Investigazioni per studi legali

Investigazioni in materia doganale e del commercio internazionale

Le cosiddette frodi “carosello”.

Investigazioni in materia doganale e del commercio internazionale


La somma stratosferica di 1.260 miliardi di euro, destinati ai 28 paesi dell’unione europea, risulta scomparsa in 8 anni, tra il 2009 ed il 2016.


Tale massa di danaro è costituita dalle somme che avrebbero dovuto essere incassate dalle autorità fiscali dei paesi europei sottoforma di IVA.

50 miliardi di euro annui sono imputabili alle cosiddette frodi “carosello”: facendo fittiziamente circolare beni e servizi all’interno dell’Unione, con il concorso di società “cartiere” (il cui unico compito è quello di produrre fatture fasulle, senza provvedere al versamento effettivo dell’IVA di competenza), si consente al beneficiario finale di poter portare in compensazione l’importo di tale IVA, tenendo nelle proprie casse il relativo importo anziché versarlo, come dovuto, allo stato.