigazioni su danneggiamenti e minacce da parte di dipendenti

Il danneggiamento di strumentazioni, beni e asset aziendali.

Scopri di più

Investigazioni su accessi abusivi ed illecite intrusioni informatiche

Il furto di dati e di notizie riservate da parte di dipendenti infedeli.

Scopri di più

Investigazioni su furti, intrusioni o per identificare eventuali basisti

Accertare gli autori di atti di infedeltà e di condotte sottrattive in genere, con l’obiettivo di arginare la portata degli effetti e dei danni potenzialmente derivanti.

Scopri di più

Investigazioni su comportamenti scorretti verso la clientela

Simulazioni di acquisto per verificare illeciti comportamentali.

Scopri di più

Investigazioni su condotte di clientelismo e nepotismo

Le diverse fattispecie di conflitto di interesse.

Scopri di più

Investigazioni su sabotaggi del patrimonio e della reputazione aziendale

Salvaguardare l'impresa da atti di sabotaggio, danneggiamento e danni reputazionali in genere, commessi da dipendenti, competitor, fornitori, etc

Scopri di più

Investigazioni su danni provocati da dipendenti negligenti

I danni cagionati con dolo, da dipendenti.

Scopri di più

Investigazioni sull’utilizzo improprio di beni aziendali

L’onere della cura e del corretto utilizzo dei beni aziendali da parte degli utilizzatori a cui vengono affidati.

Scopri di più

Investigazioni su illeciti perpetrati dai dipendenti

Fattispecie di abuso di relazioni d’ufficio, Art. 61 n.11 cp.

Scopri di più

Investigazioni su condotte di spionaggio industriale

Sottrazioni perpetrate dall’esterno o, talvolta, dall’interno dell’azienda.

Scopri di più

Investigazioni su condotte vessatorie verso dipendenti affetti da disabilità

Tali fattispecie all'interno del luogo di lavoro, integrano una corresponsabilità dell’azienda per “culpa in vigilando”.

Scopri di più

Investigazioni su ricatti e molestie a danno della clientela

Tali comportamenti possono generare pesanti danni all'immagine aziendale.

Scopri di più

Investigazioni su sviamenti della clientela

Favorire i propri profitti a scapito dell'interesse dell'azienda, mediante una leva sostenuta dal peso valoriale di altrui esperinza o del know-how trafugato.

Scopri di più

Investigazioni per controllo dipendenti

Cosa sono le investigazioni per il controllo dei dipendenti?

Le indagini per il controllo dipendenti includono tutte le attività di indagine svolte dagli investigatori privati per accertare eventuali comportamenti illeciti di un dipendente.

Scopri di più

Controllo dei dipendenti tramite GPS: è legittimo?

L'attestazione del leggimo utilizzo di tali strumentazini trova fondamento all'interno del Decreto Ministeriale 269/2010.

Scopri di più

GPS sui veicoli aziendali: è lecita l'installazione?

Se l’autovettura è affidata esclusivamente per ragioni di servizio aziendale, il controllo è ammissibile, anche per ragioni logistiche.

Scopri di più

Controllo dei dipendenti con software spia: è legittimo?

Ove il dipendente disponga di un device aziendale (computer, smartphone, tablet), può essere lecitamente attivata la funzione di geolocalizzazione da remoto, oppure essere condotta un’attività autonoma di monitoraggio, mediante software dedicati, del traffico telefonico e dati del suddetto device.

Scopri di più

Controllo dei dipendenti, è legittimo?

Non è possibile invocare la tutela della privacy per l’attività di controllo del lavoratore in costanza di mandato investigativo, purché i controlli non rientrino nella sfera personale o personalissima del dipendente e non eccedano dall'oggetto dell'incarico conferito.

Scopri di più

Cosa si intende per assenteismo?

Il termine “assenteismo” fu utilizzato o coniato, per la prima volta nel 1829, dallo scrittore, politico socialista e attivista per la pace britannica, Edward Palmer Thompson per rievocare la pratica ricorrente di molti proprietari terrieri irlandesi, di vivere distanti dalle loro proprietà.

Scopri di più

Che cosa si intende per malattia simulata?

Il termine malattia simulata, in ambito lavorativo, viene utilizzato per descrivere la condotta di un lavoratore che finge di essere malato per assentarsi dal luogo di lavoro.

Scopri di più

Investigazioni corporate governance

Investigazioni su condotte di insider trading

Fattispecie di rialzo e ribasso fraudolento di prezzi sul pubblico mercato o nelle borse di commercio.

Scopri di più

Investigazioni su infedeltà di soci, procuratori e amministratori

Quando l’azione dannosa è il frutto di un’infedeltà perpetrata all’interno dell’azienda.

Scopri di più

Investigazioni sull'affidabilità di figure apicali od esponenti del board aziendale

Salvaguardare l’integrità patrimoniale e operativa della azienda controllando il corretto agire del proprio vertice.

Scopri di più

Investigazioni su accordi di patent pool

Agevolare scambi di licenze brevettuali per particolari tipi di tecnologia.

Scopri di più

Investigazioni sul corretto utilizzo di infrastrutture essenziali (essential facilities)

Con l'espressione essential facilities o infrastrutture essenziali si indica un istituto giuridico di diritto industriale che impone l'obbligo al proprietario di una qualsiasi risorsa, di concederne l'utilizzo a terzi a determinate condizioni.

Scopri di più

Investigazioni sul corretto utilizzo di privative industriali

Le privative industriali sono quelle regolamentazioni che la legge mette a presidio ed a tutela della “proprietà intellettuali” concedendo così ottenere il massimo rendimento delle nuove idee sul mercato.

Scopri di più

Investigazioni su frodi contabili

Cercando di delimitare l’ambito del termine “frode” si può dire che, in esso, rientrano i molteplici mezzi e metodi cui ricorre il malintenzionato, con l’ausilio di false rappresentazioni, allo scopo di conseguire un vantaggio nei confronti di un terzo.

Scopri di più

Investigazioni per facilitare l’ingresso sui mercati (market entry)

L’ingresso in nuovi mercati è una grande opportunità ma, spesso, un rischio per le imprese.

Scopri di più

Investigazioni sulle corrette applicazione dei criteri di compliance

La funzione che vigila sul rispetto delle specifiche normative statuite dal legislatore o da autorità di settore.

Scopri di più

Investigazioni sui requisiti di professionalità e onorabilità

L'organo di amministrazione di un ente creditizio deve essere idoneo ad assolvere le proprie responsabilità ed un processo decisionale equilibrato.

Scopri di più

Investigazioni corporate governance

Cosa si intende per corporate governance?

Con l'espressione governo d'impresa o governo societario (in inglese, corporate governance), si definisce l'insieme dei principi e delle regole, di ogni livello (leggi, regolamenti etc.) che disciplinano la gestione e la direzione di una società o di un ente, pubblico o privato.

Scopri di più

Cosa si intende per compliance?

In campo economico ed organizzativo, aziendale, societario, il termine compliance o regulatory compliance (in italiano, conformità normativa), si intende la conformità a determinate norme, regole o standard.

Scopri di più

Cosa si intende per Insider trading?

L’insider trading è una fattispecie di reato, recentemente introdotta dalla legislazione speciale, che sanziona comportamenti illeciti che possono portare a turbamenti del mercato azionario.

Scopri di più

Cosa si intende per TUF?

Tale acronimo si riferisce al "Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione Finanziaria", noto più semplicemente come "Testo Unico della Finanza" - abbreviato TUF - o anche "legge Draghi", è la principale fonte normativa vigente nella Repubblica Italiana in materia di finanza e di intermediazione finanziaria.

Scopri di più

Cosa si intende per bancarotta fraudolenta?

La bancarotta fraudolenta è un tipico reato ricorrente nelle crisi di impresa e consistente nella dissimulazione delle disponibilità economiche reali, oppure nella strumentale destabilizzazione del proprio patrimonio, al solo fine di realizzare, o far apparire, un’insolvenza a danno dei creditori.

Scopri di più

Investigazioni "speciali"

Investigazioni tramite microcamere, microspie, microregistratori occulti

Il ricorso a strumenti, quasi sempre miniaturizzati, occultabili negli ambienti dove si svolgono i fatti per certificarne lo svolgimento.

Scopri di più

Investigazioni tramite infiltrazione passiva di dipendenti in funzioni aziendali "agenti sotto copertura"

Le funzioni proprie dell’attività di copertura, inserite nell’organico che si occupa del settore che si intende sottoporre all’indagine.

Scopri di più

Indagini di contro-sorveglianza e contro-pedinamento

Verificare se si è oggetto di controllo da parte di malintenzionati, stalker, ricercatori o altri soggetti interessati.

Scopri di più

Investigazioni su condotte di insider trading

“Abuso di informazioni privilegiate” e  “manipolazione del mercato”.

Scopri di più

Investigazioni per la verifica di negative frequentazioni o amicizie

Sorvegliare l’inesistenza di situazioni a rischio ma, soprattutto, per avere la garanzia della positività dell’influenza esercitata da terze persone.

Scopri di più

Investigazioni per la prevenzione da soggetti a rischio (cosiddetti untori)

Soggetti siero-positivi che hanno trasmesso il virus nascondendo la propria condizione ai rispettivi partners.

Scopri di più

Investigazioni su sversamenti abusivi di rifiuti o di sostanze tossiche

L’inquinamento ambientale che ricorre in tutte le variazioni abusivamente cagionate “delle acque o dell’aria, o di porzioni estese o significative del suolo di un ecosistema, della biodiversità anche agraria, della flora e della fauna”.

Scopri di più

Investigazioni su presunti incendi dolosi

Incendi causati da vendette o ritorsioni verso la pubblica amministrazione, tra proprietari, per protestare contro i vincoli imposti nelle aree protette, per gioco o divertimento, per deprezzare aree turistiche, per contrapposizioni politiche, o veri e propri atti terroristici.

Scopri di più

Investigazioni su fattispecie di somministrazione di alimenti deteriorati

I fenomeni di frode e violazione della sicurezza alimentare, stante l’altissimo numero degli alimenti quotidianamente erogati.

Scopri di più

Investigazioni per la ricerca di persone scomparse o rapite

Un esercito di fantasmi: di persone, cioè, di cui si sono perse le tracce.

Scopri di più

Investigazioni per il rintraccio di genitori biologici, figli non riconosciuti, abbandonati o dati in adozione

Avere informazioni sulla propria nascita.

Scopri di più

Investigazioni a supporto di attività di giornalismo investigativo

Investigazioni ed indagini a supporto di attività di giornalismo investigativo.

Scopri di più

Investigazioni a supporto di organizzazioni di “Head Hunters”

Indagini dedicate alla selezione del management d’azienda e alla ricerca di figure apicali per ogni tipo di impresa.

Scopri di più

Investigazioni per la ricerca di beni artistici trafugati (opere d’arte rubate, occultate o illecitamente sottratte)

Secondo alcune stime, il traffico di opere d’arte vale, nel mondo, oltre 9 miliardi di euro.

Scopri di più

Investigazioni su attività di bracconaggio e caccia di frodo

Solo 2015 oltre 500 casi di reato consumato.

Scopri di più

Investigazioni su avvelenamenti di terreni agricoli ed aree boschive

Le attività di monitoraggio e prevenzione tese ad evitare avvelenamenti volontari di terreni, frutteti, vigneti e colture ed, in genere, in tutto l’ambito agropastorale.

Scopri di più

Investigazioni sull'autenticità di certificati di provenienza, titoli azionari, perizie e valutazioni sospette

La fondatezza, riferibilità ed autenticità del singolo documento che potrebbe essere stato manipolato.

Scopri di più

Investigazioni su densità e reputazione di collettivi sindacali, RSU e RSA

Check sulla reputazione di collettivi, RSU e RSA, nella loro interezza e nei membri che li compongono.

Scopri di più

Investigazioni su fattispecie di pirateria marittima

L’ambito nel quale tale comportamento criminale si situa è quello che riguarda le violazioni di una delle regole di pacifica convivenza tra stati, quali la libertà dei mari e del commercio marittimo.

Scopri di più

Investigazioni sulla tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento sessuale

La tratta di essere umani alimenta svariati settori delittuosi.

Scopri di più

Investigazioni su casi di dipendenza da smartphone nomofobia e hikikomori

Le sindromi nate a seguito dell’incremento esponenziale nell'utilizzo di strumenti informatici e tecnico-digitali.

Scopri di più

Test di permeabilità e vulnerabilità dei processi aziendali

I test di social engineering consentono di rilevare il grado di permeabilità del personale dell’azienda cliente ed eventuali falle nei criteri di sicurezza posti a suo presidio.

Scopri di più

Investigazioni a contrasto del traffico di specie animali protette

Tale materia ha un complesso normativo assai articolato, aderendo l’Italia a diverse convenzioni ed accordi internazionali in materia di protezione della flora e della fauna selvatiche.

Scopri di più

Investigazioni a contrasto di attività di commercio clandestino

Il 27% dei consumatori ha acquistato, almeno una volta, prodotti illegali.

Scopri di più

Investigazioni su santoni, guru, maghi, cartomanti e occultisti

Notizie di stampa riferiscono che, in Italia, operano oltre 155.000 operatori dell’occulto (maghi, cartomanti, astrologi e veggenti) per un giro di affari stimato in 8 miliardi di euro.

Scopri di più

Investigazioni nella lotta al contrabbando in genere

L’azione di contrabbando fa ottenere il vantaggio economico connesso al mancato versamento delle accise e dell’IVA.

Scopri di più

Investigazioni sulla provenienza di oggetti antichi o da collezione (reperti archeologici, numismatica, filatelia e storia postale)

Prevenire rischi di natura penale connessi ad anomalie nella circolazione del bene, all'acquirente ed al venditore.

Scopri di più

Investigazioni per la lotta alla contraffazione di oggetti d’arte

Il reato di contraffazione di opere d’arte è stato introdotto dall’articolo 178 comma 1 del Decreto Legislativo n. 42/2004.

Scopri di più

Investigazioni su danneggiamenti di terreni, frutteti e vigneti

Fattispecie di danneggiamenti connessi al traffico illecito di rifiuti.

Scopri di più

Investigazioni sull'improprio utilizzo di immagini, loghi e marchi registrati

Nella riproduzione dell’immagine, del proprio nome e, in presenza di una serie di requisiti normativamente regolati, l’autore ha diritto ad un “equo compenso”.

Scopri di più

Investigazioni a tutela di potenziali vittime di sette sataniche etc.

Personalità deboli, disagi sociali, abuso di droga.

Violenza, omicidi, persone scomparse.

Scopri di più

Investigazioni su sospette attività di fundrising di ONLUS, fondazioni, enti morali e caritativi

Solo nel 2017 sono state espresse oltre 10 milioni di scelte da parte dei contribuenti, a favore di 43.035 enti che hanno ricevuto un contributo complessivo di oltre 334 milioni di euro.

Scopri di più

Investigazioni di media-intelligence e financial-intelligence

L'elaborazione e analisi di tutte le risultanze rilasciate dal vastissimo mondo della comunità finanziaria, economica e della comunicazione.

Scopri di più

Investigazioni particolari

È possibile identificare o rintracciare genitori biologici?

In questo caso, si tratta di un’attività che viene normalmente “avocata” da funzioni pubbliche in sede giurisdizionale. 

Scopri di più

Investigazioni sotto copertura, sono lecite?

Si parla, spesso, di tecniche investigative che ricorrono all’ausilio di agenti provocatori, o di “infiltrati”.

Scopri di più

Cosa si intende per contro sorveglianza e contro-pedinamento?

La predisposizione di una rete di protezione, monitoraggio e controllo a tutela della vittima di tali condotte.

Scopri di più

È possibile ricercare o rintracciare persone scomparse?

Tale attività investigativa è di particolare delicatezza per il rischio di interferenze con quanto istituzionalmente in corso, a seguito della presentazione di una denunzia alle competenti autorità con la segnalazione di un simile accadimento.

Scopri di più

Investigazioni per studi legali

Investigazioni in materia di diritto civile

Tradizionale ambito del connubio fra studi legali e investigatori privati.

Scopri di più

Quali sono gli ambiti del diritto oggetto di investigazione?

Le investigazioni possono essere svolte in qualunque ambito del diritto, sempre che sussista il previo rilascio di circostanziato mandato investigativo.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto penale

La legge 397 del 7 dicembre 2000, ha moltiplicato le occasioni in risultano opportune indagini difensive.

Scopri di più

Quali sono le investigazioni rivolte agli studi legali?

Le investigazioni rivolte al comparto legale, comprendono tutte le indagini direttamente proporzionali alle esigenze del cliente, relativamente all’accertamento di un proprio diritto anche ove lo stesso sia oggetto di lesione.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto amministrativo

Fonti normative situate a livello di ambiti territoriali concentrici e concorrenti.

Scopri di più

Cosa sono le attività di rintraccio ai fini di notifica?

Tutte le investigazioni necessarie ai fini di individuare il luogo ove poter validamente raggiungere la propria controparte, con lo scopo di incardinare correttamente il contraddittorio.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto del lavoro e della previdenza sociale

Il controllo del comportamento tenuto dai propri dipendenti.

Scopri di più

Quali sono le attività di rintraccio ai fini della notifica?

Individuare la sussistenza di uno dei luoghi come equipollenti per la consegna dell’atto oggetto di notifica, ai sensi dell’art. 139 cpc.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto tributario, fiscale e doganale

Indagini spesso commissionate in applicazione dei principi di responsabilità patrimoniale concorrente.

Tali tipi di indagini vengono sempre più spesso commissionate da aziende che dalla consumazione di eventuali reati in tali materie, da parte dei propri dipendenti, assistono al coinvolgimento patrimoniale, con gravi conseguenze economiche.

Specialmente in applicazione dei principi di responsabilità patrimoniale concorrente introdotti con maggiore frequenza dalla legislazione corrente.

Un reato con questo genere di caratteristiche, infatti, non prescindendo dalla responsabilità personale dell’autore, coinvolge patrimonialmente il datore di lavoro.

Scopri di più

Cosa sono le ricerche per il rintraccio del posto di lavoro?

Individuare la posizione lavorativa del debitore al fine di operare eventuali pignoramenti presso terzi. 

Le investigazioni per il rintraccio del posto di lavoro, comprendono ogni attività di accertamento necessaria ad individuare gli estremi completi del datore di lavoro, o il luogo di lavoro, del debitore attenzionato, al fine di procedere, attraverso il pignoramento presso terzi, al blocco di quanto maturato e di quanto verrà percepito in costanza di rapporti lavorativi.

Nel diritto italiano, si definisce pignoramento l'atto con il quale ha inizio l'espropriazione forzata.

È l'ingiunzione che l'ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da ogni atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito i beni a esso assoggettati e i frutti di essi, con l'avvertimento che qualsiasi atto sarà invalido (art. 492 c.p.c.). È disciplinato dal Libro III del codice di procedura civile italiano (artt. da 491 a 497).

La legge consente strumenti di protezione del patrimonio opponibili ai creditori, come il conferimento dei beni a un fondo patrimoniale, oppure a un trust di diritto anglosassone.

Il pignoramento presso terzi, attiene ai crediti che il debitore può vantare presso terzi (ad esempio il conto corrente o  lo stipendio), oppure cose del debitore che sono in possesso di terzi.

Si esegue mediante atto notificato al terzo e al debitore, e deve contenere (art. 543 c.p.c.):
- l'ingiunzione a non compiere alcun atto dispositivo sui beni e i crediti assoggettati a pignoramento;
- l'indicazione del credito per cui si procede, del titolo esecutivo e del precetto;
- l'indicazione anche generica delle cose o somme dovute e l'intimazione al terzo di non disporne senza ordine del giudice;
- l'invito a comparire davanti al giudice per effettuare la dichiarazione del terzo a norma dell'art. 547 c.p.c.
Come per i beni mobili, anche determinati crediti non possono essere sottoposti a pignoramento, in considerazione della loro funzione di sostentamento (art. 545 c.p.c.):
- i crediti alimentari, tranne che per le cause di alimenti;
- i crediti aventi come oggetto sussidi dovuti per maternità, malattie o funerali da casse di assicurazione, da enti di assistenza o da istituti di beneficenza.

Tuttavia i crediti da lavoro possono essere pignorati solo parzialmente, per crediti alimentari, nella misura autorizzata dal presidente del tribunale o da un giudice da lui delegato e comunque fino alla misura del quinto, per i crediti dovuti allo Stato, alle province e ai comuni e per ogni altro credito (art. 545 c.p.c).

Dal giorno in cui gli viene notificato l'atto di pignoramento, il terzo è soggetto, relativamente alle cose e alle somme da lui dovute al debitore e nei limiti dell'importo del credito precettato aumentato della metà, agli obblighi che la legge impone al custode.

Scopo della norma è assicurare al creditore pignoratizio la fruttuosità della azione esecutiva scongiurando, nel lasso di tempo intercorrente tra la notifica dell'atto di pignoramento e la dichiarazione del terzo, il pericolo di sottrazioni, alienazioni, o, più in generale, atti di disposizione da parte del terzo debitore relativamente alle cose o somme da lui dovute in pregiudizio delle aspettative creditorie.

Al blocco delle somme, con conseguente indisponibilità per il debitore, non consegue l'automatica e immediata assegnazione delle somme al creditore, il quale potrà disporre delle stesse sono a seguito di un'ordinanza di assegnazione emessa da un Giudice.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto internazionale

La normativa di tale materia vanta il primato di legislazioni comunitarie anche sull'ambito locale.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dell'unione europea

La peculiarità delle normative antitrust delle authority.

Scopri di più

Investigazioni in materia dei trasporti e della navigazione

In tale materia rientrano soprattutto i trasposti cielo-mare-terra, anche transnazionali.

Le fattispecie che in tale materia vengono affidate ad un’investigazione privata, soprattutto per trasporti cielo-mare-terra transnazionali, riguardano la repressione di furti, sottrazioni e, in generale, tutta la casistica di profili di contrabbando che, in tale filiera produttiva, posso vedere il loro estrinsecarsi.

L’applicazione di normative sovranazionali presuppone comunque una esatta cognizione di condotte, nessi eziologici ed eventi che solo un’investigazione privata di altissimo livello professionale è in grado di “fotografare”.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto della concorrenza

Le sanzioni irrogate dall'authority internazionale.

Scopri di più

Investigazioni in materia di protezione informatica di dati personali

La protezione “worldwide” dei dati personali.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto delle relazioni familiari, delle persone e dei minori

L’universo delle relazioni familiari

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto successorio

La materia successoria spesso può rivestire il maggior numero di aspetti di “opacità”.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritti reali, condominio e locazioni

Le indagini che hanno, quale loro scenario di riferimento, immobili.

Le indagini in questa materia riguardano, soprattutto, il novero delle relazioni personali che hanno, quale loro scenario di riferimento, immobili.

Il termine “diritto reale” è molto ampio ma, spesso, non si tiene conto che non si esaurisce con la sola proprietà, essendo diritti reali (ius in re aliena) anche le servitù, l’usufrutto, l’uso, l’enfiteusi che, unitamente a locazioni e condominio, vedono sempre una controparte con diritti diversi e doveri concorrenti, il cui esercizio, frequentemente, genera contrapposizioni.

Le investigazioni private hanno proprio lo scopo di svolgere un’esatta ricognizione di diritti e doveri, caratterizzandone le eventuali insufficienze, il loro autore ed il relativo nesso eziologico.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto delle assicurazioni e della responsabilità professionale

Le principali applicazioni del diritto dell'assicurazione a presidio della responsabilità civile.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto agrario

Indagini in ambito di rapporti di diritto privato e pubblico, comunemente inerenti all'agricoltura.

Tale ambito, comunemente, indica la normativa avente ad oggetto “rapporti di diritto privato e pubblico, inerenti all’agricoltura”.

Le attività investigative possono essere molteplici e, per esempio, tese a verificare (per far valere od opporsi) all’usucapione di fondi rustici, alla verifica del corretto adempimento degli obblighi nascenti dal contratto di affitto di un fondo rustico, dal corretto esercizio dei diritti di pascolo, il tutto non disgiunto da un’attenta ed accurata analisi della corretta applicazione delle normative comunitarie e regionali che, spesso, comportano notevoli implicazioni economiche.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto commerciale

Si tratta dell’immensa normativa del diritto privato minuziosamente regolante i rapporti relativi alla produzione ed allo scambio della ricchezza.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto industriale e della proprietà intellettuale

I rapporti giuridici connessi all'attività industriale.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto della crisi di impresa e dell'insolvenza

Prevenire l’impatto (o contenere le conseguenze) di negatività connesse a situazioni occupazionali.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dell'esecuzione forzata

L'insieme delle iniziative promossa dal creditore.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto bancario e mercati finanziari

Fattispecie che ledono l’ortodossia di funzionamento rispetto a normative, regole e standard del legislatore.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dello sport

Le criticità meritevoli di indagine nel mondo dello sport.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto nelle procedure arbitrali ed amministrate

I rischi di patologie genetiche di funzionamento, che hanno visto la ricusazione di arbitri e CTU.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto nella gestione delle crisi aziendali

L'accertamento della "cristallinità".

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto penale della pubblica amministrazione

Gli accorgimenti per incorrere in rischi personali o giuridici.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto penale dell'ambiente, dell'urbanistica e dell'edilizia

Reati spesso commessi all'oscuro di ignari proprietari.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto penale dell'economia e dell'impresa

Reati in materia di salute, sicurezza sul lavoro, antiriciclaggio, reati fallimentari etc.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto penale della criminalità organizzata e delle misure di prevenzione

Fenomeno che vede oltre 130 mila beni sequestrati, in attesa di destinazione.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto del pubblico impiego e della responsabilità amministrativa

Indagini commissionate dalla stessa PA, talvolta, con legittimo ricorso ad agenzie di investigazioni.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto urbanistico ed edilizio

Il più comunemente definito "governo del territorio".

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dell'ambiente

L'ordinamento giuridico a presidio dell'ambiente.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto sanitario

Uno dei diritti fondamentali della persona.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dei contratti pubblici e dei servizi di interesse economico generale

Il codice dei contratti pubblici.

Scopri di più

Investigazioni sulle autonomie territoriali e contenzioso elettorale

Si tratta di una branca settoriale del diritto amministrativo.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto del licenziamento

Le fondamenta di una giusta causa o giusto motivo.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto di recesso per giusta causa

L’ordinamento civilistico di sciogliersi da un vincolo contrattuale.

Scopri di più

Investigazioni a tutela di diritti alla salute e condizioni di lavoro

I comma art. 32, la salute come fondamentale diritto dell’individuo.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto alla salute (normativa dell'ente nazionale prevenzione infortuni)

Il testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Scopri di più

Investigazioni per diritti all'indennità di fine rapporto (TFR)

Universalmente noto come TFR o liquidazione.

Scopri di più

Investigazioni a tutela di categorie protette (portatori handicap)

Il corretto esercizio di benefici ed agevolazioni.

Con il decreto del Ministero del Lavoro del 17 ottobre 2017, pubblicato l’8 febbraio 2018, sono stati individuati i lavoratori “svantaggiati” e “molto svantaggiati”, intervenendo, finalmente in Italia, l’adeguamento alle direttive internazionali previste dal regolamento dell’Unione Europea n. 651/2014.

Tale importante decreto ha stabilito diversi benefici ed agevolazioni in base alla categoria di appartenenza.

All’investigatore privato viene spesso richiesta un’attività di verifica sull’esatta individuazione dei benefici e sul loro corretto esercizio.

Scopri di più

Investigazioni per l'assistenza a soggetti familiari svantaggiati

Il diritto ad usufruire dei permessi previsti dall’articolo 33, comma3, della legge 104/92.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto alla maternità

Normative a sostegno di maternità e paternità.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto allo studio

Il diritto allo studio.

Scopri di più

Investigazioni per il corretto utilizzo di dotazioni aziendali

Il corretto utilizzo delle dotazioni aziendali.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto tributario

Il diritto che regolamenta l’intera materia dei tributi.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto (penale) valutario

Normative sullo scambio e trasferimento di denaro.

L’avvento e la diffusione delle attività di “money transfer”, cioè quei circuiti alternativi alle banche che permettono l’invio di denaro in qualunque parte del mondo, hanno evidenziato l’esistenza di strutture informali o addirittura clandestine che prestano il fianco, spesso, a fattispecie di riciclaggio.

Tale fenomeno ha formato oggetto della costante attività di monitoraggio svolta dall’UIF, l’Unità di Informazione Finanziaria di Banca d’Italia, i cui rappresentanti istituzionali hanno richiamato l’attenzione sui grandi volumi che questo fenomeno sta rivestendo, pari a oltre 7 miliardi di euro, con difficoltà legate alla estrema frammentazione dell’attività dei money transfer.

Si parla di oltre 17 milioni di operazioni di invio ogni anno, effettuate in oltre 35.000 punti vendita.

L’attività investigativa in questo settore è tesa all’evidenziazione di pratiche illecite, che potrebbero coinvolgere soggetti della filiera distributiva e di commercializzazione.

Scopri di più

Investigazioni in materia doganale e del commercio internazionale

Le cosiddette frodi “carosello”.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto all'ottenimento del certificato AEO

Lo status di Operatore Economico Autorizzato.

Scopri di più

Investigazioni per il riconoscimento di agevolazioni ed esenzioni

L'ambito delle agevolazioni fiscali.

Scopri di più

Investigazioni per tematiche di immigrazione e cittadinanza

L’incessante susseguirsi di normative spesso tra loro contraddittorie.

Scopri di più

Investigazioni a tutela del Made in Italy e Italian Sounding

La tutela del made in Italy.

Il Decreto 34/2019 (cosiddetto DL Crescita), convertito con modificazioni nella Legge 58/2019, ha adottato alcuni provvedimenti volti alla tutela del “made in Italy”, introducendo nel codice della proprietà industriale (DLGS 30/2005), il “marchio storico di interesse nazionale”, che va ad affiancare tutti gli altri istituti similari.

Nel citato DL “Crescita” sono state introdotti ulteriori istituti, tesi a contrastare il fenomeno dell’Italian Sounding, termine utilizzato per indicare il riferimento all’imitazione di un prodotto, denominazione o marchio che abbia un richiamo alla presunta italianità ma che, in realtà, non ha alcun fondamento nel prodotto stesso.

Le investigazioni private vengono utilizzate per identificare la filiera, alla base della quale è stata costruita l’immagine che porta il consumatore ad associare erroneamente l’imitazione ad un prodotto autentico.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dei trattati europei

La giurisdizione della Corte di Giustizia dell'UE.

Scopri di più

Investigazioni e diritti dei regolamenti, direttive e atti comunitari

I regolamenti comunitari sono atti vincolanti ed emanati dalle istituzioni comunitarie.

Scopri di più

Investigazioni e libera circolazione di persone, servizi e capitali

Sono 4 le libertà fondamentali simbolo dell’integrazione comunitaria. 

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto della Corte europea dei diritti dell'Uomo

La convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo.

Scopri di più

Investigazioni in materia di concorrenza UE, ed aiuti di stato

La funzione di monitoraggio della Commisione Europea, verso pratiche anticoncorrenziali.
   
La garanzia di equità e lealtà nei rapporti tra imprese, è uno dei fondamenti della regolamentazione comunitaria in materia di concorrenza, con particolare attenzione al rispetto dello sviluppo delle piccole aziende.

La Commissione Europea ha la funzione di monitorare ed indagare in materia di pratiche anticoncorrenziali, concentrazioni fra imprese e aiuti di stato.

Infatti anche in questo caso, tale ordinamento serve a garantire la “par condicio” fra imprese comunitarie ed una trasparenza che si riverbera sulla gamma di scelta del consumatore e l’ottenimento di prezzi di maggiore convenienza.

Spesso, giunge notizia dell’esercizio del potere di multare, per cifre assai cospicue, le imprese, soprattutto multinazionali, che promuovono comportamenti di concorrenza sleale.

Vengono considerati aiuti di stato le facilitazioni di credito accordate ad imprese o produzioni, siano esse statali o facenti capo ad imprese pubbliche o sulle quali possa essere esercitato, a livello statuale, direttamente o indirettamente un’influenza dominante.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dei trasporti e shipping

In senso ampio: le normative della logistica.

Scopri di più

Investigazioni per sicurezza e igiene nel trasporto beni deperibili

Garantire la sicurezza e salubrità di tutte le fasi di manipolazione delle merci deteriorabili.

Scopri di più

Investigazioni in materia dei prodotti a duplice uso "Dual use"

Le tecnologie utilizzate sia per scopi pacifici che militari.

Si tratta di un ambito di estrema delicatezza, in quanto riguarda tecnologie che possono essere usate sia per scopi pacifici che per scopi militari.

L’Agenzia delle Dogane indica una serie di categorie merceologiche interessate, e precisamente: software, circuiti integrati, materie plastiche di qualsiasi tipologia, strumenti di ottica, di misura, di controllo e di precisione e relative parti, etc.

L’intervento dell’agenzia investigativa può servire a certificare l’utilizzo in bonam partem di tutti i prodotti a duplice uso ed, eventualmente, monitorare tutti i rischi di loro uso improprio.

Scopri di più

Investigazioni a tutela di prodotti e denominazioni contraffatte

Questo ordinamento dal 2008 al 2016, ha visto il sequesto oltre 1,5 miliardi di prodotti illegali.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dell'Antitrust e concorrenza

Il presidio alla concorrenza.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto del mercato dell'arte

Le norme a tutela dell'immenso mercato composto da opere arte e oggetti da collezione.

Il report 2018, curato da Deloitte e intitolato “Il mercato dell’arte e dei beni da collezione”, stima in 1.600 miliardi di dollari la somma investita in arte e oggetti da collezione da parte dei cosiddetti UHNWI (Ultra High Net Worth Individual).

Ovvero individui con disponibilità superiori a 30 milioni di dollari, con la previsione che tale somma ammonterà, nel 2026, a 2.700 miliardi di dollari.

Si tratta di uno dei settori nei quali gli operatori (compresi specialmente da avvocati ed investigatori privati) svolgono un compito primario, vuoi per la misura degli interessi in gioco, vuoi per l’altissima specializzazione che tale settore impone, vuoi per i rilevantissimi rischi di truffe, furti, falsificazioni, etc.

Per eventuali domande, Vi preghiamo di contattarci per discutere di come il nostro team può aiutarvi a trovare le risposte di cui avete bisogno.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto dell'E-commerce (e privacy)

Le norme a tutela degli abusi derivati dall'e-commerce.
 

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto della proprietà intellettuale

Perseguire le fattispecie di contraffazione e alterazione di marchi registrati.

Scopri di più

Investigazioni in materia di diritto alla privacy

La salvaguardia della riservatezza della vita privata di una persona.

Scopri di più

Indagini settoriali e industriali

Investigazioni industriali e settoriali

Cosa si intende per marketing strategico?

Affinare le competenze dell'azienda alle singole necessità del settore di appartenenza o, adeguarle, alle esigenze del mercato di interesse. 

Scopri di più

Cosa si intende per settore HO.RE.CA?

L’acronimo HO.RE.CA (HOtels, REstaurant & CAffè) descrive il settore merceologico che coinvolge tutti gli esercizi commerciali che si occupano della produzione e somministrazione di alimenti e bevande, che si interessano quindi di ospitalità, catering e ristorazione.  

Scopri di più

Investigazioni per il settore alimentari e bevande

In questa categoria si affrontano indagini ed investigazioni che riguardano il settore “food” di notorietà mondiale e che interessa 55 mila imprese, che impiegano 400 mila addetti, generando un fatturato che contribuisce al 7% del PIL italiano.

Scopri di più

Cosa sono le indagini settoriali?

Le indagini settoriali sono rivolte a qualsiasi impresa dei diversi settori dell'industria, artigianato, agricoltura, commercio, costruzioni, servizi in genere, etc.

Scopri di più

Investigazioni per il settore HOtellerie, REstaurants e CAfeterie)

La capillarità della distribuzione a favore dei consumatori di acque, bibite, ristorazione, non solo turistica, nonché l’intera filiera legata all’ enologia, agli alcolici e superalcolici.
 

Scopri di più

Cosa si intende per Italian sounding?

L’italian sounding è un termine iniziatico, utilizzato per denominare il fenomeno dell’utilizzo di denominazioni geografiche, immagini e marchi che evocano l’Italia per commercializzare e promuovere prodotti assolutamente non riconducibili al nostro Paese.

Scopri di più

Investigazioni per il settore legno e carta

L’Italia detiene la leadership a livello internazionale per il proprio sistema legno-arredamento.

Scopri di più

Investigazioni per il settore stampa ed editoria

Si stimano oltre 600 milioni di euro di perdite solo a causa della pirateria informatica.

Scopri di più

Cosa sono i codici ATECO?

ATECO, acronimo di ATività ECOnomiche, indica i codici, calibrati sulla tipologia adottata dall’ISTAT, per le rilevazioni statistiche nazionali di carattere economico, mutuata da quanto elaborato in sede EUROSTAT ed adattato alla morfologia del sistema economico italiano.

Scopri di più

Investigazioni per il settore farmaceutico

In questo settore rientrano accertamenti propri del settore della chimico-farmaceutica, con particolare attenzione riservata all’ambito della produzione, traffico e detenzioni illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Scopri di più

Che cosa sono le indagini per il settore real estate?

Un’indagine settoriale legata all’ambito del real estate è quella tesa ad assegnare i reali valori di transazione a tutte le compravendite immobiliari, soprattutto tra privati, che, per esigenze di natura squisitamente elusiva, vedono valori dichiarati di vendita palesemente difformi dalla realtà del mercato.

Scopri di più

Investigazioni per il settore chimico

Tale settore ha necessità di essere presidiato per la potenziale dannosità di ogni composto chimico che da un utilizzo “in bonam partem”, può improvvisamente virare in qualcosa di oggettivamente pericoloso.

Scopri di più

Investigazioni per il settore gomme e plastica

Indagini contro sabotaggi di macchinari, mescole, il furto di segreti industriali relativi a prodotti e, soprattutto, processi produttivi.

Scopri di più

Investigazioni per il settore minerali non metalliferi e metallurgia

Tale settore include tutte le attività che hanno per oggetto l’estrazione, la lavorazione o preparazione di minerali che si presentano in natura nei diversi stati della materia.

Scopri di più

Investigazioni per il settore elettronica, apparecchiature e macchinari

Nel settore sono presenti oltre 38 mila imprese che impiegano oltre 160 mila addetti.

Scopri di più

Investigazioni per il settore autoveicoli e altri mezzi di trasporto

Particolare attenzione viene rivolta al controllo sulla segretezza di prodotti, processi, informazioni e strategie di mercato.

Scopri di più

Investigazioni per il settore manifatturiero (ceramiche, minuteria all’ingrosso, automotive, tessile, arredamento, etc.)

La capillarità dei prodotti e reti distributive sul territorio, e la loro diffusione stante la caratteristica di essere spesso generi di largo consumo.

Scopri di più

Investigazioni per il settore costruzioni

Tale settore include le attività di costruzione di edifici, ingegneria civile e lavori di costruzioni specializzati.

Scopri di più

Investigazioni per il settore del commercio all’ingrosso

Un attento monitoraggio della qualità, solvibilità e correttezza della filiera, non solo dei fornitori ma anche dei clienti.

Scopri di più

Investigazioni per il settore trasporti, servizi postali e logistici

Tale settore interessa 120 mila imprese circa che impiegano oltre un milione di addetti ed un fatturato che oscilla i 160 miliardi di euro.

Scopri di più

Investigazioni per il settore per la GDO

Rivolte al comparto troviamo indagini che riguardano soprattutto la lotto ai micro-taccheggi da parte della innumerevole clientela, e le attività di controllo sul corretto operato degli addetti alle casse.

Scopri di più

Investigazioni per il settore Social Media, Big Data, Info Communication

I numeri in gioco da un punto di vista di valore delle transazioni, del fatturato, e della quantità degli interessi coinvolti sono enormi.

Scopri di più

Investigazioni per il settore programmazione e trasmissione

Indagini a presidio di fattispecie di plagio, casi di concorrenza sleale, o verifiche su dipendenti, collaboratori, agenti e fornitori in genere.

Scopri di più

Investigazioni ed indagini per il settore informatico

Ogni minuto circa 300 milioni di tweet, 15 milioni di sms, 204 milioni di email sono inviati per tutto il mondo e 2 milioni di parole chiave sono scritte su un motore di ricerca.

Scopri di più

Investigazioni ed indagini per il settore contabilità e consulenze

Indagini rivolte ad un settore che vede, quali principali attori protagonisti del mercato, nientemeno che le le "Big Four".

Scopri di più

Investigazioni ed indagini per il settore architettura e ingegneria

Questo comparto, ha assistito ad un colossale errore di programmazione che costa molto caro a tutto il Paese e agli architetti in particolare.

Scopri di più

Investigazioni ed indagini per il settore ricerca e sviluppo

Nel 2017 la spesa destinata al comparto è stata di oltre 23,6 miliardi di euro, con un incremento del 2,7% rispetto al 2016.  

Scopri di più

Investigazioni per il settore pubblicità

I numeri dell'impatto di internet sul mercato pubblicitario italiano.

Scopri di più

Investigazioni per il settore private equity

Secondo i dati diffusi dall’A.I.F.I., nel rapporto redatto con Deloitte, dal 2013 al 2019, il fundraising complessivo ammonta a 2.3 miliardi di euro.

Scopri di più

Investigazioni per il settore banking e mercato dei capitali

Tale settore riguarda l’ambito degli strumenti finanziari in senso ampio siano essi, titoli di stato di debito privato, azioni di società o strumenti finanziari c.d. derivati.

Scopri di più

Investigazioni per il settore assets management e gestione del patrimonio

Solo in Italia questo settore conta una raccolta di oltre 2.354 miliardi di euro, gestiti, tuttavia, da appena 800 operatori.

Scopri di più

Investigazioni per il settore real estate

Nel mondo, gli investimenti immobiliari globali hanno registrato il volume record di 1,75 trilioni di dollari.

Scopri di più

Investigazioni per il settore industria 4.0 e X.0

Le investigazioni rivolte al settore delle nuove tecnologie digitali nel panorama industriale economico.

Scopri di più

Investigazioni per il settore risorse umane (human resources)

Uno dei tre fondamentali fattori della produzione: il lavoro.

Scopri di più

Investigazioni per il settore dei fondi di investimento, o Hedge Fund

Il fenomeno degli hedge fund ha assunto dimensioni planetarie, sia per numero di soggetti coinvolti, che per la misura economica degli interessi in gioco.

Scopri di più

Investigazioni per il settore retail and consumers

Solo in italia il settore del commercio al dettaglio digitale sviluppa oltre 40 mln di fatturato l'anno.

Scopri di più

Investigazioni per il settore nanotecnologie, biotecnologie e intelligenza artificiale

Gli ambiti futuristici delle progettualità ed attività dell'uomo.

Scopri di più

Investigazioni per il settore turismo, strutture ricettive, etc.

Un settore che ogni anno in Italia, segna nuovi record per il numero della clientela ospitata.

Scopri di più

Investigazioni per il settore armatori marittimi, aeronautici ed aerospaziali

Un settore che per interessi in gioco, assume una primaria importanza nel panorama economico planetario.

Scopri di più

Investigazioni per il settore della produzione e distribuzione di protesi biomeccaniche (dentali, ortopediche, etc.)

Solo nel 2015 ci sono state 180 mila interventi per sostituzioni articolari.

Scopri di più

Investigazioni per il settore import - export

In Italia il settore sviluppa un fatturato pari a quasi il 30% del PIL.

Scopri di più

Investigazioni per il settore idrocarburi (petrolifero)

Particolare attenzione viene rivolta alla protezione degli impianti fissi di stoccaggio ed alla sicurezza di spostamenti e trasporti.

Scopri di più

Investigazioni per il settore energie rinnovabili (biomasse, bioraffinerie, biocarburanti)

Solo nel 2017 sono stati stanziati oltre 300 miliardi nei diversi settori dello sviluppo e innovazione.

Scopri di più

Investigazioni per il settore dei servizi

Nel nostro paese viene considerato uno dei più importanti settori economici.

Scopri di più

Investigazioni per il settore agricoltura, silvicoltura, allevamento e pesca

L’attività di monitoraggio di aree forestali, nonché quelle a contrasto degli illeciti riscontrabili nel settore.

Scopri di più

Investigazioni per il settore dell’industria bellica e della difesa

Un giro d’affari di oltre 15 miliardi di euro.

Scopri di più

Investigazioni per il settore igiene e sanità pubblica e privata

Il settore comprende stanziamenti economici pubblici per oltre 150 miliardi, di cui circa il 42% coperti privatamente.

Scopri di più

Investigazioni per il settore no profit (ong, onlus, enti e associazioni)

Un’indagine dell’Espresso condotta nel 2007 sosteneva l'esistenza di oltre 3.200 finte Onlus, costituite in un solo anno.

Scopri di più

Investigazioni per il settore artistico, culturale ed archivistico

Le investigazioni rivolte al paese che detiene il più grande patrimonio culturale del mondo, l'Italia.

Scopri di più

Investigazioni per il settore dell’istruzione pubblica e privata

La vastità e delicatezza di un settore che accoglie oltre 10 milioni di soggetti.

Scopri di più

Investigazioni per il settore dell'Entertainment

Solo nel 2016 il comparto ha sviluppato oltre 24 miliardi di fatturato.

Scopri di più

Sicurezza aziendale e personale

Cosa si intende per security management?

Per security management si intendono tutte le attività di gestione, valorizzazione ed analisi dei rischi che possono essere forieri di eventuali criticità in genere a danno di un’agenzia, organizzazione, ente o gruppo di persone e beni.

Scopri di più

Close Protection


Il campo della protezione ravvicinata, noto come "Close Protection", è un settore specializzato che comprende guardie del corpo, scorte, e altre misure di sicurezza destinate alla tutela di individui e entità aziendali.

In Italia, ogni anno, si contano oltre 1000 operatori formati in questa disciplina, che include anche l'addestramento in tecniche militari.

Questi professionisti possono lavorare singolarmente, in team o come parte di reparti operativi specializzati, rispondendo a esigenze di sicurezza molto diversificate, che vanno dalla protezione personale a quella di interesse pubblico e governativo, fino alla sicurezza di aziende e organizzazioni private.

La "Protezione Esecutiva" (Executive Protection, EP), conosciuta anche come Protezione Stretta, è progettata per mitigare i rischi e garantire la sicurezza di individui ad alto rischio come VIP, politici, imprenditori, o persone con una posizione geografica sensibile.

Questo tipo di servizio può includere sistemi di sicurezza domestica, guardie del corpo, veicoli blindati, e piani di sicurezza dettagliati che coprono viaggi aerei privati, screening di comunicazioni, e controlli di background approfonditi su tutte le persone con cui il protetto potrebbe entrare in contatto.

I servizi possono estendersi anche alla famiglia dell'individuo, prevenendo rapimenti o estorsioni.

Esempi di servizi offerti nella Close Protection:

• Sistemi di sicurezza domestica avanzata: Installazione di sistemi di allarme, sorveglianza video e sensori di movimento che garantiscono la sicurezza delle residenze.

• Scorte armate: Team di guardie del corpo professionalmente addestrate, equipaggiate per rispondere a minacce in tempo reale durante spostamenti o eventi.

• Veicoli blindati personalizzati: Utilizzo di auto blindate per il trasporto sicuro da potenziali aggressioni o tentativi di rapimento.

• Gestione della sicurezza dei viaggi: Organizzazione di viaggi sicuri con jet privati o elicotteri, comprensivi di piani di emergenza dettagliati e team di sicurezza dedicati.

• Programmi di valutazione del rischio: Analisi approfondite del rischio personale e aziendale per adattare i servizi di sicurezza alle specifiche esigenze del cliente.

Un altro aspetto importante della close protection riguarda la protezione dei dirigenti aziendali, un settore in continua crescita data la crescente domanda di sicurezza specializzata.

La pratica della Protezione Esecutiva ha origine negli Stati Uniti, dove nei primi anni '70 i servizi segreti iniziarono a sviluppare programmi di protezione per i propri rappresentanti all'estero.

Negli Stati Uniti, l'attività di close protection è regolamentata a livello statale e richiede specifiche licenze e formazione.

La protezione personale è spesso anche di interesse pubblico, soprattutto in relazione alla sicurezza di figure istituzionali di spicco.

La storia è costellata di episodi in cui la mancanza di adeguata sicurezza ha avuto conseguenze drammatiche, come l'assassinio di Giulio Cesare, l'arciduca Francesco Ferdinando, John Lennon e Gianni Versace, evidenziando l'importanza critica di questi servizi.

I servizi di Close Protection variano a seconda del profilo della persona protetta, coprendo la sicurezza di delegazioni, ambasciatori, dirigenti aziendali, e celebrità dello spettacolo e dello sport.

Oltre alla protezione fisica, questi servizi assicurano la sicurezza delle infrastrutture, la protezione dei mezzi di produzione, e la tutela delle comunicazioni.

In sintesi, la close protection integra strategie di sicurezza avanzate con operazioni investigative per identificare e neutralizzare minacce dirette, garantendo così un ambiente sicuro per gli individui e le organizzazioni che richiedono tale livello di protezione.

Scopri di più

Cosa si intende per RSPP, o responsabile della sicurezza?

L’RSPP, cioè il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, è una figura professionale che si occupa, tra le altre cose, dell’analisi dei rischi alla sicurezza dell’azienda, che poi vengono condensati nel documento di valutazione dei rischi.

Scopri di più

Cosa si intende per Security Manager?

Per "Security Manager" si fà riferimento al profilo, interno alla struttura aziendale, designato a presidiare l'organizzazione da eventuali rischi e minacce, in relazione agli scenari, da sempre in evoluzione nel campo tecnico, informatico, economico e finanziario, etc., in un contesto interconnesso con le realtà più disparate.

Scopri di più

Come si diventa security manager?

Il security manager può essere definito un “professionista della sicurezza” in quanto, per intraprendere questa professione, è necessario aver conseguito anche un master universitario ed essere in possesso di una specifica certificazione.

Scopri di più

Quali sono i principali contenuti del decreto D.LGS. 81/2008?

Nell’articolato normativo si dettano precise prescrizioni su sorveglianza sanitaria, prevenzione nei luoghi di lavoro, segnaletica di sicurezza e rischi generici, con particolare attenzione alla prevenzione incendi ed alle misure di primo soccorso.

Scopri di più

Cosa si intende per sicurezza nei luoghi di lavoro?

La sicurezza nei luoghi di lavoro riguarda l’insieme delle misure preventive e protettive che devono essere adottate per la gestione della salute, sicurezza e benessere dei lavoratori, in modo tale che siano evitati, o ridotti al minimo, i rischi connessi all’attività lavorativa, arrivando ad eliminare infortuni e malattie professionali.

Scopri di più

Investigazioni patrimoniali e finanziarie

Indagini preassunzionali, pre-employeement screening

L'adeguatezza della persona prescelta in relazione “all’identikit” desiderato per la copertura della posizione disponibile.

Scopri di più

Investigazioni sulla presenza di negatività, protesti e pregiudizievoli in genere "Red Flags"

L'importanza di dotarsi di un quadro documentale di particolare completezza ed affidabilità.

Scopri di più

Indagini reputazionali su fornitori, agenti e partner commerciali

L’opportunità di poter contare su referenze validate, dei soggetti con i quali l’azienda potrebbe entrare in contatto.

Scopri di più

Investigazioni sulla reputazione finanziaria e consistenza patrimoniale

Una classificazione del patrimonio immobiliare, societario, nonché notizie sulla capacità reddituale e relativo merito di credito, comprensivo della raccolta di eventuali alerts in ambito di reputazione finanziaria.

Scopri di più

Indagini sulla composizione del board e su figure apicali aziendali

La particolare delicatezza della composizione del board aziendale.

Scopri di più

Investigazioni sulla presenza di soci occulti, soci di fatto e prestanome

L’individuazione di soci occulti, di fatto o prestanome è, normalmente, fattuale, non esistono banche dati in grado di classificare tali soggetti “borderline”.

Scopri di più

Investigazioni per la verifica della buona fede contrattuale

Un’esatta verifica dei presupposti dichiarati da una bozza contrattuale.

Scopri di più

Investigazioni sul corretto adempimento di impegni contrattuali e patti commerciali

La genesi dei comportamenti tenuti dal soggetto attenzionato è il primo indice di verifica.

Scopri di più

Indagini patrimoniali e finanziarie

Cosa si intende per selezione del personale?

In economia aziendale, specialmente nel campo delle risorse umane, è la funzione che si occupa del reperimento, delle selezione e dell'inserimento in azienda dei nuovi dipendenti.

Scopri di più

Cosa sono i controlli dei precedenti - Background check?


L'indagine e verifica di precedenti penali, civili, amministrativi, così come la ricerca in registri commerciali, finanziari e banche dati, rappresentano un tassello fondamentale nel processo di valutazione di un individuo o di un'organizzazione.

Questo tipo di investigazioni, note come background check o controllo dei precedenti, mirano a confermare l'autenticità delle informazioni fornite da persone fisiche o giuridiche.

Queste indagini possono essere condotte internamente all'interno delle aziende o affidate a terzi, come agenzie di investigazioni private, investigatori privati, avvocati e altri professionisti.

Il loro scopo è ottenere informazioni dettagliate riguardo possibili annotazioni pregiudizievoli, sia in ambito civile che penale, referenze accademiche e professionali, competenze specifiche, esperienze lavorative significative o la partecipazione a progetti rilevanti.

Le motivazioni, la profondità e la legalità di questi controlli possono variare notevolmente a seconda del contesto nazionale, del settore industriale, delle esigenze specifiche dell'interlocutore o dell'individuo in questione.

Ad esempio, nei contesti lavorativi, i controlli di background sono frequentemente utilizzati per verificare i candidati durante il processo di selezione, ma possono anche essere impiegati per monitorare periodicamente i dipendenti in posizioni chiave o di alta responsabilità.

Per effettuare questi controlli, è spesso necessario accedere a specifiche banche dati che raccolgono dati personali e professionali, offrendo così una visione più ampia del profilo del soggetto in esame.

I background check, oltre a essere pratica comune per i datori di lavoro che desiderano assumere personale, sono essenziali in ambiti di lavoro che richiedono un elevato livello di fiducia e integrità.

Questi includono, ma non si limitano a, posizioni in ambito educativo, giudiziario, sanitario, finanziario, aeroportuale e governativo.

Uno studio ha rivelato che, in molti casi, le informazioni presentate dai candidati durante le interviste differiscono da quelle che emergono dai controlli di background, evidenziando la discrepanza tra le autodescrizioni dei candidati e le verifiche effettive.

Negli Stati Uniti, per esempio, il Brady Bill impone controlli penali agli acquirenti di pistole da rivenditori autorizzati.

Anche l'acquisto di armi da fuoco regolamentate, come mitragliatrici, soppressori, esplosivi, o grandi quantità di precursori chimici, e i permessi per il porto di armi nascoste, sono soggetti a verifica penale.

Questi controlli sono inoltre obbligatori per coloro che operano in settori con elevati standard di sicurezza, come il trasporto su strada, i porti e gli aeroporti.

In aggiunta, esistono leggi specifiche che impediscono a individui con certi precedenti penali di lavorare in professioni che implicano il contatto con anziani, disabili o bambini, al fine di garantire un ambiente sicuro e protetto per queste categorie vulnerabili.

Scopri di più

Cosa sono i furti interni all'azienda?

Si definiscono furti interni le modalità del reato commesso dai dipendenti dell’azienda: furto della merce, appropriazione di denaro dalla cassa, etc.

Nel panorama aziendale, i furti interni rappresentano una problematica significativa che può avere ripercussioni notevoli sull'integrità finanziaria e operativa delle imprese.

Questi reati, perpetrati da individui interni all'organizzazione, includono una varietà di condotte illecite quali l'appropriazione indebita di beni aziendali, il sottrarsi di denaro dalle casse, manipolazioni fraudolente degli scontrini e resi di merce non autorizzati o mendaci.

La gravità di tali azioni risiede non solo nel danno economico immediato ma anche nel deterioramento del clima di fiducia all'interno dell'ambiente lavorativo.

Servizi Investigativi aziendali e il contrasto ai furti interni Per fronteggiare efficacemente i furti interni, le aziende si avvalgono sempre più di servizi investigativi aziendali specializzati. Questi servizi offrono soluzioni su misura per identificare, documentare e contrastare le attività illecite all'interno delle organizzazioni.

Attraverso l'impiego di tecnologie avanzate, tecniche di sorveglianza discreta e analisi forensi, gli investigatori aziendali sono in grado di raccogliere prove inconfutabili che possano supportare azioni legali o disciplinari nei confronti dei responsabili.

Le indagini su furti interni comprendono un'ampia gamma di attività, dall'analisi dei flussi di cassa alla verifica di anomalie nei processi di gestione dell'inventario, dall'osservazione diretta dei sospettati all'impiego di sistemi di videosorveglianza.

L'obiettivo è duplice: da un lato, identificare e sanzionare i comportamenti fraudolenti; dall'altro, implementare misure preventive per ridurre la vulnerabilità aziendale a future condotte sottotrattive.

Normativa Italiana e licenziamento per giusta causa La normativa italiana, attraverso l'articolazione del Codice Penale e del Codice Civile, prevede specifiche disposizioni per il trattamento delle condotte illecite in ambito lavorativo, consentendo ai datori di lavoro di procedere al licenziamento per giusta causa in presenza di violazioni accertate.

Il licenziamento per giusta causa si configura quando la condotta del lavoratore risulta talmente grave da precludere la prosecuzione, anche provvisoria, del rapporto di lavoro.

L'adozione di un approccio investigativo professionale e conforme alle normative vigenti è essenziale per garantire che il processo di identificazione e sanzione delle condotte illecite sia eseguito nel pieno rispetto dei diritti dei lavoratori e delle procedure legali.

Questo non solo assicura un'azione disciplinare legittima e proporzionata ma contribuisce anche a preservare l'immagine e la reputazione dell'azienda nel lungo termine.

In sintesi, l'integrazione di servizi investigativi aziendali nel sistema di governance aziendale rappresenta una strategia efficace per contrastare i furti interni e promuovere un ambiente lavorativo etico e sicuro.

Questi servizi, supportati da una solida conoscenza della normativa italiana e da competenze investigative avanzate, sono fondamentali per le aziende che intendono proteggere i propri asset e garantire la sostenibilità della propria attività in un contesto competitivo e in continua evoluzione.

Scopri di più

Marchio contraffatto, mendace o falsificato, cosa fare per tutelarsi?

Esistono svariate tipologie di investigazione attivabili a fronte del sospetto di plagio di marchi, prodotti, brevetti, etc.

Scopri di più

Cosa si intende per patto di preferenza commerciale?

Sono le fattispecie che rientrano nella più ampia categoria nella quale il destinatario del patto ha il diritto di essere preferito a terzi nella stipula di futuri e successivi accordi, il tutto nel rispetto della clausola “coeteris paribus”.

Scopri di più

Due diligence

Quali sono le finalità di una due diligence?

L'attività di due diligence per dispiegare appieno i suoi effetti e adempiere alle proprie funzioni deve, prima di tutto, poter certificare quantità e qualità dei beni che ne formano oggetto. 


Scopri di più

Cosa sono le due diligence immobiliari?

L’indagine di due diligence, specialmente nel "mercato del mattone", interviene ad ampio spettro in direzione di tutte le problematicità, di cui è necessario conoscerne la precisa classificazione, connesse agli immobili.

Scopri di più

Cosa sono le due diligence fiscali?

La fiscal due diligence è il controllo dell’effettiva rispondenza delle risultanze fiscali rispetto a ciò che risulta dichiarato presso i competenti uffici.

Scopri di più

Quali sono i documenti necessari per valutare un’azienda?

Verificare la "bontà" in senso ampio, dei dati strutturali dell'impresa, di tutti gli aspetti inerenti il rispetto delle normative di prevenzione, nonché di coerenza fra strategia e andamento del mercato.

Scopri di più

Quanto costa una Due Diligence?

Sommariamente il "prezzo" di una due diligence si determina dal grado di accuratezza della stessa e dal corredo documentale richiesto.


Scopri di più

Investigazioni per recupero crediti

Investigazioni per il rintraccio debitori e soggetto obbligati

Ottenere tutte le informazioni relative alla reperibilità del soggetto debitore.

Scopri di più

Investigazioni patrimoniali su debitori e soggetti obbligati

Ricostruire le possidenze immobiliari del profilo di interesse sull'intero territorio nazionale, etc.

Scopri di più

Investigazioni per il recupero dei crediti B2B e B2C

“Stilare” elenchi estremamente dettagliati, riassuntivi delle caratteristiche di massima e della tipologia del soggetto debitore.

Scopri di più

Investigazioni per il recupero di crediti finanziari e commerciali

L’esatta caratterizzazione del perimetro di indebitamento dl singolo debitore, persona fisica o giuridica.

Scopri di più

Investigazioni per recupero giudiziale o stragiudiziale del credito

Questo tipo di investigazione, normalmente, viene riservata a quelle posizioni che, per complessità e dimensione, hanno caratteristiche tali da consigliare interventi “tailor made”.

Scopri di più

Investigazioni sull'inesigibilità del credito

Tutti quegli “alerts” che rendono, anche statisticamente, ardua o antieconomica qualsiasi attività di recupero.

Scopri di più

Investigazioni per recupero crediti

Cosa sono le indagini per recupero crediti?

Il debitore ha l’obbligo di fare fronte alle proprie obbligazioni utilizzando tutti i beni mobili, immobili, nonché i diritti di credito dei quali lo stesso sia titolare.

Scopri di più

Recupero crediti: i diritti del debitore

Quali sono i diritti tutelati dalla riservatezza in favore del debitore?

Scopri di più

Quali sono le regolamentazioni normative per il recupero crediti?

La normativa per il recupero crediti viene regolamentata in via generale dal Codice di procedura civile e, segnatamente, dal libro III, dedicato al processo di esecuzione.

Scopri di più

Cosa si intende per recupero "giudiziale" del credito?

Il recupero crediti giudiziale consiste nell’attività di recupero in ambito giudiziale, individuale e concorsuale.

Scopri di più

Cosa si intende per recupero stragiudiziale del credito?

Per evitare le lungaggini legate ai tempi procedurali, al sovraccarico dei ruoli dei diversi tribunali e la cronica carenza di personale giudiziale e di cancelleria, molto spesso si opta per un percorso di soluzione stragiudiziale e bonaria dell’esposizione debitoria.

Scopri di più

Indagini su frodi assicurative

Indagini su frodi contrattuali assicurative

La tutela delle compagnie assicurative a tutto campo.

Scopri di più

Indagini su presunti falsi incidenti

Verificare la veridicità, la coerenza e l’integrità dei documenti presentati dal querelante.

Scopri di più

Indagini su volontari affondamenti di natanti e motonavi

Anche nel campo della nautica, la cronaca ci ha portato a conoscenza di casi di affondamenti volontari di natanti e motonavi finalizzati alla richiesta di liquidazione dei danni.

Scopri di più

Investigazioni su presunti incendi dolosi

“The Fire Investigation”

Scopri di più

Investigazioni su frodi di documenti e certificati per risarcimento danni

Fondatezza, inferibilità e/o riferibilità di ogni singola spesa del risarcimento.


Scopri di più

Investigazioni sui falsi risarcimenti di beni artistici e preziosi

Per alcuni malintenzionati il miglior modo di "monetizzare" i propri investimenti artistici è denunciare un falso furto.

Scopri di più

Investigazioni su furti e danneggiamenti simulati

Le cronache riportano l’emergenza dell’incremento di incursioni vandaliche, danneggiamenti strumentali all’effrazione o, semplicemente, dettate da ritorsioni, vendette o, spesso, dalla noia.

Scopri di più

Investigazioni su presunte false polizze vita

Tali fattispecie sono così peculiari che, quando si verificano, diventano immediatamente notizie a rilievo generale.

Scopri di più

Investigazioni su polizze stipulate sotto falso nome

Questo fenomeno ha avuto un decisivo incremento a fronte dell’esponenziale sviluppo della stipulazione online di polizze assicurative, oggi facilmente attivabili con ogni tipo di device.

Scopri di più

Investigazioni su falsi agenti e broker assicurativi

La realtà, in questo caso criminale, ci ha restituito storie che ben potrebbero costituire il soggetto di celebri truffe immortalate da pellicole cinematografiche, ormai divenute dei classici, che hanno visto come protagonisti Totò, Peppino De Filippo, etc.

Scopri di più

Investigazioni su frodi interne alle compagnie di assicurazioni

Le indagini in tale ambito rientrano nella più ampia categoria delle infedeltà dei dipendenti, professionisti o, comunque, soggetti funzionalmente legati alla compagnia assicurativa.

Scopri di più

Investigazioni su frodi alla pubblica amministrazione

Tutte le illiceità commesse all'interno della stessa pubblica amministrazione.

Scopri di più

Investigazioni su frodi per risarcimenti da calamità naturali

Fenomeni naturali o di origine umana.

Scopri di più

Investigazioni su autori e complici di frodi assicurative

Si tratta di attività che riguarda l’intera filiera truffaldina.

Scopri di più

Investigazioni anti frode

In cosa consiste l'attività di un accertatore assicurativo?

L’accertatore assicurativo, una volta ricevuto l’incarico da parte della compagnia, provvede alla verifica della veridicità del sinistro o dell’evento dannoso verificando, soprattutto, che non sussistano incoerenze tra l’accaduto e quanto dichiarato dalle parti.

Scopri di più

Come diventare accertatore assicurativo?

L'accertatore assicurativo riceve l'incarico di stabilire la veridicità di un evento, di una dichiarazione, del contenuto di un verbale o di un referto ospedaliero, dell'entità dei danni e/o delle lesioni, direttamente dalla compagnia di assicurazioni.

Scopri di più

Frode assicurativa: definizione normativa

La frode assicurativa integra una precisa fattispecie di reato.

Scopri di più

Frode assicurativa, termini di presentazione querela

La Corte di Cassazione, con la sentenza 36492/2018, ha chiarito i rapporti tra l’articolo 124 cp e l’articolo 148 del Codice Assicurazioni, ovvero i tempi entro cui la compagnia assicuratrice può proporre querela, qualora si ritenga frodata ex art. 642 cp.

Scopri di più

Bonifiche ambientali e digitali

Bonifiche ambientali da microspie

Ma veramente siamo tutti spiati?

Oggi tutti sanno che un semplice telefono cellulare o un computer, ad esempio, sono in grado di fornire miriadi di informazioni all’insaputa della persona che li utilizza.

Sarà importante capire l’identità del potenziale acquirente per tracciare la liceità delle intenzioni e stigmatizzare le modalità che, in una logica di “fai da te”, confliggono con le normative, anche penalistiche, a tutela della privacy.

Una semplice richiesta operata sui motori di ricerca “snocciola” centinaia di migliaia di offerte per la vendita di microspie, microcamere o microregistratori occultati.

Scopri di più

Bonifiche ambientali di veicoli e uffici da microspie, cimici e GPS

Il modo più subdolo per pedinare di nascosto qualcuno è quello di nascondere nell'auto un piccolo “aggeggio”, un dispositivo satellitare, un rilevatore GPS, anche con annessa microspia audio o micro-videocamera.

Premettendo che possiamo essere spiati mentre siamo in auto, dal momento che tale attività - a determinate condizioni - è stata considerata lecita anche dalla Suprema Corte.

Al giorno d’oggi il modo più subdolo per pedinare di nascosto qualcuno è quello di nascondere nell'auto un piccolo “aggeggio”, un dispositivo satellitare, un rilevatore GPS, anche con annessa microspia audio o micro-videocamera, per la localizzazione satellitare e la trasmissione delle conversazioni svolte all’interno dell’abitacolo.

Si tratta di piccoli dispositivi che vengono nascosti dentro o fuori l’automobile per “pedinare” elettronicamente gli spostamenti di un veicolo e conoscerne tutti i tragitti e le soste.

Un investigatore privato elettronico invisibile e molto economico che “traccia” sul device di ricezione la localizzazione in tempo reale, gli spostamenti, le tappe e le soste (e la loro durata) del “target”.

L’installazione di tali dispositivi (GPS auto), ove avvenga esternamente al veicolo, vede l’utilizzazione di potenti calamite o di diversi sistemi di fissaggio, dipendendo ciò dalla morfologia del veicolo e dai materiali ai quali viene ancorato il dispositivo.

Ove si voglia dotare di “immortalità” tale localizzatore, senza dipendere dalla capacità della batteria in dotazione (che, mediamente, ha una durata di 30 giorni circa), sarà necessario collegarlo all’impianto elettrico dell’autovettura.

L’unico modo certo e veloce per sapere se un GPS è nascosto in auto è richiederne una bonifica: infatti, con particolari rilevatori di microspie l'investigatore privato può intercettare il segnale che viene trasmesso e, talvolta, localizzare la fonte.

Scopri di più

Bonifiche ambientali e digitali di immobili

Oggi è possibile sapere tutto ciò che avviene all’interno di qualsiasi immobile (che sia la propria abitazione, la sede di svolgimento delle proprie attività lavorative, professionali ed economiche).


Scopri di più

Bonifiche di Smartphone, Tablet, Computer Desktop, Laptop

Oggi, è diventato sempre più cogente il rischio di vivere in una costante atmosfera da “Truman Show”, a disposizione di un pubblico ignoto e non invitato.

Scopri di più

Bonifiche da "Jammer telefonici", "Laser Jammer", "Radar scrambler"

Tali dispositivi elettronici hanno lo scopo, offensivo, di disturbare frequenze GSM, radio e GPS, in quanto inibiscono e rendono inutilizzabili la maggior parte dei sistemi di comunicazione che, non essendo più in grado di trasmettere o ricevere segnali, “bendano” sostanzialmente la vittima, spesso ignara.

Scopri di più

Bonifiche da Software Spia, Ransomware, Trojan, Worm, Malware vari

Il pericolo, che ciascuno ha, di incappare in un software spia è diventato, oggi, esponenzialmente altissimo. 

Scopri di più

Bonifiche di intercettazioni telematiche da parte di "Hackers"

La digitalizzazione ha, ormai, raggiunto ogni più dettagliato aspetto della vita di uomini, aziende, nazioni, trasformandosi in un fenomeno planetario.

Scopri di più

Bonifiche ambientali e digitali

Cosa si intende per localizzatore satellitare GPS?

Nelle telecomunicazioni il sistema di posizionamento GPS è un sistema di posizionamento e navigazione satellitare militare statunitense.

Scopri di più

Cosa sono i Jammer?

Un jammer telefonico (disturbatore di frequenze) è uno strumento utilizzato per impedire ai telefoni cellulari di ricevere o trasmettere onde radio.

Scopri di più

E' possibile rilevare la presenza di GPS all'interno di una macchina?

Esistono diversi "angoli bui" all'interno di una macchina, di un furgone, o di veicoli in genere, dove poter nascondere un GPS, specialmente perchè, molto spesso, si tratta di dispositivi dalle dimensione piccolissime, al pari di uno smartphone od una chiavetta USB.

Scopri di più

Investigazioni digitali

Investigazioni a tutela della reputazione digitale

Il cellulare ha subito una grande evoluzione tecnologica, partendo dall’essere un semplice apparecchio per le telecomunicazioni, fino a diventare uno strumento di business.

Scopri di più

Investigazioni per identificare falsi profili social

Solo nel 2019, dalle differenti piattaforme digitali sono stati cancellati oltre 10 miliardi di falsi profili, fenomeno che impone una strutturale ridefinizione degli attuali modello di business utilizzati anche dai Big del tech, quali Amazon, Apple, Google, Alibaba, Uber, Airbnb, etc.

Scopri di più

Indagini sull'identità digitale di una persona

Secondo il più recente report di GlobalWebIndex, gli italiani trascorono in media 1 ora e 46 minuti sui social ogni giorno.

Inoltre si stima che ad ogni persona siano associati oltre 8 profili di identà digitali. 

Scopri di più

Investigazioni per la lotta alla diffamazione da fake news

Quelle che un tempo venivano comunemente definite “bufale” vengono, oggi, sofisticatamente ribattezzate “fake news”.

Scopri di più

Investigazioni a contrasto di fake news o notizie pilotate

Colpire l'emotività del soggetto destinatario propagando nella rete informazioni distorte.

Scopri di più

Investigazioni sulle fonti aperte, o indagini OSINT (Open Source INTelligence)

L’interesse personale di sapere cosa internet dice di ciascuno di noi od in riferimento a determinati soggetti, privati, pubblici, etc.

Scopri di più

Indagini SOCMINT (Social Media INTelligence)

Tali indagini permettono di verificare contenuti e informazioni presenti sui social network, nonchè di correlarne i profili digitali che li animano, all'identità dei soggetti che fisicamente li gestiscono, cosi da poterne identificare eventuali indirizzi di reperimento, recapito, etc. 
 
 

Scopri di più

Indagini SIGINT (SIgnals INTelligence)

Raccolta di informazioni attraverso intercettazioni ed analisi delle comunicazioni telefoniche, lo scambio di e-mail ed il monitoraggio del relativo traffico.

Scopri di più

Investigazioni digitali

La Fake Industries

Facebook chiude miliardi di profili falsi ogni anno, ma come li riconosce?

Scopri di più

Cosa sono le fake news?

Con il termine fake news, ci si riferisce a notizie false, generalmente divulgate tramite articoli redatti con informazioni fittizie (interamente o parzialmente), aventi lo scopo di utilizzare i mezzi di informazione per disinformare.

Scopri di più

Come riconoscere una fake news?

Il modo in cui le informazioni vengono acquisite, è stato radicalmente modificato tramite la tecnologia, ed in particolare l'avvento dei social media.

Al giorno d’oggi le persone sono continuamente bombardate da un'enorme mole di notizie, questo fa sì che ci si trovi a decidere in poco tempo se queste siano credibili o meno.

Scopri di più

Come verificare se un video è fake o auto-prodotto?

Oggi è molto importante verificare questo tipo di fonti per riuscire a distinguere una vera notizia da una fake news.

Scopri di più

Le fake news sono verificabili?

Trovandoci oggi in una realtà iperconnessa, vi è la sempre più frequente presenza di individui che diffondono intenzionalmente le fake news, con lo scopo di attirare l'attenzione sui social media, o semplicemente per causare panico, anche se, troppo spesso, sottese a motivazioni puramente economiche. 

Scopri di più

Come capire se una foto è fake?

Generalmente le fake news vengono presentate con delle immagini allegate, e in diversi casi queste stesse possono essere ambigue nel contesto di cui si parla.

Scopri di più

Cosa sono le indagini OSINT, Open Source Intelligence?

L'intelligence open-source (OSINT), comprende l'insieme dei dati provenienti dalla raccolta delle diverse fonti di pubblico accesso che, successivamente, vengono utilizzate in un contesto di intelligence governativa, privata, etc.
 

Scopri di più

Cosa sono le indagini SOCMINT?

La SOCial Media INTelligence contraddistingue il novero degli strumenti e delle soluzioni di indagine su scala di massa o collettiva, che consentono, alle organizzazioni complesse, enti governativi, od a esperti nella materia, di monitorare le diverse piattaforme digitali, nonchè qualsiasi canale di comunicazione pubblico, e le conversazioni presenti.

Scopri di più

Cosa sono le indagini COMINT?

COMINT, acronimo in lingua inglese per Communications Intelligence, è una sottocategoria del SIGINT che tratta le intercettazioni di comunicazioni vocali o testuali estranee.

Scopri di più

Cosa si intende per ASINT (All Source INTelligence)

Con la definizione “investigazioni ASINT”, acronimo di All-Sources INTelligence, si intende la sommatoria algebrica di tutte le tipologie di ricerca di intelligence quali, ad esempio, OSINT, HUMINT, SIGINT, etc., partitamente ed analiticamente trattate per ciascuna specialità.

Scopri di più

Cosa sono le indagini SIGINT?

SIGINT è l’acronimo di SIGnals INTelligence,
ovvero lo "Spionaggio di segnali elettromagnetici".

Scopri di più

Chi sono i Trolls?

Nel mondo web, si denominano come tali quei soggetti il cui scopo è quello di propalare asserzioni irritanti, offensive e, spesso, false, con lo scopo ultimo di generare reazioni, possibilmente abnormi.

Scopri di più

Cosa sono le indagini TECHINT (TECHnical INTelligence)

La TECHINT (acronimo per Technical Intelligence), è l'intelligence riguardante armi ed equipaggiamenti usati da forze armate straniere (cui spesso si fa riferimento con la locuzione inglese foreign materiel).

Scopri di più

Cosa sono le indagini ACINT (ACoustics INTelligence)?

L'ACINT, ovvero l’intelligenza acustica, disciplina la raccolta di informazioni di fenomeni sonori.

Scopri di più

Cosa si intende per Indagini ELINT (Electronic INTelligence)?

È a sua volta una delle specializzazioni della SIGINT, unitamente alla COMINT, da cui si distingue perché si focalizza sull’intelligence di segnali diversi.

Scopri di più

Cosa si intende per Indagini IMINT (IMagery INTelligence)?

La IMINT, si occupa dell’attività di raccolta di informazioni mediante l’analisi di fotografie aeree o satellitari.

Scopri di più

Indagini COMINT (COMmunications INTelligence)?

La COMINT, ossia, l'intelligence delle comunicazioni, è il monitoraggio delle reti e dei canali sociali, per identificarne profili, relazioni ed organizzazioni.

Scopri di più

Cosa sono le Indagini MASINT?

MASINT (acronimo inglese per Measurement and Signature Intelligence) è l'attività di raccolta di intelligence non classificabili in alcuna delle altre discipline principali di raccolta.

Scopri di più

Indagini tecniche e perizie forensi

Come si diventa informatici forensi?

È definita informatica forense l’applicazione di tecniche scientifiche investigative, finalizzate alla risoluzione di procedimenti giudiziari e alla protezione contro attacchi informatici, attraverso processi convalidati e standardizzati.

Scopri di più

Quali sono le differenze tra biologia forense e genetica forense?

La genetica forense è la sottodisciplina della biologia forense che si occupa di reperire e gestire elementi provenienti da fonti biologiche nell’ambito di indagini a carattere penalistico.

La stessa, nello specifico, si avvale di sofisticati strumenti e tecniche molecolari per l’identificazione e analisi del DNA.

Scopri di più

In cosa consistono analisi e perizie su tabulati telefonici?

Il traffico telefonico in entrata ed in uscita (chiamate ed sms) viene raccolto ed organizzato in schede, dette tabulati, che riportano indicazioni precise circa la posizione geografica della cella cui si era agganciati al momento dell’invio/ricezione, il tipo di “percorso” che il segnale ha fatto tra il cellulare del chiamante e quello del chiamato, la durata della chiamata, il nome del destinatario, la data e l’orario dell’avvenuta o della tentata comunicazione.

Scopri di più

Cosa si intende per mobile forensics?

La mobile forensics è la disciplina che si occupa dell’estrapolazione, con particolare attenzione al rispetto delle best practices, dei dati che sono contenuti all’interno di un dispositivo mobile (smartphone, tablet, etc.), anche cancellati, senza tuttavia danneggiarli o modificarli.

Scopri di più

Cosa si intende per dattiloscopia forense?

La dattiloscopia forense è la branca delle scienze forensi che si occupa dello studio dei dermatoglifi, e cioè delle impronte digitali dell’ultima falange delle dita delle mani.

Scopri di più

In cosa consistono le microanalisi forensi?

La microanalisi forense è la branca delle scienze forensi che si occupa dell’analisi e del confronto di tracce di materiale, anche minuscole, per il riconoscimento a livello molecolare.

Scopri di più

In cosa consiste la profilazione criminale o criminal profiling?

Si tratta di uno strumento comportamentale che viene predisposto, come ausilio agli investigatori, per la profilazione psicologica di soggetti criminali totalmente o parzialmente sconosciuti.

Scopri di più

Cybersecurity

Verifica della sicurezza di reti o sistemi informatici

Un programma di sicurezza che preveda regolari scansioni delle vulnerabilità.

Scopri di più

Penetration test

Tale attività tende all’identificazione di tutte le problematiche di sicurezza.

Scopri di più

Investigazioni su profili virtuali clonati e su furti di identità digitali

Il furto di dati personali e sensibili a scopo di perpetrare frodi è ripetutamente accaduto nella storia.

Scopri di più

Investigazioni su accessi abusivi a sistemi informatici

Chiunque abusivamente si introduce in un sistema informatico o telematico protetto da misure di sicurezza.

Scopri di più

Investigazioni su cyberstalking, cyberbullismo, sexting, revenge porn

Le caratteristiche di tale tipo di indagine trovano il loro comune denominatore nella difesa del soggetto debole, che viene, con le diverse modalità indicate, minato nella sua serenità.

Scopri di più

Investigazioni su frodi informatiche attuate attraverso sistemi di phishing e sniffing

Quando è il soggetto destinatario del messaggio di posta elettronica a fornire codici personalissimi, numeri di conto o di carte di credito semplicemente cliccando su uno dei banner.

Scopri di più

Investigazioni informatiche tramite ransomware, trojan, worm o malware in genere

Tale tipo di indagine è tesa ad intercettare tutte le “entità maligne” che possono essere immesse, con i più svariati stratagemmi, nei singoli dispositivi elettronici e che possono causare numerosi problemi.

Scopri di più

Recupero dati cancellati o danneggiati da memorie di archiviazione digitale

Analizzare in profondità memorie digitali di dispositivi, come hard disk, pen-drive, smartphone ed altre tipologie.

Scopri di più

Recupero di messaggi o conversazioni da applicazioni di messaggistica istantanea

Recuperare messaggi scambiati su applicazioni per computer, tablet e smartphone quali WhatsApp, Telegram, Messenger, Viber, WeChat, etc.

Scopri di più

Indagini per il recupero di e-mail e sms cancellati

Per recuperare messaggi sms o e-mail cancellati è d’obbligo procedere con un’estrapolazione dalle memorie digitali del dispositivo.

Scopri di più

Investigazioni sulla presenza di software spia e controllo remoto di device

La legge, di fatto, tollera la vendita di software spia per smartphone o pc, ma ne vieta espressamente l’utilizzo, camminando sanzioni severe.

Scopri di più

Indagini per monitoraggio Smartphone e PC, tramite software spia

L’utilizzo di appositi software per intercettare e utilizzare le informazioni ottenute.

Scopri di più

Controllo accessi informatici abusivi con Software Spia

Qualsivoglia realtà produttiva vede nel sistema informatico e nell’Information Technology, rispettivamente, sistema nervoso e cervello.

Scopri di più

Servizi di crittoanalisi

Recuperare un testo chiaro da un testo cifrato: ove si sia in possesso di uno o più testi cifrati.

Scopri di più

Indagini ed attività di Ethical Hacking

Nell’Arte della guerra, Sun Tzu diceva che “l’attacco migliore è quello che non fa capire dove difendersi. La difesa migliore è quella che non fa capire dove attaccare”.

Scopri di più

Cybersecurity

Cosa sono i malware trojan horse?

Questi trojan sono software che oltre ad avere delle funzionalità "lecite", utili per indurre l'utente ad utilizzarli, contengono istruzioni dannose che vengono eseguite all'insaputa dell'utilizzatore.

Non possiedono funzioni di auto-replicazione, quindi per diffondersi devono essere consapevolmente inviati alla vittima. Il nome deriva dal famoso cavallo di Troia.

I trojan, noti anche come cavalli di Troia, costituiscono una minaccia informatica particolarmente insidiosa, caratterizzata dalla capacità di mascherarsi da applicazioni legittime per ingannare gli utenti e indurli al loro download e installazione.

Questi software maligni sono progettati per esibire funzionalità apparentemente utili o desiderabili, celando però al loro interno codici dannosi che si attivano senza il consenso o la conoscenza dell'utente.

Le azioni malevole eseguite dai trojan possono variare significativamente, spaziando dal furto di dati sensibili alla compromissione dell'integrità del sistema informatico.

A differenza di altre forme di malware come virus e worm, i trojan non dispongono della capacità di auto-replicarsi o diffondersi autonomamente.

La loro distribuzione necessita di un'azione deliberata, richiedendo che vengano direttamente inviati o indirettamente scaricati dall'utente vittima, spesso tramite tecniche di ingegneria sociale, email phishing, allegati infetti o download da siti web non affidabili.

Questo aspetto sottolinea l'importanza critica di pratiche di sicurezza informatica consapevoli e cautelative da parte degli utenti.

L'origine del nome "trojan" è ispirata al leggendario Cavallo di Troia della mitologia greca, simbolo di inganno e strategia militare che consentì ai Greci di entrare indisturbati nella città di Troia.

In maniera analoga, i trojan digitali sfruttano la fiducia dell'utente per infiltrarsi nei dispositivi e scatenare le loro operazioni nocive una volta superate le difese iniziali.

Le potenziali minacce rappresentate da questi malware sono variegate e possono comportare gravi conseguenze, inclusi il furto di informazioni personali e finanziarie, l'asservimento del dispositivo infetto a fini malevoli (ad esempio, l'incorporazione in reti botnet per lanciare attacchi DDoS), il degrado delle prestazioni del sistema o la perdita di dati importanti.

La capacità dei trojan di rimanere nascosti fino all'attivazione del codice dannoso rende fondamentale l'adozione di strategie preventive efficaci.

Per contrastare la minaccia dei trojan, è essenziale implementare una serie di misure di sicurezza, tra cui l'utilizzo di soluzioni antivirus sempre aggiornate, l'esercizio di massima cautela nell'apertura di email e allegati sospetti, il download di software esclusivamente da fonti ufficiali e verificate, e un'educazione continua rispetto alle tecniche di ingegneria sociale impiegate dai cybercriminali.

In un contesto digitale in costante evoluzione, la consapevolezza e la prevenzione rappresentano le migliori difese contro le sofisticate strategie di attacco basate sui trojan.

Scopri di più

Cosa si intende per Ransomware?

Per Ransomware, in luogo comune, si fà riferimento ad un Virus che cripta tutti i dati presenti su un disco, secondo una chiave di cifratura complessa. 

Scopri di più

Cosa si intende per crittografia?

Tale termine, appartenete alla branchia della crittologia, contraddistingue determinati metodi in grado di rendere un messaggio “offuscato” per rendere impossibile la comprensione del contenuto a persone non autorizzate.

Scopri di più

Cosa si intende per danneggiamento informatico?

Il danneggiamento informatico è un reato che in Italia è regolato dall'articolo 635 bis del Codice penale, che lo ha introdotto dall'articolo 9 della legge 23 dicembre 1993, n. 547.

Scopri di più

Cosa si intende per Malware?

Quando si parla di malware (abbreviazione di malicious software, in italiano software malintenzionato) ci si riferisce ad un qualunque programma informatico utilizzato per lo scopo di disturbare le operazioni svolte al computer da un utente.

Scopri di più

Cosa si intende per Rogue antispyware?

Malware che si finge un programma per la sicurezza del PC, spingendo gli utenti ad acquistare una licenza del programma.

Scopri di più

Cosa si intende per Keylogger?

I Keylogger sono dei programmi in grado di registrare tutto ciò che un utente digita su una tastiera o che copia e incolla rendendo così possibile il furto di password o di dati che potrebbero interessare qualcun altro.

Scopri di più

Cosa si intende per file Batch?

Per File batch si intendono i file che hanno estensione ".bat".

Scopri di più

Cosa si intende per Malvertising?

Quando si parla di malicious advertising, si fà riferimento ad attacchi che originano dalle pubblicità delle pagine web.

Scopri di più

Cosa sono gli Adware?

Programmi software che presentano all'utente messaggi pubblicitari durante l'uso, a fronte di un prezzo ridotto o nullo. Possono causare danni quali rallentamenti del PC e rischi per la privacy in quanto comunicano le abitudini di navigazione ad un server remoto.

Scopri di più

Cosa sono i Rabbit?

Quando si parla di rabbit ci si riferisce a programmi che esauriscono le risorse del computer creando copie di sé stessi (in memoria o su disco) a grande velocità.

Scopri di più

Cosa sono gli Scareware?

Nel gergo informatico scareware individua una classe di software dannosi o comunque di limitata utilità, la cui installazione viene suggerita agli utenti attraverso tecniche di marketing scorretto o mediante i metodi dell'ingegneria sociale.


Scopri di più

Cosa sono i Rootkit?

I rootkit solitamente sono composti da un driver o a volte, da copie modificate di programmi normalmente presenti nel sistema. 

Scopri di più

Cosa sono i Virus informatici?

Ciò che a livello informatico può classificarsi "Virus"

Scopri di più

Cosa sono i Dialer?

Questi programmi si occupano di gestire la connessione ad Internet tramite la normale linea telefonica. Sono malware quando vengono utilizzati in modo illecito, modificando il numero telefonico chiamato dalla connessione predefinita con uno a tariffazione speciale, allo scopo di trarne illecito profitto all'insaputa dell'utente.


Scopri di più

Cosa sono i Worm?

Per riuscire a diffondersi questi malware non hanno la necessità di infettare altri file, perché tramite la modifica del sistema operativo della macchina ospite, verranno eseguiti automaticamente e tenteranno di replicarsi sfruttando per lo più Internet.

Scopri di più

Cosa si intende per Backdoor?

Le backdoor sono letteralmente "porta sul retro".

Scopri di più

Cosa sono gli spyware?

Gli spyware sono software che vengono usati per raccogliere informazioni dal sistema su cui sono installati e per trasmetterle ad un destinatario interessato.

Le informazioni carpite possono andare dalle abitudini di navigazione fino alle password e alle chiavi crittografiche di un utente.


Scopri di più

Cosa sono i Hijacker?

Questi programmi si appropriano di applicazioni di navigazione in rete (soprattutto browser) e causano l'apertura automatica di pagine web indesiderate.


Scopri di più

Cosa si intende per phishing?

Il phishing è un particolare genere di truffa attuata in rete, attraverso la quale un malintenzionato tenta di raggirare la designata vittima, con la finalità di convincerla a fornire dati sensibili, come possono esserlo le informazioni personali, i dati d’accesso o finanziari.

Scopri di più

Cosa si intende per ingegneria sociale?

Per ingegneria sociale (dall'inglese social engineering), si fa riferimento ad una specializzazione appartenente al settore della sicurezza informatica, che si occupa di analizzare il comportamento di qualsiasi individuo allo scopo di estrapolarne informazioni e dati ritenuti a qualsiasi fine di utilità.

Scopri di più

Cosa si intende per attacco informatico?

Nel gergo della sicurezza informatica, per cyber attacco si intende una qualsiasi manovra attuata da un’organizzazione (anche statale) o da un individuo con la finalità di colpire infrastrutture, sistemi informativi, reti di calcolatori e/o dispositivi elettronici personali per mezzo di atti malevoli, che solitamente provengono da una fonte anonima e sono finalizzati al furto o alterazione e distruzione di specifici obiettivi violando sistemi suscettibili.

Scopri di più

Cosa si intende per cyberstalking?

Il cyberstalking è una forma di molestia perpetrata attraverso strumenti telematici ed informatici, generando un perdurante stato di paura e ansia nella vittima, la quale teme per la propria incolumità, o di quella dei propri cari.

Scopri di più

Cosa si intende per cyberbullismo?

Il cyberbullismo è una forma di bullismo condotta attraverso strumenti telematici ed informatici, volta a procurare un danno psicologico alla persona vittima di tale persecuzione.

Scopri di più

Cosa si intende per revenge porn?

Col termine revenge porn si intende la pubblicazione e divulgazione di video o immagini di carattere intimo e sessuale senza che i protagonisti ne abbiano dato il consenso, con il preciso scopo di arrecare un pesante danno psicologico, direttamente derivante dal disfacimento della reputazione personale e personalissima.

Scopri di più

Cos’è la cybersecurity?

La cybersecurity indica il complessissimo sistema obbligatoriamente posto in essere dalle organizzazioni aziendali complesse, per minimizzare i rischi di sottrazioni patrimoniali o identità, perpetrate attraverso il mondo dell’informatica.

Scopri di più

Cosa si intende per Trojan?

Un trojan è un programma informatico malevolo, anche detto malware, che, proprio come la creazione figlia dell’ingegno di Ulisse, cela le sue reali intenzioni dietro un’apparenza di facciata che risulti quanto più credibile e innocua.

Scopri di più

Chi è un hacker?

Tale termine contraddistingue chi trae un piacere intellettuale nell’esplorazione dei dettagli di sistemi informatici programmabili, al fine di sperimentarne le modalità di estensione dell’utilizzo.

Scopri di più

Cosa si intende per Hacker?

Gli ambiti propri dell'operato di un "Hacker" hanno una terminologia, quasi, iniziatica, e, normalmente, mutuata dalla lingua inglese.

Si parla di attività di "Penetration Test", attcchi "Brute force", vulnerabilità di "Buffer overflow", attacchi di "Denial of service" o DDoS, etc., nonchè di numerosissimi altri ambiti di applicazione ancora, poichè la spazialità progettuale e operativa di un "Hacker", appunto, risiede, in nientemeno che la propria competenza informatica applicata all'estrosità. 

Scopri di più

Cosa si intende per penetration test?

Un penetration test è uno stress test dei sistemi e delle reti informatiche svolto da un cosiddetto ethical hacker, regolarmente incaricato dai titolari dell’infrastruttura di analizzarne ed evidenziarne le criticità, le falle e le debolezze così da poterle rinforzare, aumentando quindi il grado di sicurezza dell’infrastruttura stessa.

Scopri di più

Come si diventa Hacker?

Nell’immaginario comune, un hacker è un “pirata informatico” che è in grado di entrare abusivamente in reti e sistemi per compiere atti vandalici, furti ed ogni genere di amenità che costituiscono fattispecie di reato.

Scopri di più

Investigazioni preventive

E' possibile verificare le referenze del curriculum di un candidato?

Assolutamente sì, previo il rilascio dell'autorizzazione al Trattamento Dei Dati Personali e della Privacy  in linea con le recenti disposizioni del GDPR, da parte del candidato che ha sottoposto all'attenzione altrui il proprio curriculum. 

La pratica di verificare le referenze è usanza comune e sempre più spesso oggetto di vere e proprie attività di investigazione, in quanto necessaria per accertare la veridicità delle informazioni fornite dai candidati durante il processo di selezione.

La verifica delle referenze può essere considerata una parte importante del processo di valutazione di un candidato, in particolare quando ci sono dubbi sulla veridicità delle informazioni o delle esperienze riportate nel curriculum.

Questa pratica può aiutare a confermare l'accuratezza delle informazioni e a garantire che il candidato abbia effettivamente svolto le esperienze lavorative o accademiche dichiarate.

Durante la verifica, è possibile contattare direttamente i precedenti datori di lavoro, i supervisor o le persone indicate come referenze per ottenere conferme sulle informazioni riportate nel curriculum vitae.

Questa verifica può riguardare periodi di impiego, posizioni ricoperte, responsabilità assegnate e competenze acquisite.

È importante notare che la verifica delle skill deve essere condotta nel rispetto della privacy e delle normative applicabili sulla protezione dei dati personali.

Pertanto, è consigliabile ottenere il consenso esplicito del candidato prima di contattare le sue referenze e di trattare i dati personali in conformità con le leggi sulla privacy, come il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali" e il GDPR (Regolamento UE 2016/679).

Riguardo alla dicitura da inserire nel curriculum vitae, puoi scegliere una delle opzioni che hai menzionato precedentemente per autorizzare il trattamento dei dati personali presenti nel curriculum vitae.

Tale pratica di verifica o spesso, oggetto di vere e proprie attività di investigazione, potrebbe risultare quasi necessaria, considerando che una recente statistica ha rilevato come circa il 58% degli italiani tenda ad inserire nel proprio curriculum informazioni ed esperienze “gonfiate”, non realistiche o, addirittura, completamente false.

La dicitura inserita nel cv del candidato dovrebbe essere tra le seguenti:  

- Autorizzo il trattamento dei miei dati personali presenti nel cv ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e del GDPR (Regolamento UE 2016/679).

- Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio curriculum vitae in base all’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e all’art. 13 GDPR 679/16.

- Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Dlgs 196 del 30 giugno 2003 e dell’art. 13 GDPR (Regolamento UE 2016/679) ai fini della ricerca e selezione del personale.

Scopri di più

Cosa si intende per screening curriculare?

La cronaca ha spesso parlato di casi di candidati che hanno esagerato, omesso o falsificato esperienze professionali e bagaglio culturale, così da poter ottenere posti di lavoro molto ambiti.

Lo screening curriculare, anche noto come screening dei curriculum vitae, è un processo di valutazione e analisi dei documenti di candidatura presentati dai potenziali candidati per una posizione lavorativa.

Consiste nell'esaminare attentamente i curriculum vitae al fine di selezionare i candidati che meglio corrispondono alle competenze, alle qualifiche e alle esperienze richieste per il ruolo.

Durante lo screening curriculare, i reclutatori o i responsabili delle assunzioni esaminano i curriculum vitae per individuare informazioni chiave, come l'esperienza lavorativa precedente, le qualifiche accademiche, le competenze specifiche e altre informazioni pertinenti per la posizione da ricoprire.

Questo processo può essere effettuato manualmente o tramite l'uso di software o strumenti di screening automatico dei curriculum.

L'obiettivo dello screening curriculare è quello di ridurre il numero di candidati da considerare, concentrandosi sui profili più rilevanti e idonei per il ruolo.

Durante questo processo, i reclutatori possono utilizzare determinati criteri di selezione, come l'adeguatezza delle qualifiche, l'esperienza specifica nel settore, le competenze richieste e altri requisiti fondamentali.

Lo screening curriculare aiuta a ottimizzare il processo di selezione iniziale, riducendo il tempo e le risorse impiegate nella revisione di candidature non idonee.

Una volta completato lo screening curriculare, i candidati selezionati possono essere invitati per ulteriori fasi del processo di selezione, come interviste o valutazioni più approfondite, al fine di valutare le loro competenze e abilità in modo più dettagliato.

Scopri di più

Cosa sono le indagini pre-assunzione?

L'importanza di validare le esperienze professionali, titoli di studio e referenze di precedenti datori di lavoro.

Le indagini preassunzionali, anche conosciute come controlli pre-assunzione o verifiche pre-impiego, sono indagini o verifiche condotte da un datore di lavoro o da un'agenzia investigativa per raccogliere informazioni e valutare la idoneità di un potenziale candidato prima di procedere con l'assunzione.

Queste indagini possono comprendere una serie di attività, come la verifica delle referenze, la verifica dei precedenti impieghi, la verifica dell'educazione e delle qualifiche, la verifica dei record di credito e antecedenti penali, l'analisi delle competenze e delle abilità, nonché l'esame delle informazioni pubblicamente disponibili sul candidato, come la presenza sui social media.

L'obiettivo delle indagini preassunzionali è quello di ottenere informazioni aggiuntive sul candidato per valutarne l'affidabilità, l'onestà, la competenza e l'idoneità al ruolo offerto.

Queste verifiche mirano a garantire che il candidato abbia fornito informazioni accurate e veritiere nel curriculum vitae e durante il processo di selezione.

Possono anche aiutare a identificare potenziali problemi o rischi legati all'assunzione di un candidato, come precedenti comportamenti illegali o problemi finanziari.

Tuttavia, è importante sottolineare che le indagini preassunzionali devono essere condotte in conformità con le leggi sulla privacy e altre normative applicabili.

È fondamentale ottenere il consenso esplicito del candidato per effettuare tali verifiche e rispettare i diritti e le restrizioni legali riguardanti la raccolta e l'utilizzo delle informazioni personali.

Inoltre, è importante sottolineare che le indagini preassunzionali devono essere condotte in modo equo, non discriminatorio e nel rispetto delle norme sulle pari opportunità e sulla protezione dei dati personali.

Le investigazioni preassunzione sono volte alla raccolta di informazioni verificate sul candidato che aspiri ad una posizione aperta.

Comprendono un accertamento sul curriculum vitae che ne validi esperienze professionali e titoli di studio, oltre a collezionare eventuali referenze di precedenti datori di lavoro.

Le investigazioni preassunzione sono volte alla raccolta di informazioni verificate sul candidato che aspiri ad una posizione aperta.

Comprendono un accertamento sul curriculum vitae che ne validi esperienze professionali e titoli di studio, oltre a collezionare eventuali referenze di precedenti datori di lavoro.

Scopri di più

Esiste una banca dati degli studenti diplomati e laureati?

L'archivio nazionale degli studenti e dei laureati.

La risposta è si, esistono diverse banche dati e registri che archiviano informazioni sulle lauree e i diplomi conseguiti.

Tuttavia, è importante notare che l'accesso a queste banche dati può essere limitato e soggetto a restrizioni, in conformità alle normative sulla privacy e alla protezione dei dati personali.

In molti paesi, le università e le istituzioni accademiche mantengono i propri archivi e registri interni delle lauree e dei diplomi conferiti.

Queste informazioni possono essere verificate direttamente contattando l'istituzione in questione o utilizzando i servizi online messi a disposizione da alcune università per la verifica dei titoli di studio.

Inoltre, in alcuni paesi, esistono enti o agenzie governative preposte alla registrazione dei titoli di studio, come ad esempio i registri delle lauree o i registri professionali.

Questi registri possono fornire informazioni aggiuntive sulla validità e l'autenticità dei titoli di studio.

Tuttavia, è importante sottolineare che l'accesso a queste banche dati potrebbe essere limitato e controllato, e l'uso delle informazioni contenute potrebbe essere soggetto a restrizioni legali.

È necessario ottenere il consenso del titolare del titolo di studio o rispettare le norme e le leggi sulla privacy nel processo di verifica delle informazioni accademiche di un individuo.

In generale, la verifica dei titoli di studio richiede una combinazione di fonti e contatti diretti con le istituzioni accademiche o gli enti competenti per ottenere conferme ufficiali e attendibili sui diplomi e le lauree di un individuo.

In Italia tale archiviazione viene gestita direttamente dall'Ministero dell'Istruzione, e dal Ministero dell'Università e della Ricerca (MIUR), che ha realizzato una banca dati specifica, denominata Anagrafe nazionale degli studenti e dei laureati, ANS, che riceve i dati aggiornati dal singolo Ateneo.

Esiste inoltre una consorzio interuniversitario, affiliato al Ministero dell'Istruzione, a cui aderiscono oltre 75 Atenei nazionali e che rappresenta nella sua interezza, il 91% dei laureati complessivamente usciti dal sistema universitario italiano. 

Il consorzio è costituito dalle università aderenti, dal contributo del Ministero dell'Istruzione, dall'università della ricerca (MIUR), dalle imprese ed enti che fruiscono del servizio. 

Tuttavia, non è di pubblico dominio.

Da ciò, ne consegue che, in fase di recruiting, è necessario svolgere controlli approfonditi sul candidato prima di inserirlo come risorsa all’interno del proprio organico. Prevenire è meglio che curare.

Scopri di più

Inserire informazioni false nel curriculum è reato?

Le false o "gonfiate" esperienze lavorative e competenze culturali inserite nel curriculum del candidato.

Sì, fornire informazioni false o fraudolente nel curriculum vitae può costituire un reato in molti paesi.

Le conseguenze legali possono variare a seconda delle leggi nazionali e delle circostanze specifiche del caso. Alcuni possibili reati correlati all'inserimento di informazioni false nel curriculum vitae possono includere:

1. Frode: Se l'inclusione di informazioni false ha lo scopo di ottenere un vantaggio ingiusto o di trarre in inganno un datore di lavoro, potrebbe configurarsi come frode.

2. Falsa dichiarazione: Fornire intenzionalmente informazioni false in un documento ufficiale, come un curriculum vitae, può essere considerato una falsa dichiarazione o dichiarazione mendace.

3. Truffa: Se l'inserimento di informazioni false nel curriculum vitae ha lo scopo di ottenere un beneficio finanziario o materiale in modo fraudolento, potrebbe essere considerato un reato di truffa.

4. Falsificazione di documenti: Nel caso in cui il curriculum vitae contenga documenti falsificati o alterati, come diplomi o certificati falsi, potrebbe configurarsi come falsificazione di documenti.

Le conseguenze legali per queste condotte possono includere multe, sanzioni penali, azioni legali da parte del datore di lavoro danneggiato e possibili conseguenze sul futuro impiego, come la rescissione del contratto di lavoro.

È importante consultare le leggi del proprio paese per comprendere in modo specifico le implicazioni legali e le sanzioni associate alla presentazione di informazioni false o fraudolente nel curriculum vitae.

In ogni caso, è fondamentale fornire informazioni accurate, veritiere e complete nel curriculum vitae durante il processo di candidatura.

In Italia per poter rispondere occorre, innanzitutto, fare una distinzione.

Falsificare il proprio curriculum vitae ripotando informazioni sovrastimate o false per poter partecipare ad un concorso pubblico si incorre nel reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 496 Codice di procedura penale) ed è prevista una pena fino a 2 anni di reclusione.

Inserire esperienze lavorative e competenze culturali false o comunque “gonfiate” per poter ottenere un posto di lavoro in ambito privato invece non costituisce reato.

Tuttavia l’azienda che scopre di aver assunto una risorsa sulla base di un curriculum falso ha diritto al licenziamento in tronco del dipendente, con la possibilità di intentare una causa nei suoi confronti per il risarcimento dei danni arrecati.

Per poter rispondere occorre, innanzitutto, fare una distinzione: qualora si falsifichi il proprio curriculum vitae, ripotando informazioni sovrastimate o false, per poter partecipare ad un concorso pubblico si incorre nel reato di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 496 Codice di procedura penale), per il quale è prevista una pena fino a 2 anni di reclusione.

Inserire esperienze lavorative e competenze culturali false, o comunque “gonfiate”, per poter ottenere un posto di lavoro in ambito privato non costituisce reato.

Tuttavia, l’azienda che scopre di aver assunto una risorsa sulla base di un curriculum falso ha diritto al licenziamento in tronco del dipendente, con la possibilità di intentare una causa nei suoi confronti per il risarcimento dei danni arrecati.

Scopri di più

Stress test in fase di colloquio, cosa sono?

Le stressed interview, o colloqui sotto stress, sono tecniche di intervista che vengono utilizzate per valutare le reazioni emotive e le capacità di gestione dello stress di un candidato in situazioni di pressione.

Questi tipi di interviste possono fornire informazioni aggiuntive rispetto a quanto contenuto nel curriculum vitae, poiché cercano di mettere alla prova il candidato in situazioni simulate o reali di stress.

L'obiettivo di una stressed interview è osservare come un candidato affronta e gestisce lo stress, valutando le sue reazioni emotive, il livello di controllo delle emozioni, la capacità di problem-solving e di prendere decisioni in situazioni critiche.

Questo tipo di intervista può essere particolarmente utile in settori dove la gestione dello stress è fondamentale, come ad esempio in ruoli di leadership, di servizio pubblico o in ambiti ad alta pressione come l'ambito medico o l'aviazione.

Tuttavia, è importante considerare alcuni punti riguardo alle stressed interview:

1. Eticità: È importante che le stressed interview siano condotte in modo etico e rispettoso dei candidati. Gli intervistatori devono evitare di creare situazioni di stress eccessivo o manipolativo.

2. Validità e affidabilità: Le stressed interview devono essere basate su una metodologia valida e affidabile, in modo da ottenere risultati significativi e oggettivi. È importante che gli intervistatori siano addestrati nell'utilizzo di queste tecniche e che valutino in modo accurato le risposte e le reazioni del candidato.

3. Complemento al processo di selezione: Le stressed interview dovrebbero essere utilizzate come parte di un processo di selezione più ampio e non come unico metodo di valutazione. È importante considerare anche altri fattori, come l'esperienza, le competenze, le referenze e l'idoneità culturale.

4. Limitazioni: Le reazioni emotive sotto stress possono variare da persona a persona e possono non essere indicative delle abilità o delle capacità del candidato in una situazione lavorativa reale. Pertanto, le stressed interview dovrebbero essere considerate come un elemento supplementare nel processo decisionale.

In conclusione, le stressed interview possono fornire informazioni aggiuntive sull'adattabilità e sulla gestione dello stress di un candidato, ma è importante utilizzarle in modo etico, valido e complementare ad altre valutazioni nel processo di selezione.

Le stressed interview, ovvero gli stress test effettuati in fase di colloquio, servono ad ottenere maggiori informazioni riguardanti un candidato, che vadano oltre a quelle incluse all’interno del curriculum vitae.

Queste tecniche di “intervista sotto stress” consentono di valutare le reazioni emotive di un aspirante risorsa, il modo in cui reagisce a situazioni di pressione ed i più rilevanti aspetti caratteriali.

Scopri di più

Conformità e legittimità

Posso fare controllare il mio partner?

In linea generale si, tuttavia è doveroso ricordare che per commissionare un investigazione, tra le parti, soggetto richiedente e futuro attenzionato, esista un diritto da far valere o difendere. 

Far pedinare - seguire il proprio compagno è dunque possibile, purché si rispettino le modalità previste dalla legge, e che tale prerogativa possa enuclearsi partitamente nell’oggetto del mandato investigativo.

Sono frequenti indagini prematrimoniale e di verifica dell’affidabilità della persona con la quale si potrebbe avere in progetto di contrarre un mutuo, acquistare un’auto comune, procedere ad una locazione di abitazione per lungo periodo, oppure iniziare una convivenza anche per escludere il rischio che il partner possa avere frequentazioni promiscue, equivoche o addirittura mercenarie.

In Italia, pertanto, l'attività di controllo è possibile purché tra le parti ci sia un diritto da tutelarsi.

Gli esiti dell’indagine ovviamente devono essere rispondenti allo specifico quesito investigativo, pertanto sono escluse possibilità di commissionare indagini per mera curiosità, gelosia, risentimento nei confronti di rivali.

Scopri di più

È lecito controllare una persona a sua insaputa?

In Italia non esiste il reato di pedinamento, tuttavia prima di scoprirsi autori di condotte illecite, sono necessarie diverse premesse.

La legalità dell'attività di pedinamento da parte di un investigatore privato dipende dalle leggi e dalle normative specifiche del paese in cui si svolge l'indagine.

Le modalità e le restrizioni per l'attività di pedinamento possono variare notevolmente da paese a paese, quindi è importante consultare le leggi locali e ottenere informazioni precise nel contesto giuridico specifico in cui si desidera condurre l'indagine.

In molti paesi, l'attività di pedinamento può essere consentita, ma solo se è svolta nel rispetto della legge e nel pieno rispetto dei diritti fondamentali delle persone coinvolte, inclusa la privacy.

Ciò significa che l'investigatore privato deve agire in modo etico, responsabile e nel rispetto delle normative vigenti.

Tuttavia, in alcuni paesi, l'attività di pedinamento potrebbe essere severamente limitata o vietata.

Ad esempio, potrebbe essere richiesta una specifica autorizzazione o un mandato da parte delle autorità competenti per condurre un'indagine di questo tipo.

Pertanto, per determinare se l'attività di pedinamento di un investigatore privato è lecita, è importante consultare un esperto in campo di investigazioni o un professionista in grado di fornirti informazioni dettagliate sulle leggi e sulle restrizioni che disciplinano l'attività di pedinamento.

In Italia l'attività di pedinamento è una delle tecniche di investigazione più utilizzate, non è un reato, a condizione che avvenga saltuariamente e in luogo pubblico.

L’attività di pedinamento e osservazione statica e dinamica dovrà però essere discreta al fine di evitare che il soggetto controllato se ne accorga e possa avvertire disagio, paura o addirittura timore per la propria incolumità.

In questo caso la reiterazione della condotta può far correre il rischio della configurabilità del reato di molestia o, in alcuni casi, di stalking.

Durante il pedinamento l’investigatore è libero di scattare fotografie purché il soggetto sia in un luogo pubblico; può registrare una conversazione intrattenuta, anche telefonica ed a insaputa di quest’ultimo, ma solo attivamente, mentre al contrario non è legale utilizzare un registratore per poi allontanarsi, così come collocare microspie in luoghi privati o all'interno di automobili per registrare le conversazioni del soggetto attenzionato.

In linea generale la giurisprudenza ha stabilito che l’attività di pedinamento non è illegale purchè non generi preoccupazioni o timori nel soggetto controllato. 

In breve, l'investigazione deve essere completamente inavvertibile dal soggetto controllato. La pena è il reato di molestia o il fatto di aver creato un turbamento.

Scopri di più

E' lecito spiare il contenuto dello smartphone altrui?

Assolutamente no.

Spiare lo smartphone del proprio coniuge o compagna, perfeziona in molti casi il reato di interferenze illecite nella vita privata altrui.

La materia delle intercettazioni telefoniche o dello spionaggio a mezzo di software spia di cellulari, tablet, etc., resa oggi molto più penetrante avendo il legislatore codificato il ricorso a virus trojan, è rigorosamente circostanziata da un punto di vista legislativo, essendo obbligatoriamente rimesso l’utilizzo di tale strumento investigativo ad una esplicita statuizione da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Nessuna legge consente di spiare di nascosto il comportamento di una persona, compresi coniugi o partner. 

Infatti, ad eccezione della possibilità di registrare conversazioni in cui si è parte attiva, è vietato spiare messaggi, telefoni, conversazioni o registrare di nascosto dialoghi.

Tuttavia la questione di legalità o meno di spiare il contenuto di uno smartphone dipende dalle leggi e dalle normative specifiche del paese in cui ci si trova.

In generale, accedere o spiare il contenuto di uno smartphone senza il consenso del proprietario potrebbe costituire una violazione della privacy e potrebbe essere considerato un illecito.

Molti paesi hanno leggi che proteggono la privacy delle persone e vietano l'accesso non autorizzato ai dispositivi elettronici, compresi gli smartphone.

Queste leggi possono includere il divieto di accedere a messaggi, e-mail, foto, video e altre informazioni personali senza il consenso esplicito del proprietario del dispositivo.

Tuttavia, ci possono essere alcune eccezioni legali in determinate situazioni, come ad esempio quando l'accesso è autorizzato da un mandato emesso da un tribunale o se vi è il consenso esplicito del proprietario del dispositivo.

È importante consultare le leggi specifiche e ottenere una consulenza per comprendere appieno quali attività sono lecite e quali sono considerate una violazione della privacy.

In caso di dubbi, come per ogni circostanza, è sempre consigliabile cercare il parere di un esperto nel campo della privacy e del diritto digitale.

In Italia la materia delle intercettazioni telefoniche o dello spionaggio a mezzo di software spia o virus trojan, è rigorosamente circostanziata da un punto di vista legislativo, essendo obbligatoriamente rimesso l’utilizzo di tale strumento investigativo ad una esplicita statuizione da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Scopri di più

Hackerare email e account digitali è lecito?

Il termine gergale "bucare" comprende tutte le tecniche di intrusione fisica e telematica perfezionabili a danno di enti, aziende e persone. 

Scopri di più

Cosa sono i software spia?

Tecnologie per il controllo di dispositivi e strumentazioni digitali.

Scopri di più

Spiare Whatsapp, Sms o Email di una persona è legale?

Spiare manualmente il telefono del partner, rappresenta un’interferenza illecita nella vita privata di una persona, anche se si tratta del proprio partner e come conseguenza negativa vi sono dai 6 mesi fino ai 4 anni di reclusione.

Scopri di più

Privacy e investigazioni

Le investigazioni private invadono la privacy?

Un investigazione per non incombere in violazioni della privacy dev'essere svolta da soggetti muniti di licenza ex art. 134 TULPS.

Scopri di più

Che cosa si intende per GDPR?

Il regolamento destinato a consolidare le politiche di tutela dei dati personali, di tutti i cittadini d'Europa.

Scopri di più

Cosa fare in caso di violazione della privacy o dati personali?

Sanzioni amministrative, sanzioni penali e correttive in materia di violazioni al trattamento dei dati personali.

Scopri di più

Che cosa si intende per diritto all’oblio?

Il diritto di interrompere il trattamento dei propri dati personali.

Scopri di più

Per svolgere un'attività di investigazione privata, nel pieno rispetto del trattamento dei dati personali, l'investigatore deve aderire ad un codice deontologico?

Regole deontologiche relative ai trattamenti di dati personali per svolgere investigazioni difensive o per fare valere o difendere un diritto in sede giudiziaria.

Scopri di più

Requisiti investigatore privato

Quali sono i requisiti per diventare investigatore privato?

Investigatore per professione.

La professione dell'investigatore privato in Italia è disciplinata dall'art. 134 del TULPS (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) e dal Decreto Ministeriale 269/2010, che stabilisce i requisiti necessari per ottenere la licenza di investigatore privato.

Dopo l'aggiornamento del decreto ministeriale, per diventare detective è richiesto possedere una laurea, anche triennale, in Psicologia a Indirizzo Forense, Scienze Politiche, Giurisprudenza, Economia, Sociologia, Scienze dell'Investigazione o corsi di laurea equivalenti.

Tuttavia, non basta solo il titolo di studio, ma è anche necessario completare un periodo di pratica di almeno 3 anni presso uno studio investigativo che abbia operato per almeno 5 anni.

Inoltre, è richiesta una fedina penale pulita per soddisfare il requisito dell'onorabilità, il che significa che non devono esserci precedenti penali o condanne che possano influire sulla reputazione e la fiducia necessarie per svolgere il ruolo di investigatore privato.

Tuttavia, esistono alcune eccezioni per coloro che sono usciti dai reparti investigativi delle forze dell'ordine.

In questo caso, se un individuo si è congedato senza demerito da almeno 4 anni, non è richiesta una laurea specifica.

L'esperienza e il servizio prestato all'interno dei reparti investigativi sono considerati sufficienti per ottenere la licenza di investigatore privato.

È importante sottolineare che le norme e i requisiti possono variare da paese a paese, pertanto è sempre consigliabile consultare le leggi e i regolamenti specifici del proprio paese per avere informazioni aggiornate sulle disposizioni che disciplinano la professione dell'investigatore privato.

Scopri di più

La storia delle investigazioni private

L’investigazione privata nella sua forma più remota nasce in Francia nei primi dell’800.

Scopri di più

Quanto costa un investigatore privato?

Il detto popolare "chi più spende, meno spende" non sempre trova riscontro nella realtà.

Scopri di più

Cosa si intende per investigatore privato?

Un investigatore (in lingua inglese detective, dal verbo detect, "trovare", "scoprire") è una persona che svolge indagini finalizzate all'accertamento o all'esclusione dell'accadimento di determinati fatti e avvenimenti.

Scopri di più

Come diventare investigatore privato?

Esistono una serie di requisiti da dover rispettare per diventare un investigatore. Il primo di questi riguarda il possesso di una laurea in materie giuridiche (come giurisprudenza, criminologia o scienze investigative), ed aver maturato quantomeno tre anni di praticantato, alle dipendenze di un'agenzia investigativa o di un investigatore privato munito dei requisiti professionali da almeno cinque anni (la licenza per lo svolgimento di investigazioni private).

Scopri di più

Agenzia Investigativa?

Il settore investigazioni attira decine di migliaia di ricerche mensili su internet.


Scopri di più

L'investigatore su misura

Un'indagine investigativa è progettata per adattarsi perfettamente alle necessità del cliente.
 

Scopri di più

Cosa si intende per titolare della agenzia investigativa?

Il titolare dell’agenzia investigativa deve essere in possesso di alcuni requisiti per poter esercitare la sua attività.

Scopri di più

Italiana Investigatori

La nostra filosofia, idealmente, vuole fare propria la frase di Stendhal secondo cui per “vocazione" significa avere per mestiere la propria passione.

Scopri di più

Il "Collaboratore per gli Incarichi Investigativi Elementari" (CIIE)


Il "Collaboratore per gli Incarichi Investigativi Elementari" (CIIE) opera sotto la stretta supervisione del titolare della licenza investigativa, che può essere il legale rappresentante di un'impresa, indipendentemente dalla sua forma giuridica (individuale, collettiva, societaria).

Questo ruolo richiede una notifica formale all'inizio della collaborazione con la prefettura di competenza, garantendo così la trasparenza e il rispetto delle normative vigenti.

La procedura di notifica include l'invio di una dichiarazione, sottoscritta dal collaboratore, che funge da auto-certificazione.

Questa dichiarazione attesta che non esistono preclusioni legali o altri fattori che potrebbero impedire al collaboratore di esercitare le sue funzioni nell'ambito investigativo, come specificato dal decreto ministeriale 269/2010 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS).

Questo passaggio è cruciale per garantire che tutti gli operatori nel settore investigativo rispettino gli standard legali e etici richiesti.

Inoltre, il CIIE deve aderire rigorosamente alla legislazione sulla privacy e al segreto professionale, rispettando anche l'obbligo di cooperare con le autorità di pubblica sicurezza quando necessario.

Questi requisiti sono fondamentali per mantenere la fiducia pubblica e assicurare che le indagini siano condotte in modo etico e responsabile.

Le attività svolte dal CIIE sono diverse e richiedono un'attenta considerazione dei limiti legali:

• Pedinamento e appostamenti: queste attività devono essere realizzate evitando comportamenti che possano configurarsi come molestie o disturbo alla persona, conformemente all'articolo 660 del codice penale. È essenziale che il CIIE operi con discrezione e nel rispetto totale della legge.

• Riprese audiovideo e fotografiche: è vitale che queste operazioni non violino la privacy individuale. L'articolo 615 bis del codice penale stabilisce che non si possono effettuare riprese all'interno di domicili privati senza consenso, a meno che l'oggetto della ripresa non sia chiaramente visibile dall'esterno senza l'uso di strumenti.

• Sopralluoghi: limitati dalla normativa sull'inviolabilità del domicilio (art. 614 c.p.), i sopralluoghi devono essere condotti solo quando e dove legalmente permesso.

• Raccolta di informazioni: questa deve avvenire nei limiti imposti dalla legge, senza che il CIIE svolga attività di vigilanza o sicurezza, che rimangono al di fuori del suo campo di competenza legale.

Ogni attività deve essere condotta con un'attenzione scrupolosa ai dettagli legali e etici, assicurando che il lavoro del collaboratore sia sempre all'interno dei confini definiti dalla legge e dalle norme etiche del settore investigativo.

Questo non solo protegge l'indagine da potenziali contestazioni legali ma salvaguarda anche la reputazione e l'efficacia dell'agenzia investigativa stessa.

Scopri di più

Scegli di sapere

Il sottotitolo che ben potrebbe attribuirsi
a questo articolo è “contributi per una scelta consapevole”.

Scopri di più

Cosa si intende per Informatore commerciale dipendente?

Si tratta di una figura, che nell'ambito investigativo, deve presetare opportuni requisiti.

Scopri di più

Cosa si intende per Testo Unico di pubblica sicurezza (TULPS)?

Il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (acronimo TULPS), è un testo unico risalente al Regno d'Italia, oggi vigente nella Repubblica Italiana.

Scopri di più

Investigatore Privato costi e tariffe

Investigatore privato costi e tariffe agenzia investigativa?

Scopri di più

Quali sono le attività di un investigatore privato?

Le attività di indagine (stabilite dall’ 'art. 5 del decreto ministeriale 269/2010) comprendono una vasta rosa di attività, si spazia da investigazioni in ambiti privati, aziendali, commerciali o assicurativi arrivando ad indagini difensive o informazioni commerciali.  

Scopri di più

Cosa si intende per DM 269/2010?

Quando si parla di D.M. 269/2010 si pone riferimento al Decreto Ministeriale entrato in vigore nel 2010, e riferibile al Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS), che ha introdotto importanti integrazioni a favore degli istituti di investigazione privata e vigilanza privata.

Scopri di più

Quali sono le figure professionali di una agenzia investigativa?

Secondo D.M. 269/2010, all’interno di un’agenzia investigativa si distinguono diverse figure, ognuna con diversi requisiti caratterizzanti ed idonei ad una particolare attività.

Scopri di più

Glossario

Clustering

L'analisi del cluster o il clustering è il compito di raggruppare un insieme di oggetti in modo tale che gli oggetti nello stesso gruppo (chiamato cluster) siano più simili (in un certo senso) tra loro rispetto a quelli di altri gruppi (cluster).

È un compito principale del data mining esplorativo e una tecnica comune per l'analisi dei dati statistici, utilizzata in molti campi, tra cui riconoscimento dei modelli, analisi delle immagini, recupero delle informazioni, bioinformatica, compressione dei dati, computer grafica e machine learning.

Scopri di più

Albero di decisione

Nella teoria delle decisioni (per esempio nella gestione dei rischi), un albero di decisione è un grafo di decisioni e delle loro possibili conseguenze, (incluso i relativi costi, risorse e rischi) utilizzato per creare un 'piano di azioni' (plan) mirato ad uno scopo (goal).

Un albero di decisione è costruito al fine di supportare l'azione decisionale (decision making).

Nel machine learning un albero di decisione è un modello predittivo, dove ogni nodo interno rappresenta una variabile, un arco verso un nodo figlio rappresenta un possibile valore per quella proprietà e una foglia il valore predetto per la variabile obiettivo a partire dai valori delle altre proprietà, che nell'albero è rappresentato dal cammino (path) dal nodo radice (root) al nodo foglia.

Normalmente un albero di decisione viene costruito utilizzando tecniche di apprendimento a partire dall'insieme dei dati iniziali (data set), il quale può essere diviso in due sottoinsiemi: il training set sulla base del quale si crea la struttura dell'albero e il test set che viene utilizzato per testare l'accuratezza del modello predittivo così creato.

Nel data mining un albero di decisione viene utilizzato per classificare le istanze di grandi quantità di dati (per questo viene anche chiamato albero di classificazione).

In questo ambito un albero di decisione descrive una struttura ad albero dove i nodi foglia rappresentano le classificazioni e le ramificazioni l'insieme delle proprietà che portano a quelle classificazioni.

Di conseguenza ogni nodo interno risulta essere una macro-classe costituita dall'unione delle classi associate ai suoi nodi figli.

Il predicato che si associa ad ogni nodo interno (sulla base del quale avviene la ripartizione dei dati) è chiamato condizione di split.

In molte situazioni è utile definire un criterio di arresto (halting), o anche criterio di potatura (pruning) al fine di determinarne la profondità massima.

Questo perché il crescere della profondità di un albero (ovvero della sua dimensione) non influisce direttamente sulla bontà del modello.

Infatti, una crescita eccessiva della dimensione dell'albero potrebbe portare solo ad aumento sproporzionato della complessità computazionale rispetto ai benefici riguardanti l'accuratezza delle previsioni/classificazioni.

Una sua evoluzione è la tecnica della foresta casuale (random forest).

(fonte wikipedia)

Scopri di più

Data Cleaning

In informatica, con il termine Data cleaning si fa riferimento ad un generico processo capace di garantire, con una certa soglia di affidabilità, la correttezza di una grande quantità di dati (database, data warehouse, dataset, etc.)

Tale terminologia è stata utilizzata in passato per definire il "filtraggio" alla base del data mining: tale procedimento precede l'effettiva estrazione (mining) di quantità di informazione potenzialmente utile e precedentemente ignota, al fine di produrre conoscenza.

A volte si preferisce il termine "bonifica" inteso come processo di correzione e/o rimozione e/o integrazione di dati incompleti e/o obsoleti all'interno di un database.
(fonte wiki)

Scopri di più

Business Intelligence

Tale espressione è stata coniata nel 1958 da Hans Peter Luhn, ricercatore e inventore tedesco, mentre stava lavorando per IBM.

Con la locuzione business intelligence (BI) ci si può solitamente riferire a:
- un insieme di processi aziendali per raccogliere dati ed analizzare informazioni strategiche;
- la tecnologia utilizzata per realizzare questi processi;
- le informazioni ottenute come risultato di questi processi.

La business intelligence (BI) comprende le strategie e le tecnologie utilizzate dalle imprese per l’analisi dei dati delle informazioni aziendali.

Le tecnologie di BI forniscono viste storiche, attuali e predittive delle operazioni aziendali.

Funzioni comuni di tecnologie di business intelligence comprendono la segnalazione, elaborazione analitica online, analisi, data mining, processo di estrazione, elaborazione di eventi complessi, gestione delle prestazioni aziendali, il benchmarking, text mining, analisi predittiva e analisi prescrittiva.

Le tecnologie di BI possono gestire grandi quantità di dati strutturati e talvolta non strutturati per aiutare a identificare, sviluppare e altrimenti creare nuove opportunità commerciali strategiche.

Mirano a consentire una facile interpretazione di questi big data. Individuare nuove opportunità e attuare una strategia efficace basata su approfondimenti può fornire alle aziende un vantaggio competitivo sul mercato e una stabilità a lungo termine.

La business intelligence può essere utilizzata dalle imprese per supportare un'ampia gamma di decisioni aziendali che vanno da operative a strategiche. Le decisioni operative di base comprendono il posizionamento o il prezzo dei prodotti.

Le decisioni aziendali strategiche comportano priorità, obiettivi e direzioni al più ampio livello. In tutti i casi, la BI è più efficace quando combina i dati derivati ​​dal mercato in cui un'azienda opera (dati esterni) con i dati provenienti da fonti interne all'azienda come i dati finanziari e operativi (dati interni). Se combinati, i dati esterni e interni possono fornire un quadro completo che, in effetti, crea una "intelligenza" che non può essere derivata da alcun singolo set di dati.

Tra una miriade di usi, gli strumenti di business intelligence consentono alle organizzazioni di ottenere informazioni su nuovi mercati, valutare la domanda e l'idoneità di prodotti e servizi per i diversi segmenti di mercato e misurare l'impatto degli sforzi di marketing.

Le applicazioni BI utilizzano i dati raccolti da un data warehouse (DW) o da un data mart e i concetti di BI e DW si combinano come "BI / DW" o "BIDW". Un data warehouse contiene una copia di dati analitici che facilitano il supporto decisionale.
(fonte wiki)

Scopri di più

Intelligence competitiva IE

In economia aziendale con il termine intelligenza competitiva, o intelligenza economica, ci si riferisce solitamente all'insieme di attività sistematiche di back office finalizzate a fornire al management aziendale informazioni utili o strategiche (azioni di ricerca, trattamento, diffusione e protezione dell'informazione) sull'ambiente esterno all'impresa (mercato, clienti, concorrenti, tendenze, innovazioni, norme, leggi) a supporto dei processi decisionali della dirigenza, favorendo la competitività dell'impresa, il tutto integrato completamente con altri strumenti come il Knowledge Management o la Business Intelligence.

Il principio fondamentale è stato enunciato da Michael E. Porter della Harvard Business School: «dare l'informazione giusta alla persona giusta, nel momento giusto per prendere la giusta decisione»

Questa disciplina, nata insieme alla globalizzazione dei mercati e alla necessità di adottare un processo di anticipazione dei cambiamenti dei mercati e dell'ambiente economico, sta diventando un sostegno indispensabile al processo strategico usando l'informazione come strumento per migliorare le performance economica e/o tecnologica.

La sua missione è "sapere per anticipare".

L'Intelligenza economica si differenzia dal data mining o dalla business Intelligence perché non si tratta, contrariamente a questi altri due strumenti, di un sistema informatico da introdurre in azienda e da far funzionare in automatico ogni qual volta si ricerca un'informazione.

l'IE, come viene comunemente abbreviata, è una cultura di impresa che impregna un'organizzazione della cultura dell'informazione per passare dall'era dell'informazione a quella della conoscenza.

In Europa i paesi più attivi in questo campo sono il Regno Unito e la Francia.

In Italia è poco sviluppata ed esistono pochi siti su cui si possono trovare informazioni relative alla IE:

Le parole chiave da cercare sono "intelligenza economica", "competitive intelligence", "intelligenza competitiva", "informazione strategica".
(fonte wiki)

Scopri di più

Informazioni commerciali: da banche dati e investigative

Le informazioni commerciali, principalmente, permettono di valutare solvibilità, affidabilità e reputazione di un nuovo candidato, di un cliente, un fornitore, un partners commerciale, un eventuale investitore, etc.

Si possono classificare su diverse basi:

Da soggetto: il profilo interessato se si tratta di una persona fisica o giuridica;

Da Informazioni Da banca dati: sono evase rapidamente (minuti o ore) e si basano solo su informazioni di banche dati come camere di commercio, catasto e agenzie di rating: sono utili in fase precontrattuale per valutare rapidamente l'affidabilità della controparte.

Informazioni Investigate: richiedono qualche giornata o settimana di lavoro e integrano le informazioni delle precedenti con elementi reperiti da analisti che fanno investigazioni telefoniche o sul territorio.

Sono opportune se, a seguito di contratti già in essere, si vogliono intraprendere iniziative di tutela.

Le principali sezioni di un'indagine commerciale sono:

- anagrafica del soggetto, con gli elementi utili alla sua identificazione (Nome, codice fiscale);
- recapiti, indirizzo di residenza o della sede societari, utenze telefoniche;
- attività lavorativa;
- beni mobili registrati, generalmente autoveicoli attenuto dal PRA;
- beni immobili, ottenuti da catasto;
- rapporti finanziari, come conti correnti, conti deposito o carte di credito;
- negatività, come eventuali protesti o procedure legali;
- informazioni camerali, per i soggetti giuridici: per lo più esponenti, soci, unità locali;
- dati di bilancio, per i soggetti giuridici obbligati a depositare queste informazioni.

Alcune di queste informazioni sono sensibili e possono andare a ledere la privacy del soggetto indagato, perciò sono attività regolamentate per legge e se presenti devono essere reperite da agenzie investigative autorizzate dal prefetto.

Scopri di più

Il Company Register: registro imprese nazionale

Il registro delle imprese, per la legge italiana, è un pubblico registro informatico in cui le imprese italiane, le imprese estere con sede o unità locale in Italia e gli altri enti (es. fondazioni, associazioni) che esercitano un'attività economica rivolta a terzi, sono tenuti all'iscrizione.

Al momento dell'iscrizione l'impresa deve dichiarare il possesso dei requisiti di legge previsti (es. versamento del capitale sociale, iscrizione ad albi e ruoli o titoli di studio abilitanti).

Il Registro Imprese esegue un controllo formale su quanto dichiarato o prodotto dall'impresa.

A seguito del D.lgs. n.59/2010 e dei DM 26 ottobre 2011, il Registro Imprese ha assunto anche le funzioni ricoperte dagli ex Ruoli degli Agenti di commercio, degli Agenti d'affari in mediazione e degli spedizionieri autorizzati, per cui effettua il controllo sia in fase di inizio attività con SCIA, sia periodico (revisione dinamica) dei requisiti abilitanti di questi soggetti.

Sono escluse dall'iscrizione le libere professioni ordinistiche (es. medici, avvocati), salvo il caso di esercizio di attività d'impresa (es. direzione di clinica privata).

Il Registro Imprese costituisce la fonte primaria di certificazione dei dati costitutivi delle imprese e dei soggetti economici iscritti, così come le anagrafi comunali lo sono per i dati dei cittadini.

Chi svolge in Italia un'attività economica, sotto forma di impresa deve iscriversi al registro delle imprese tenuto dalle camere di commercio italiane (la circoscrizione di competenza può variare, deve essercene almeno una per ogni Regione), interconnesse tramite la loro società di informatica, InfoCamere S.c.p. A.

Il Registro delle Imprese è retto dal "Conservatore", le cui funzioni sono ricoperte di solito dal Segretario generale della Camera di commercio o da un dirigente camerale. Il conservatore della Camera di commercio ha il potere di respingere (rifiuto di iscrizione) le richieste di iscrizione non conformi e di inibire le attività delle imprese prive dei requisiti di legge.

Il richiedente, in caso di iscrizione errata o di mancata iscrizione di un dato nel Registro, decide in merito il Conservatore. In caso di non accoglimento della richiesta o nel caso il Conservatore non possa decidere nel merito (es. controversia tra soci) ci si deve rivolgere ad un organo speciale di giurisdizione, il Giudice del registro, presso il Tribunale competente.

In caso di controversie societarie è possibile rivolgersi al competente Tribunale delle imprese o presso il TAR per i ricorsi amministrativi.

Previsto inizialmente dal Codice civile del 1942, venne attuato completamente soltanto con la legge 29 dicembre 1993, n. 580, e reso operativo in forma cartacea con il DPR n. 581 del 1995.

Il registro delle imprese è pubblico ed unifica quelli che un tempo erano il registro delle società - tenuto dalle cancellerie commerciali dei tribunali - e il registro ditte, tenuto originariamente dalle camere di commercio.

In esso sono conservati a norma di legge, in forma informatica tutti gli atti e documenti inerenti alla vita delle imprese, assicurando la completezza ed organicità della pubblicità legale per tutte le imprese soggette ad iscrizione.

Dal 1996 al 2010 il Registro imprese è divenuto progressivamente telematico: dal 1 aprile 2010 per effettuare iscrizioni o variazioni nel registro delle imprese delle Camere (ma anche per gli archivi pubblici di Inps, Inail e Agenzia delle entrate) va utilizzata obbligatoriamente la procedura telematica chiamata "ComUnica".

Sezione ordinaria registro imprese:

Nella sezione ordinaria si iscrivono:
- imprenditori individuali esercenti imprese commerciali di non modeste dimensioni (ex art.2195 c.c.);
- società di persone (tranne la società semplice);
- società di capitali;
- consorzi fra imprenditori con attività esterna;
- i gruppi europei di interesse economico con sede in Italia (G.E.I.E.);
- gli enti pubblici che hanno per oggetto esclusivo o principale un'attività commerciale;
- le società estere che hanno in Italia la sede dell'amministrazione, ovvero l'oggetto principale della loro attività;

L'iscrizione alla sezione ordinaria produce effetti di pubblicità legale dichiarativa per tutti gli imprenditori iscritti eccetto le società di capitali, per le quali l'iscrizione ha effetto di pubblicità legale costitutiva.

Sezione speciale:

Alla I sezione speciale si iscrivono, con diverse qualifiche:
- imprenditori agricoli individuali (persone fisiche e persone giuridiche)
- piccoli imprenditori commerciali
- le società semplici
- imprenditori artigiani

Nella II sezione speciale si iscrivono:
- società tra professionisti (società tra avvocati)

La III sezione speciale è destinata alla pubblicità dei legami di gruppo:
- società o enti che esercitano attività di direzione e coordinamento e quelle che vi sono soggette

La IV sezione speciale è destinata invece alle imprese sociali (Art. 5 D.Lgs. 155/2006):
- le organizzazioni private qualificabili come “imprese sociali” ai sensi del D. Lgs. 155/2006 sono tenute ad iscriversi nella sezione speciale delle imprese sociali.

Nella V ed ultima sezione speciale vanno iscritti:
- gli atti di società di capitali in lingua comunitaria diversa dall'italiano
Art. 2250 c.c. (come modificato dall'art. 42 della legge 88/2009) Le società di capitali hanno la facoltà di pubblicare in questa sezione speciale la versione in lingua comunitaria diversa dall'italiano degli atti iscritti o depositati nel registro imprese.

L'efficacia di questo adempimento è asimmetrica: la società non può opporre a terzi le eventuali difformità tra la versione italiana e quella in lingua straniera, mentre i terzi possono avvalersene (in sostanza, i terzi possono scegliere tra le due versioni quella per essi più vantaggiosa).

Consultazione:
L'iscrizione alla sezione speciale ha effetti di pubblicità notizia per tutte le imprese eccetto le società semplici esercenti attività agricola e gli imprenditori agricoli individuali anche piccoli (d.lgs. 228/2001)

Nato in modalità informatica per espressa volontà del legislatore, l'aspetto informatico del registro delle imprese è stato realizzato, InfoCamere ScpA per conto delle Camere di Commercio che ne gestisce l'archivio secondo tecniche informatiche.

La tempestività dell'informazione giuridico-economica sulle imprese è garantita dai singoli uffici del registro delle imprese i quali hanno cinque giorni per l'evasione delle principali pratiche telematiche, così come disposto dal regolamento di attuazione del registro delle imprese.

L'accesso all'interrogazione dei registri delle camere di commercio per ottenere visure (visura camerale), bilanci, protesti e altri tipi di atti o informazioni presenti negli archivi camerali è possibile oltre che allo sportello, anche in tempo reale via Internet con la registrazione al servizio "Telemaco".

Dal registro delle imprese è possibile ottenere informazioni dettagliate su singole imprese (natura giuridica, data di costituzione e capitale sociale, codice fiscale, attività svolta, organi sociali, poteri di rappresentanza associati agli organi sociali, numero addetti, eccetera), elenchi di aziende selezionate in base a vari parametri di ricerca combinabili tra loro (localizzazione geografica, natura giuridica, settore di attività) e conoscere le variazioni più importanti relative alla vita delle singole aziende (cessazione, liquidazione, fallimento, variazioni delle cariche, trasferimenti).

I prospetti ottenibili dal registro imprese sono:
- tutti i tipi di certificati e visure (ordinari, storici, di deposito ecc.), anche in lingua inglese
- copie degli atti e dei bilanci
- elenchi di imprese
- schede sintetiche sulle persone e sulle imprese iscritte
- schede sui soci.

Accanto al registro delle imprese, e in modo ad esso complementare, viene tenuto il repertorio economico amministrativo: si tratta della raccolta di notizie economiche ed amministrative, come numero di unità locali, attività economica effettivamente svolta nella sede legale, classificazioni ATECO e Istat, ecc.

Di norma, il registro può accogliere solamente quelle iscrizioni e/o modificazioni nei dati dei soggetti obbligati espressamente previste dalla legge (principio di tipicità).

Istat:
L' Istituto Nazionale di Statistica (italiano: Istituto Nazionale di Statistica; Istat) è il principale produttore di statistiche ufficiali in Italia. Le sue attività comprendono il censimento della popolazione, i censimenti economici e una serie di indagini e analisi sociali, economiche e ambientali.

L'Istat è di gran lunga il maggiore produttore di informazioni statistiche in Italia ed è un membro attivo del Sistema statistico europeo, coordinato da Eurostat.

Le sue pubblicazioni sono rilasciate sotto licenza Creative Attribons "Attribution" (CC BY)

L'Istat è stato creato nel 1926 come "Istituto centrale di statistica" (Istituto Centrale di Statistica), per raccogliere e organizzare i dati essenziali sulla nazione. Ha assunto l'attuale denominazione con la riforma del 1989.

Ciò ha anche conferito all'Istat la responsabilità statutaria per il coordinamento e la standardizzazione delle statistiche ufficiali raccolte o pubblicate sotto l'egida del sistema statistico nazionale SISTAN, la cui appartenenza comprende gli uffici statistici di ministeri, agenzie nazionali, regioni, province, comuni, camere di commercio e organismi simili.

Dal 4 agosto 2009, Enrico Giovannini, ex capo statistico dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), è stato il presidente dell'istituto.

-

List of company registers, worldwide registry

Di seguito è riportato un elenco incompleto dei registri delle società e/o organizzazioni, per paese di giurisdizione operativa:

Afghanistan:
Minister of Commerce and Industries - Central Business Registry

Albania:
National Business Center (Qendra Kombetare e Biznesit)

Algeria:
Il Centro nazionale del registro delle imprese (Centre National du Registre du Commerce, CNRC) (in francese)

Andorra:
Oficina de Marques

Angola:
Ministero della giustizia e dei diritti dell'uomo - Registro centrale dei nomi delle imprese (Ficheiro Central de Denominações Sociais) (in portoghese); Ministero delle finanze - Registro dei fornitori statali (in portoghese)

Anguilla:
Anguilla Financial Services - Anguilla Commercial Online Registration Network (ACORN)

Antigua e Barbuda:
Commissione di regolamentazione dei servizi finanziari (non ricercabile)

Argentina:
Ministero della giustizia e dei diritti umani (in spagnolo); Gazzetta ufficiale ("Sociedades") (in spagnolo); Amministrazione federale delle entrate pubbliche - controllo del numero di identificazione fiscale (CUIT) (in spagnolo); National Securities Commission – Emittenti; National Procurement Office - Providers (in spagnolo); Ministero degli Affari Esteri e Culto - Repertorio degli importatori / esportatori (in spagnolo)

Armenia:
Ministero della giustizia - Registro statale delle persone giuridiche; Servizio fiscale – Contribuenti; Central Bank of Armenia - Società quotate (in armeno)

Aruba:
Camera di commercio e industria di Aruba

Australia:
Commissione australiana per i titoli e gli investimenti - Cerca nei registri ASIC; Commissione australiana per i titoli e gli investimenti - Set di dati; Australian Business Register - Australian Business Number Lookup; Ufficio del registrar of Indigenous Corporations - Search Corporations

Austria:
Firmenbuch (in tedesco) Informazioni sull'accesso al registro delle imprese ufficiale; Wiener Zeitung - Firmenmonitor (avvisi di società) (in tedesco); Autorità del mercato finanziario - Società vigilate

Azerbaigian:
Ministero delle imposte - Registro statale delle entità aziendali (in azero); Ministero delle imposte - Imprese impegnate nella produzione (in azero)

Bahamas:
Dipartimento del cancelliere generale

Bangladesh:
Ufficio del cancelliere delle società per azioni e delle imprese

Bahrain:
Ministero dell'Industria e del Commercio; Camera di commercio e industria del Bahrain - Ricerca dei membri; Central Bank of Bahrain - Registro CBB

Barbados:
Ufficio Affari corporativi e proprietà intellettuale – Registranti

Bielorussia:
Ministero della giustizia - Registro statale unificato delle entità giuridiche e dei singoli imprenditori (in russo)

Belgio:
Crossroads Bank for Enterprises; Giustizia di servizio pubblico federale - Ricerca d'impresa (in francese); Banca nazionale belga - Ufficio centrale di bilancio; Autorità per i servizi finanziari e i mercati - Registro delle società pubbliche (STORI)

Belize:
Registro delle imprese internazionali del Belize

Benin:
Ministero dell'industria, del commercio, delle piccole e medie imprese - Registro delle imprese (GUFE) (in francese)

Bermuda:
Registrar of Companies

Bhutan:
Ministero dell'economia

Bolivia:
Registry of Commerce (Fundempresa) (in spagnolo)

Bosnia ed Erzegovina:
Federazione di Bosnia ed Erzegovina e Brčko Distretto di Bosnia ed Erzegovina - Registri delle entità aziendali; Republika Srpska - Registers of Business Entities; Federazione di Bosnia ed Erzegovina e distretto di Brčko - Registro dei titoli – Emittenti; Republika Srpska - Registro centrale dei valori mobiliari – Emittenti

Botswana:
Autorità per le società e la proprietà intellettuale

Brasile:
BM&F Bovespa - Società quotate; Ministero delle finanze - Entrate federali - Ricerca numero di identificazione fiscale (CNPJ) (in portoghese); Registri di stato - Dipartimento di registrazione e integrazione delle imprese (DREI); Registri commerciali (juntas comerciais) (in portoghese)

Isole Vergini britanniche:
Commissione per i servizi finanziari - Registro degli affari corporativi

Brunei:
Camera del procuratore generale del Brunei

Bulgaria:
Registro delle imprese bulgaro (in bulgaro); Camera di commercio e industria bulgara - Registro delle imprese

Burkina Faso:
House of Enterprises (Maison de l'Entreprise) - Ricerca di aziende (in francese)

Burundi:
Autorità per la promozione degli investimenti

Cambogia:
Ministero del Commercio - Registrazione delle imprese

Camerun:
Camera di commercio, industria, miniere e mestieri (CCIMA) - Elenco società (in francese), Camera di commercio, industria, miniere e mestieri (CCIMA) - Database di imprese industriali (in francese); Ministero dell'economia, della pianificazione e dello sviluppo regionale - Elenco società (Annuaire des entreprises); National Institute of Statistics - Elenco delle società (in francese)

Canada:
Corporations Canada - Search for a Federal Corporation; Canada's Business Registries

Capo Verde:
Gazzetta ufficiale (in portoghese)

Isole Cayman:
Registro generale; Autorità monetaria delle Isole Cayman - Ricerca di entità

Repubblica centrafricana:
Ministero del commercio e dell'industria (in francese); Ministero per la promozione delle piccole e medie imprese (in francese)

Cile:
Registro del commercio di Santiago (in spagnolo); Gazzetta ufficiale (in spagnolo); Supervisore degli strumenti finanziari e assicurativi (in spagnolo); Ministero delle finanze - Elenco dei fornitori (in spagnolo)

Cina:
Amministrazione statale per la regolamentazione del mercato (in cinese); Credit China (in cinese); Ministero del Commercio - Sistema di rating del credito aziendale (in cinese); Amministrazione statale delle imposte - Richiesta di rating del credito societario (in cinese)

Hong Kong:
Sistema informativo integrato del registro delle imprese di Hong Kong (ICRIS) - Registro delle imprese; Inland Revenue Department - Richiesta numero di registrazione dell'attività; Commissione titoli e futures - Registro pubblico delle persone autorizzate e delle istituzioni registrate

Macao:
Government Printing Bureau; Directorate of Justice Affairs Services

Taiwan:
Ministero dell'economia - Richiesta di registrazione della società (in cinese); Ministero dell'economia - Elenchi per la registrazione delle imprese (in cinese); Ministero dell'economia - Elenchi delle registrazioni delle imprese (per comune) (in cinese); Ministero dell'economia - Elenco delle società di Taiwan nella Cina continentale (in cinese); Ministero degli Affari economici - Elenco delle società di Taiwan che svolgono attività commerciali al di fuori di Taiwan (in cinese); Ministero dell'economia - Elenco delle società non taiwanesi registrate a Taiwan (in cinese); Borsa di Taiwan - Sistema di osservazione di mercato

Colombia:
Registro unificato commerciale e sociale (RUES) (in spagnolo); Soprintendenza delle multinazionali - Business Check (in spagnolo) (ulteriori dettagli sull'azienda); Soprintendenza delle multinazionali - SIREM Company Search (in spagnolo); Superintendencia Financiera de Colombia - Sistema informativo completo di borsa (SIMEV) (in spagnolo)

Congo:
Ministero della giustizia e dei diritti umani - Registro delle imprese (Guichet unique) (in francese); Centro nazionale di statistica e studi economici (in francese); "Base de données"; Gazzetta ufficiale (in francese)

Isole Cook:
Commissione di vigilanza finanziaria – Segreteria

Costa Rica:
Registro nazionale (è richiesta la registrazione) (in spagnolo); Direzione generale delle imposte (DGT) - Controllo della società (in spagnolo); Sistema di appalti pubblici - Ricerca di fornitori (in spagnolo)

Costa d'Avorio:
Center for Investment Promotion - Ricerca di aziende (in francese)

Croazia:
Directory delle aziende croate; Ministero della giustizia - Registro delle imprese (in croato); Camera dell'economia - Directory di esportazione (in croato)

Cuba:
Ufficio nazionale di statistica - Registri (in spagnolo)

Curaçao:
Camera di commercio e industria di Curaçao

Cipro:
Dipartimento del Registrar of Companies and Official Receiver

Repubblica Ceca:
Ministry of Justice - Ricerca nel registro delle imprese (in ceco); Ministero delle finanze - Registro delle entità economiche; Ministero dell'industria e del commercio - Registro delle licenze commerciali (la versione ceca ha ulteriori dettagli)

Danimarca:
Registro centrale delle imprese; Autorità di vigilanza finanziaria - Imprese sotto supervisione; Regni danesi; Isole Faroe - Autorità di registrazione della società; Groenlandia - Greenland Business Register (GER) (in danese)

Gibuti:
Office of Industrial Property and Commerce (ODPIC) - Bollettino ufficiale (in francese)

Dominica:
Ufficio delle società e della proprietà intellettuale

Repubblica Dominicana:
Generate Directorate of Internal Revenue (DGII) - Ricerca delle società che pagano le tasse (in spagnolo); Generare Directorate of Internal Revenue (DGII) - Società senza operazioni (in spagnolo); National Office of Industrial Property (ONAPI) - Ricerca per nome commerciale (in spagnolo); Direzione generale degli appalti pubblici - Ricerca di fornitori (in spagnolo); Santo Domingo - Camera di commercio e produzione di Santo Domingo (in spagnolo)

Ecuador:
Soprintendenza delle società (in spagnolo); Internal Revenue Service (SRI) - Verifica della società (in spagnolo); National Institute of Statistics and Census (INEC) - Business Directory (in spagnolo); Segretariato nazionale di gestione delle politiche - Elenco delle organizzazioni sociali (in spagnolo); Sistema ufficiale di appalti pubblici - Ricerca di fornitori (in spagnolo)

Egitto:
Ministero dell'industria e del commercio estero - Punto commerciale internazionale egiziano; Autorità generale per le zone franche e gli investimenti

El Salvador:
National Center of Registries - Elenco delle imprese registrate (in spagnolo); Ricerca ufficiale della gazzetta (in spagnolo); Istituto salvadoregno previdenziale - Società solventi (in spagnolo); Unità per gli appalti pubblici (UNAC) - Elenco dei fornitori (in spagnolo)

Eritrea:
Ministry of Information - Gazzetta ufficiale (Haddas Ertra) (in Tigrinya)

Estonia:
Centro dei registri e dei sistemi di informazione; Autorità di vigilanza finanziaria - Entità vigilate

Etiopia:
Ministero del Commercio

Figi:
Governo delle Figi - Registrazione di imprese e imprese

Finlandia:
Registro delle imprese finlandesi - Ricerca di aziende; BIS Information Service; Åland - Åland Online - Aziende, organizzazioni e associazioni

Francia:
Registro del commercio (Infogreffe) (in francese); INSEE - Ricerca azienda (Sirene) (in francese); Greffe francese del Tribunal de Commerce di Parigi; Journal officiel de la République française - Bollettino delle comunicazioni legali obbligatorie (in francese); Bollettino ufficiale degli avvisi civili e commerciali (Bodacc) (in francese); Autorité des marchés financiers - Database di decisioni e informazioni finanziarie (BDIF)

Gabon:
Agenzia per la promozione degli investimenti (Centre de Développement des Entreprises) (non ricercabile) (in francese)

Gambia:
Registro iCommerce

Georgia:
Registro pubblico (in georgiano)

Germania:
Registro delle imprese tedesco - Ricerca di aziende; Bundesanzeiger - Company Register; Autorità federale di vigilanza finanziaria - Società quotate (in tedesco)

Ghana:
Dipartimento del cancelliere generale; Autorità per gli appalti pubblici - Fornitori e appaltatori registrati

Gibilterra:
Companies House Gibraltar

Grecia:
Registro commerciale generale ( Γενικό Εμπορικό Μητρώο ) (in greco); Gazzetta ufficiale - Ricerca di aziende (in greco); Athens Chamber of Commerce & Industry (EBEA)

Grenada:
Registrar of Companies and Intellectual Property

Guatemala:
Registro mercantile (è richiesto l'abbonamento) (in spagnolo); Sistema di approvvigionamento statale - Ricerca di fornitori (in spagnolo)

Guernsey:
Isole del Canale: Registro di Guernsey

Guinea:
Agenzia di promozione degli investimenti (in francese)

Guyana:
Ministero degli Affari Legali - Registro degli atti (non ricercabile); La gazzetta ufficiale della Guyana; Georgetown - Camera di commercio e industria di Georgetown - Elenco dei membri

Haiti:
Ministero del Commercio e dell'Industria - Registro del commercio elettronico (in francese)

Honduras:
Camera di commercio e industria (in spagnolo); Direzione esecutiva delle entrate - verifica del codice di identificazione fiscale (RTN) (in spagnolo); Appalti di uffici statali (ONCAE) - Ricerca di fornitori (in spagnolo)

Ungheria:
Ministero della Giustizia - Servizio di informazioni societarie ed elettroniche (in ungherese); Banca nazionale ungherese - Registro dei servizi finanziari e vigilanza delle società quotate alla Borsa di Budapest

Islanda:
Directorate of Internal Revenue - Company Directory (in islandese)

India:
Ministry of Corporate Affairs - Find Company / LLP

Indonesia:
Ministry of Industry - Industrial Company Directory (in Indonesian); Ministero del Commercio - Elenco aziendale; Camera di commercio e industria indonesiana (KADIN) (in indonesiano); Indonesia Charter bus – Trasporti

Iran:
Portale ID nazionale delle persone giuridiche (in persiano); Gazzetta ufficiale (RRK) (in persiano); Gazzetta ufficiale (Dastour) (in persiano); Gazzetta ufficiale (in persiano) - Guida per trovare vecchi documenti di gazzetta; Teheran - Camera di commercio e industrie e miniere di Teheran - Directory commerciale (in persiano)

Iraq:
Ministero del Commercio - Registrar of Companies in Iraq; Baghdad - Camera di commercio - Ricerca di aziende (in arabo); Erbil - Camera di commercio e industria - Elenco ditte

Irlanda:
Ufficio registrazione imprese - Ricerca aziende; Companies Registration Office - Registry of Friendly Societies

Isola di Man:
Registro delle imprese dell'Isola di Man

Israele:
Ministero della giustizia - Israeli Corporations Authority; Ministero della giustizia - Israeli Corporations Authority (in ebraico); Ulteriori dettagli disponibili nell'estratto dell'azienda; Israel Securities Authority - Elenco delle società pubbliche; Ministero delle Costruzioni - Registratore degli appaltatori

Italia:
Registro delle imprese delle Camere di commercio italiane; Infoimprese (in italiano); Commissione Nazionale per la Società e la Borsa - Società quotate

Giamaica:
Ufficio del cancelliere delle imprese; Commissione per i contratti nazionali - Imprese appaltatrici registrate

Giappone:
Ministero dell'economia, del commercio e dell'industria - Ricerca di aziende (è richiesta la registrazione) (in giapponese)

Jersey, Isole del Canale:
Jersey Financial Services Commission - Registro delle imprese

Giordania:
Dipartimento di controllo delle imprese (in arabo); Ministero dell'industria e del commercio - Nomi commerciali; Centro di deposito titoli - Società per azioni pubbliche

Kazakistan:
Ministero della giustizia - Database di persone giuridiche; Comitato delle entrate statali - Persone giuridiche; Licenze aziendali

Kenya:
State Law Office - Registrar General; National Construction Authority - Registered Contractors

Kiribati:
Ministero del commercio, dell'industria e delle cooperative

Kosovo:
Ministero del commercio e dell'industria - Agenzia per la registrazione delle imprese

Kuwait:
Camera di commercio e industria del Kuwait - Ricerca di aziende (in arabo); Borsa del Kuwait - Società quotate

Kirghizistan:
Ministero della giustizia - Registro delle persone giuridiche (in russo)

Laos:
Ministero dell'Industria e del Commercio - Imprese registrate

Lettonia:
Registro delle imprese; Database di tutte le società registrate in Lettonia

Libano:
Autorità per lo sviluppo degli investimenti del Libano

Lesotho:
Ministero del commercio, dell'industria, delle cooperative e del marketing

Liberia:
Registro delle imprese della Liberia

Liechtenstein:
Office of Justice - Registro commerciale (in tedesco)

Lituania:
Registro delle persone giuridiche

Lussemburgo:
Registri delle imprese lussemburghesi (in inglese); Gazzetta ufficiale (Legilux) (in francese); Commission de Surveillance du Secteur Financier – Enti

Macedonia:
Registro centrale (in macedone); Commissione titoli e borsa - Registro delle società per azioni

Madagascar:
Consiglio di sviluppo economico del Madagascar - Elenco delle società; Direzione generale delle imposte (DGI) - Ricerca di soggetti passivi (è richiesta la registrazione) (in francese)

Madagascar:
Consiglio di sviluppo economico del Madagascar - Elenco delle società; Direzione generale delle imposte (DGI) - Ricerca di soggetti passivi (in francese)

Malawi:
Ministero della giustizia e degli affari costituzionali - cancelliere generale

Malesia:
Commissione delle società della Malesia; Labuan - Labuan Financial Services Authority

Maldive:
Ministero dello sviluppo economico

Mali:
Agenzia per la promozione degli investimenti (in francese)

Isole Marshall:
Amministratori marittimi e aziendali delle Isole Marshall

Mauritania:
Camera di commercio, industria e agricoltura (fare clic su "Répertoires des entreprises") (in francese)

Mauritius:
Ministero delle finanze e dello sviluppo economico - Dipartimento di registrazione delle imprese e delle imprese

Messico:
Secretariat of Economy - National Business Information Registry (SIEM) (in spagnolo); Secretariat of Economy - Ricerca per nome di azienda (in spagnolo); Secretariat of Economy - Sistema integrato di gestione del registro (SIGER) - elenco di tutti i registri commerciali statali e municipali (in spagnolo); Istituto messicano di proprietà industriale - Ricerca per nome commerciale (in spagnolo); Registro dei fornitori e appaltatori (RUPC) (in spagnolo); ProMéxico - Elenco degli esportatori (in spagnolo)

Micronesia:
Registrar of Companies - Elenco delle società FSM

Moldavia:
Camera delle licenze; Ministero della giustizia - Camera di registrazione statale (in rumeno); Ministero della giustizia - Registro statale delle organizzazioni senza scopo di lucro (in rumeno); Servizio fiscale statale - Ricerca di soggetto passivo (in rumeno) - ricerca per numero di identificazione unico (IDNO); Servizio fiscale statale - Elenco dei soggetti passivi (in rumeno)

Monaco:
Registro del commercio e dell'industria (in francese)

Mongolia:
Autorità generale per la registrazione statale

Montenegro:
Registro centrale delle entità aziendali; Borsa valori del Montenegro - Ricerca società

Montserrat:
Commissione per i servizi finanziari (non ricercabile)

Marocco:
Central Trade Registry (OMPIC) (abbonamento richiesto) (in francese); Central Trade Registry (OMPIC) (in francese); Autorità dei mercati finanziari (CDVM) - Società quotate; Casablanca - Registro del commercio (in francese); Fez - Registro del commercio (in francese); Marrakech - Registro del commercio (in francese); Meknès - Registro del commercio (in arabo); Oujda - Registro del commercio (in arabo): Rabat - Registro del commercio (in francese); Salé - Registro di commercio (in francese); Tangeri - Registro di commercio (in francese)

Mozambico:
Bollettino della Repubblica (in portoghese)

Myanmar:
Directorate of Investment and Company Administration

Namibia:
Autorità commerciale e della proprietà intellettuale

Nauru:
Registrar of Corporations

Nepal:
Office of Company Registrar

Paesi Bassi:
Registro delle imprese - Ricerca di società (è richiesta la sottoscrizione) (in olandese)

Caraibi Paesi Bassi:
Bonaire Commercial Register; Registro di commercio di Sint Eustatius e Saba

Nuova Zelanda:
Companies Office - Ricerca di aziende, amministratori o azionisti

Nicaragua:
Ministero dello sviluppo, dell'industria e del commercio (in spagnolo); General Revenue Service (DGI) - Ricerca aziendale (in spagnolo); Direzione generale degli appalti pubblici - Ricerca di fornitori (in spagnolo)

Niger:
National Institute of Statistics - Directory of Companies (in francese)

Nigeria:
Commissione Affari corporative; Bureau of Public Procurement - Registered Contractors

Niue:
Companies Office of Niue

Norvegia:
Brønnøysund Register Center - Company Register (in norvegese); Centro di registrazione di Brønnøysund - Annunci aziendali; Agency for Public Management and eGovernment - Elenco delle società (in norvegese); Autorità di vigilanza finanziaria - Registro delle entità

Oman:
Ministero del Commercio e dell'Industria - Cerca elenchi di aziende; Camera di commercio e industria dell'Oman - Elenco di commercio

Pakistan:
Commissione per i titoli e gli scambi del Pakistan - Ricerca nome società

Palau:
Office of the Attorney General - Registrar of Corporations

Palestina:
Ministero dell'Economia Nazionale - Registro delle imprese

Panama:
Registro pubblico di Panama (è richiesta la registrazione) (in spagnolo); Panadata (in spagnolo)

Papua Nuova Guinea:
Autorità per la promozione degli investimenti - Ricerca di entità

Paraguay:
Ministero delle finanze - Ricerca di soggetti passivi (in spagnolo); Sottosegretario alla tassazione statale (SET) - controllo del numero di identificazione fiscale ( RUC ) (in spagnolo); Direzione nazionale degli appalti pubblici - Ricerca di fornitori (in spagnolo)

Perù:
Soprintendenza nazionale dei registri pubblici (SUNARP) (in spagnolo); Soprintendenza nazionale dell'amministrazione fiscale (SUNAT) (in spagnolo); Agenzia di vigilanza per i contratti statali (OSCE) - Ricerca di fornitori (in spagnolo)

Filippine:
Dipartimento del commercio e dell'industria - Sistema di registrazione del nome commerciale

Polonia:
Ministero della giustizia - Registro del tribunale nazionale (in polacco); Ministero dello Sviluppo - Registrazione centrale e informazioni sulle imprese; Ufficio statistico centrale - Registro nazionale delle imprese (in polacco)

Portogallo:
Portale dei cittadini - Ricerca di aziende (in portoghese); Ministry of Justice - Entity Search

Qatar:
Ministero del Commercio e degli Affari - Dipartimento di controllo delle imprese ( Hukoomi ) (è richiesta la registrazione ); Camera di commercio e industria del Qatar - Elenco società; Autorità del Centro finanziario del Qatar - Registro pubblico

Romania:
Ministry of Public Finance - Ricerca aziendale (in rumeno); Ministero della giustizia - The National Trade Register Office (ONRC) (registrazione richiesta) (in rumeno); Ministero della giustizia - The National Trade Register Office (in rumeno); Autorità di vigilanza finanziaria (in rumeno); Borsa di Bucarest - Elenco delle aziende

Federazione Russa:
Servizio fiscale federale - Registro statale unificato delle persone giuridiche (in russo); Classificazione nazionale delle imprese e delle organizzazioni (in russo)

Ruanda:
Ufficio del cancelliere generale (ORG); Ruanda Autorità delle entrate - contribuenti registrati IVA

Saint Kitts e Nevis:
Commissione di regolamentazione dei servizi finanziari - Registrar of Companies (registrazione obbligatoria); Commissione dei servizi di regolamentazione finanziaria di Nevis

Santa Lucia:
Registro delle imprese e della proprietà intellettuale (ROCIP); Registro delle imprese internazionali e dei trust internazionali (Pinnacle)

Saint Vincent e Grenadine:
Ufficio del commercio e della proprietà intellettuale

Samoa:
Samoa Business Registry

San Marino:
Registro delle imprese

São Tomé e Príncipe:
Ministero della Giustizia - Registro delle imprese

Arabia Saudita:
Ministero del commercio e dell'industria (in arabo); Autorità generale per gli investimenti dell'Arabia Saudita - Ricerca di licenza (in arabo); Riyadh - Camera di commercio e industria di Riyad (in arabo); Jeddah - Camera di commercio e industria di Jeddah - Elenco società

Senegal:
Ufficio di supporto alla creazione di imprese

Serbia:
The Serbian Business Registers Agency (in serbo); Central Securities Depository and Clearing House; Commissione titoli - Registro delle società pubbliche (in serbo); Banca Nazionale di Serbia; Elenchi di fornitori di servizi finanziari

Seychelles:
Registro delle imprese delle Seychelles (solo società onshore); Autorità dei servizi finanziari delle Seychelles

Sierra Leone:
Ufficio dell'amministratore e del cancelliere generale

Singapore:
Autorità di regolamentazione e contabilità aziendale - Ricerca di entità; Inland Revenue Authority of Singapore - GST Registered Business Search; Autorità monetaria di Singapore - Elenco delle istituzioni finanziarie

Slovacchia:
Ministero della Giustizia - Registro delle imprese

Slovenia:
Registro delle imprese sloveno (è richiesta la registrazione), Amministrazione finanziaria - Elenco delle persone giuridiche imponibili (in sloveno); Central Securities Clearing Corporation; Securities Market Agency - Elenco delle società pubbliche

Isole Salomone:
Registro delle imprese delle Isole Salomone

Sudafrica:
Commissione delle società e della proprietà intellettuale (CIPC)

Corea del Sud:
Start-Biz Online (in coreano); Amministrazione delle piccole e medie imprese (in coreano); Corte suprema - Registro (in coreano); Servizio di vigilanza finanziaria - Deposito dei documenti societari della Corea

Sudan del Sud:
Ministero della Giustizia - Registro delle imprese

Spagna:
Central Mercantile Register (Registro Mercantil Central) (RMC) (è richiesta la sottoscrizione); Associazione dei registri immobiliari e commerciali spagnoli; Commissione nazionale per il mercato dei valori mobiliari ( Comisión Nacional del Mercado de Valores ) - Ricerca per entità (in spagnolo)

Sri Lanka:
Dipartimento del Registro delle Imprese

Sint Maarten:
Camera di commercio e industria di St. Maarten

Sudan:
Ministero della giustizia - Dipartimento registrazioni commerciali (in arabo) [407]

Suriname:
Camera di commercio e industria

Swaziland: governo

Svezia:
Companies Registration Office (Bolagsverket); Autorità di vigilanza finanziaria - Ricerca di società quotate (Börsinformation); Autorità di vigilanza finanziaria - Registro delle società

Svizzera:
I registri delle imprese svizzeri sono organizzati a livello cantonale; Ufficio federale del registro di commercio - Central Business Names Index (Zefix); Gazzetta ufficiale del commercio

Tagikistan:
Comitato fiscale - Registro delle persone giuridiche (in russo)

Tanzania:
Agenzia delle registrazioni e delle licenze delle imprese (BRELA)

Thailandia:
Ministero del Commercio - Dipartimento per lo sviluppo aziendale

Timor Est:
Institute for Business Support – Enterprises; Registro dei servizi e verifica della società (non ancora ricercabile) (in portoghese); Gazzetta ufficiale (in portoghese)

Tonga:
Ufficio dei registri delle imprese

Togo:
Centro di avvio delle imprese (in francese)

Tunisia:
Registro del commercio (in francese); Agenzia per la promozione dell'industria e dell'innovazione - Elenco delle imprese industriali

Turchia:
Unione delle camere e scambi di merci in Turchia - Gazzetta del registro del commercio turco; Central Registration System (MERSİS) ( registrazione richiesta ) (in turco); Turkish Standards Institution - Ricerca società; Adana - Camera di commercio di Adana - Ricerca per nome commerciale; Aksaray - Camera di commercio di Aksaray (in turco); Bursa - Camera di commercio e industria di Bursa - Ricerca di aziende associate; Gaziantep - Camera di commercio di Gaziantep - Cerca membri (in turco); Istanbul - Camera di commercio di Istanbul; Konya - Camera di commercio di Konya - Elenco società (in turco); Mersin - Camera di commercio di Mersin (in turco) [431]

Isole Turks e Caicos:
Commissione servizi finanziari - Registro delle imprese (non ricercabile)

Trinidad & Tobago:
Registro delle imprese; Commissione titoli e cambi Trinidad e Tobago - Società registrate, privati ​​e titoli

Uganda:
Uganda Registration Services Bureau; Registro dei fornitori

Ucraina:
Centro risorse per le informazioni sulle imprese statali (in ucraino); Servizio fiscale statale - Ricerca commerciale (in ucraino); Servizio fiscale statale - Registro dei contribuenti (in ucraino); Servizio fiscale statale - Registro dei contribuenti fissi (o singoli) (in ucraino); Commissione statale per la regolamentazione dei mercati dei servizi finanziari - Sistema informativo integrato (in ucraino); Commissione statale per la regolamentazione dei mercati dei servizi finanziari - Altri registri (in ucraino); Ministero della Giustizia - Registro unificato delle organizzazioni civiche (in ucraino)

Emirati Arabi Uniti:
Ministero dell'Economia - Ricerca per nome commerciale, Autorità degli strumenti finanziari e delle materie prime - Dettagli dell'azienda

Abu Dhabi - Dipartimento di Sviluppo economico - Ricerca per nome commerciale

Abu Dhabi - Abu Dhabi Business Centre - Ricerca di licenze commerciali

Abu Dhabi - Camera di commercio e industria di Abu Dhabi - Elenco commerciale

Abu Dhabi - Autorità di registrazione del mercato globale di Abu Dhabi

Abu Dhabi - Borsa valori di Abu Dhabi - Società quotate

Ajman - Camera di commercio e industria - Ricerca commerciale

Ajman - Camera di commercio e industria - Ricerca industriale

Ajman - Ajman Free Zone - Directory

Dubai - Dipartimento di Sviluppo Economico - Ricerca per nome commerciale

Dubai - Camera di commercio e industria di Dubai - Directory commerciale

Dubai - Mercato finanziario di Dubai - Società quotate

Dubai - Autorità dei servizi finanziari di Dubai - Registro pubblico

Dubai - Dubai International Financial Centre - Directory clienti

Dubai - Dubai Freezone Airport - Directory

Dubai - Jebel Ali Free Zone - Directory clienti

Dubai - Dubai Internet City - Elenco dei partner

Dubai - Dubai Knowledge Village - Elenco dei partner

Dubai - NASDAQ Dubai - Società quotate

Fujairah - Camera di commercio e industria - Elenco società

Fujairah - Fujairah Free Zone - Elenco società

Ras Al Khaimah - Autorità di investimento di Ras Al Khaimah

Sharjah - Camera di commercio e industria della Sharjah - Elenco società

Sharjah - Hamriyah Free Zone - Directory

Sharjah - Sharjah Airport Free Zone International - Investor Directory

Umm al-Quwain - Camera di commercio e industria (in arabo)

Regno Unito:
Companies House - Cerca Aziende; Autorità di condotta finanziaria - Registro dei servizi finanziari

Stati Uniti:
Commissione statunitense per i valori mobiliari e gli scambi - Ricerca di documenti aziendali

Alabama:
Segretario di Stato dell'Alabama

Alaska:
Dipartimento del commercio, della comunità e dello sviluppo economico dell'Alaska

Arizona:
Commissione Arizona Corporation

Arkansas:
Segretario di Stato dell'Arkansas

California:
Segretario di Stato della California

Colorado:
Segretario di Stato del Colorado

Connecticut:
Segretario dello stato del Connecticut

Delaware:
Segretario di Stato del Delaware

Florida:
Segretario di Stato della Florida

Georgia:
Segretario di Stato della Georgia

Hawaii:
Dipartimento del commercio e dei consumatori (DCCA)

Idaho:
Segretario di Stato dell'Idaho

Illinois:
Segretario di Stato dell'Illinois

Indiana:
Segretario di Stato dell'Indiana

Iowa:
Segretario di Stato dell'Iowa

Kansas:
Segretario di Stato del Kansas

Kentucky:
Segretario di Stato del Kentucky

Louisiana:
Segretario di Stato della Louisiana

Maine:
Segretario di Stato del Maine

Maryland:
Dipartimento di valutazione e fiscalità dello stato del Maryland

Massachusetts:
Massachusetts Segretario del Commonwealth

Michigan:
Dipartimento di Licensing and Regulatory Affairs

Minnesota:
Segretario di Stato del Minnesota

Mississippi:
Segretario di Stato del Mississippi

Missouri:
Missouri Sottosegretario di Stato

Montana:
Segretario di Stato del Montana

Nebraska:
Segretario di Stato del Nebraska

Nevada:
Segretario di Stato del Nevada

New Hampshire:
Segretario di Stato del New Hampshire

New Jersey:
Dipartimento del Tesoro del New Jersey

Nuovo Messico:
Commissione per la regolamentazione pubblica del New Mexico

New York:
Segretario di Stato di New York

Carolina del Nord:
Segretario di Stato della Carolina del Nord

Nord Dakota:
Segretario di Stato del Nord Dakota

Ohio:
Segretario di Stato dell'Ohio

Oklahoma:
Segretario di Stato dell'Oklahoma

Oregon:
Segretario di Stato dell'Oregon

Pennsylvania:
Segretario del Commonwealth della Pennsylvania

Rhode Island:
Segretario di Stato del Rhode Island

Carolina del Sud:
Segretario di Stato della Carolina del Sud

Sud Dakota:
Segretario di Stato del South Dakota

Tennessee:
Tennessee Sottosegretario di Stato

Texas:
Segretario di Stato del Texas

Texas:
Controllore dei conti pubblici del Texas

Utah:
Divisione delle corporazioni e codice commerciale dello Utah

Vermont:
Segretario di Stato del Vermont

Virginia:
Commissione della State Corporation

Washington - Segretario di Stato di Washington

Virginia dell'ovest - Segretario di Stato della Virginia dell'Ovest

Wisconsin - Dipartimento delle istituzioni finanziarie del Wisconsin

Wyoming - Segretario di Stato del Wyoming

Registri distrettuali / territoriali:
District of Columbia - Department of Consumer and Regulatory Affairs - Corporations Division ( registrazione richiesta ); Guam - Dipartimento delle entrate e delle imposte - Filiale di licenze e registrazioni generali (non ricercabile); Isole Marianne Settentrionali - Dipartimento del Commercio - Registrar of Corporation (non ricercabile); Puerto Rico - Dipartimento di Stato di Puerto Rico - Ricerca corporativa; Isole Vergini americane - Divisione di corporazioni e marchi

Uruguay:
Agenzia per lo sviluppo del governo elettronico e della società dell'informazione e della conoscenza (AGESIC) - Imprese incorporate ( e-Diario ) (in spagnolo); Ministero dell'industria, dell'energia e delle miniere - Elenco delle imprese industriali (in spagnolo); National Institute of Statistics - Directory of Micro, Small and Medium Enterprises (in Spanish); Ricerca ufficiale della gazzetta (in spagnolo) (è richiesta la registrazione); Agenzia statale per gli acquisti e gli appalti - Ricerca di fornitori (in spagnolo); Istituto per la promozione degli investimenti e delle esportazioni - Elenco degli esportatori (in spagnolo)

Uzbekistan:
Il registro statale uniforme delle imprese e delle organizzazioni è gestito dal comitato statale della Repubblica di Uzbekistan sulle statistiche (in Uzbek)

Vanuatu:
Vanuatu Financial Services Commission

Venezuela:
National Procurement Service (RNC) - Ricerca di appaltatori governativi registrata (in spagnolo); SENIAT - controllo del codice di identificazione fiscale (RIF) (in spagnolo); Supreme Tribunal of Justice - Official Gazette (in spagnolo); Servizio autonomo di registri e notai (in spagnolo)

Vietnam:
Ministero della pianificazione e degli investimenti - Agenzia per la registrazione delle imprese; Ministero della Pianificazione e degli investimenti - Ricerca su gazzetta elettronica; Ministero delle finanze - Dipartimento generale delle imposte - Elenco dei contribuenti (in vietnamita)

Yemen:
Ministero dell'industria e del commercio (in arabo)

Zambia:
Agenzia di registrazione brevetti e aziende; Zambia Revenue Authority - Taxpayer Search

Zimbabwe:
Dipartimento per gli affari, le società e la proprietà intellettuale

Scopri di più

Il registro europeo delle imprese: European Business Register (EBR)

L'European Business Register (EBR) è una rete di registri commerciali tenuta dalle autorità di registrazione nella maggior parte dei paesi europei.

La BERS fa parte dell'approccio pienamente integrato della Commissione europea nella legislazione intesa a realizzare regolamenti per promuovere mercati finanziari trasparenti e facilitare la libera circolazione delle società.

La BERS è servita come punto di partenza per il progetto di interoperabilità del registro delle imprese in tutta Europa (BRITE) che ha sviluppato una soluzione di interoperabilità BRIS per i registri delle imprese per interagire in tutta l'Unione europea.

BRIS consente di ottenere società ufficiali comparabili informazioni dai paesi collegati alla rete.

La BERS è attualmente composta da 26 partner e fornisce informazioni sulla società da 25 paesi europei.

Tra gli altri, il registro delle imprese europeo contiene osservazioni su:
- nome legale di una società
- sede legale
- persone che rappresentano la società (amministratore delegato, consiglio di amministrazione, titolari di proxy)
- eventuale capitale sottoscritto.

Numerose truffe circolano offrendo l'inclusione nel registro delle imprese europeo a fronte del pagamento di una tassa nascosta, ma non si riferiscono al registro ufficiali.

L'inclusione nel registro delle imprese europeo è gratuita e la maggior parte avviene automaticamente registrando una società in uno dei paesi partner.

Scopri di più

Il Legal Entity Identifier: LEI

Il Legal Entity Identifier (LEI) è unico identificatore globale di soggetti giuridici che partecipano transazioni finanziarie. Conosciuto anche come codice LEI o numero LEI, il suo scopo è di aiutare a identificare le persone giuridiche in un database globale.

Le persone giuridiche sono organizzazioni come società o entità governative che partecipano a transazioni finanziarie. Una singola persona non può ottenere un codice LEI.

L'identificatore viene utilizzato nelle segnalazioni normative ai regolatori finanziari e tutte le società e i fondi finanziari devono disporre di un codice LEI.

L'identificatore è formattato come un codice alfanumerico di 20 caratteri basato sullo standard ISO 17442 sviluppato dall'International Organization for Standardization (ISO). Si collega alle informazioni di riferimento chiave che consentono l'identificazione chiara e unica delle persone giuridiche che partecipano alle transazioni finanziarie.

Ogni LEI contiene informazioni sulla struttura della proprietà di un'entità e quindi risponde alle domande di "chi è chi" e "chi possiede chi". In poche parole, il pool di dati LEI pubblicamente disponibili può essere considerato come un elenco globale di partecipanti al mercato finanziario.

Esistono numerosi emittenti di codici LEI in tutto il mondo che emettono e mantengono gli identificatori e fungono da interfacce primarie della directory globale, in genere si tratta di scambi finanziari o fornitori di dati finanziari.

Questi sono accreditati dalla Global Legal Entity Identifier Foundation (GLEIF) per il rilascio di LEI.

La specifica tecnica per LEI è ISO  17442.

Un LEI è costituito da una stringa alfanumerica di 20 caratteri, con i primi quattro caratteri che identificano l'unità operativa locale (LOU) che ha emesso il LEI.

I caratteri 5-18 sono la stringa alfanumerica univoca assegnata all'organizzazione dalla LOU. Gli ultimi due caratteri sono cifre di checksum.

Anche il codice LEI di un'entità segue le specifiche tecniche ISO, il codice LEI di per sé non fornisce alcuna informazione preziosa, ma viene utilizzato solo per identificare in modo univoco ogni persona giuridica.

La GLEIF (Global Legal Entity Identifier Foundation) non emette direttamente identificatori di entità legali, ma delega questa responsabilità alle unità operative locali (LOU).

Questi emittenti LEI forniscono servizi diversi.

Le unità operative locali possono avere prezzi e velocità di emissione LEI diversi per i servizi di registrazione che offrono. Il codice LEI può essere ottenuto da un paio d'ore a giorni o settimane, a seconda del fornitore di servizi. GLEIF è responsabile del monitoraggio della qualità dei dati LEI e dell'integrità del sistema LEI.

È anche possibile registrare un codice LEI tramite agenti di registrazione LEI.

Gli agenti di registrazione LEI lavorano a stretto contatto con i LOU per facilitare il processo di registrazione LEI e generalmente offrono un servizio di registrazione LEI più veloce rispetto ad alcuni LOU. Ad esempio, è possibile ricevere un codice LEI dagli agenti di registrazione ufficiali GLEIF in poche ore.

Scopri di più

ISO 9362

La ISO 9362 definisce un formato standard di codici identificativi aziendali (noto anche come SWIFT-BIC, BIC, SWIFT ID o codice SWIFT) approvato dall'International Organization for Standardization (ISO).

Scopri di più

Identificatore della legislazione europea

L' identificatore della legislazione europea (ELI) fornisce, tra l'altro, una soluzione per identificare e accedere in modo univoco alla legislazione nazionale ed europea online.

Scopri di più

Lista di standard ISO

L'Organizzazione internazionale per la normazione (in inglese International Organization for Standardization, abbreviazione ISO, è la più importante organizzazione a livello mondiale per la definizione di norme tecniche.

Ha il suo quartier generale a Ginevra in Svizzera, e i suoi membri sono gli organismi nazionali di standardizzazione di 164 paesi del mondo.

L'ISO coopera strettamente con la Commissione elettrotecnica internazionale (IEC), responsabile per la standardizzazione dei dispositivi elettrici ed elettronici, e con l'Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU) per quanto riguarda le norme tecniche nell'ambito delle telecomunicazioni.

Dalla sua nascita fino al 2019, l'ISO ha sviluppato 22 683 norme tecniche internazional

Scopri di più

Comitato europeo di normazione

Il Comitato europeo di normazione (Comité européen de normalisation in francese, European Committee for Standardization in inglese), meglio noto con l'acronimo CEN, è un ente normativo che ha lo scopo di armonizzare e produrre norme tecniche europee (ENs, European Norms; singolare = EN, European Norm) in collaborazione con enti normativi nazionali e sovranazionali quali per esempio l'ISO.

Scopri di più

Marchio di conformità

Il marchio di conformità è un contrassegno apposto su prodotti e servizi per indicare che il bene o servizio cui è conferito ha raggiunto gli standard qualitativi prefissati dall'ente certificatore, ovvero è "conforme" a tali standard.

Scopri di più

Data Mining

Il data mining è il processo di scoperta di modelli in grandi set di dati che coinvolgono metodi all'intersezione di sistemi di apprendimento automatico, statistiche e database.

Scopri di più

Data Warehouse

In informatica, un data warehouse (DW o DWH), noto anche come un enterprise data warehouse (EDW), è un sistema utilizzato per la rendicontazione e l'analisi dei dati, ed è considerato un componente fondamentale di business intelligence.

Scopri di più
Logo