Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali

Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali polinago

Oggi il termine “bonifica” ha acquisito una sua dimensione anche in ambito investigativo, allorquando si richiede l’intervento di un professionista per eliminare una infinita serie di interferenze nella propria sfera privata, privatissima o professionale, che, oggi, grazie a strumenti e tecnologie sempre più sofisticati e miniaturizzati, vengono continuativamente perpetrate.

Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali


Infatti, sempre più spesso, il compito dell’agenzia investigativa è quello di verificare, nei più svariati contesti di vita personale, personalissima, lavorativa e professionale, che la piena libertà di espressione, pensiero ed azione del cliente (persona fisica, azienda, etc.) sia totalmente esente dai rischi di “intercettazione”.


Quasi sempre operata con tecnologie sofisticatissime, subdole e, a volte, irriconoscibili, utilizzando diversi congegni che spaziano dalle microspie (con funzionamento a radio frequenza oppure GSM), alle microcamere e microregistratori.

Affrontando tali tematiche, risulta opportuno individuare diversi ambiti in cui l’attività di bonifica deve operare, e precisamente bisogna, innanzitutto, porre il problema della bonifica degli ambienti, nei quali può annidarsi l’interferenza da neutralizzare.

Con ciò intendendo ogni ambito, privato e pubblico, nel quale l’opera investigativa può realizzarsi.


I primi tentativi di realizzare un dispositivo d’intercettazione ambientale risalgono al secondo Dopoguerra, quando, l'inventore ed ingegnere sovietico Lev Sergeevič Termen o, Léon Theremin, (famoso per la creazione dell'omonimo "theremin", uno dei primi strumenti musicali elettronici), usando il proprio talento, perfezionò, un sistema di ascolto per lo spionaggio a distanza chiamato "Buran".

Questo sistema prevedeva l'uso di raggi infrarossi a bassa potenza, i quali potevano essere convogliati, per esempio, verso una finestra, ed erano in grado di reagire alle impercettibili vibrazioni del vetro causate dalla voce delle persone che, all'interno, stavano avendo una conversazione, per convertirle in segnale sonoro, svelando così all'ascoltatore indiscreto ciò di cui si stava parlando.

Lo stesso Lavrentij Berija, allora capo del KGB, utilizzò il "Buran" per spiare, a Mosca, l'ambasciata statunitense, quella inglese e quella francese. Infatti tale strumento adibito a captare conversazioni riservate fu commissionato dall’NKVD, ovvero il "Commissariato del Popolo per gli Affari Interni" (servizio di sicurezza interno russo).

Lo stesso inventore realizzò anche la prima "cimice" passiva, che sfruttava l'energia elettromagnetica indotta da alte frequenze radio per creare e trasmettere un segnale audio.

"La cosa", così come venne soprannominata, sfruttava un principio di funzionamento tanto semplice quanto efficace. Era costituita solamente da una membrana di captazione (cioè un microfono) solidale ad un'antenna, il tutto racchiuso in una sorta di piccola camera di risonanza acustica.

Da allora, con la creazione dei primi transistor, poi dei circuiti stampati e così via fino ai giorni nostri, la scienza tecnologica ha fatto molti progressi, regalando al mondo dello spionaggio preziose novità, come ad esempio le prime microspie RF (Radio Frequenza) e, successivamente, GSM.

Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali


Le bonifiche digitali, nell’ambito del controspionaggio, si differenziano dalle bonifiche ambientali in quanto si focalizzano su diverse tecniche di intercettazione, esaminando gli strumenti elettronici di uso comune che, ove hackerati, consentono l’attivazione da remoto delle periferiche, come ad esempio la fotocamera / webcam, il microfono, il sensore GPS, il Bluetooth e così via.

Rientrano in questa categoria dispositivi molto complessi che, cionondimeno, risultano molto semplici da usare: smartphone, laptop, tablet, computer desktop.

La loro facilità di utilizzo fornisce all’utente una sensazione di sicurezza, anche se potrebbero essere infettati da software spia o forzati da mani sapienti che, facendo leva sulle debolezze del congegno elettronico, sarebbero in grado di acquisirne il controllo da remoto.

Come per la tecnica alla base delle microspie classiche, anche le intercettazioni digitali hanno subito profonde innovazioni, ampliando l’offerta presente sul mercato a vantaggio dei costi d’acquisto ed allargando, di conseguenza, la platea di pubblico di riferimento.

Vi è, poi, il tema degli strumenti attraverso cui l’interferenza illecita si perfeziona e, in tale dimensione, va verificato quale ne sia, con esattezza, il raggio d’azione.


Da ultimo, si tratta di affrontare il tema del presidio che la bonifica deve vigilare e la durata dell’intervento.

Ciò è rilevante ai fini dell’opzione operativa assunta dalla soluzione adottata.

In altre parole, se sia necessario utilizzare alimentazione attiva, con le conseguenti limitazioni temporali, o se sia possibile “ancorare” il sistema di monitoraggio e bonifica ad una rete fissa, senza, con questo, alimentare sospetti.

Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali


Le attività di bonifica qui esaminate vogliono aiutare ad evitare il rischio di essere protagonisti “inconsapevoli” di un qualche genere di “Truman Show”, a disposizione di un pubblico ignoto e non invitato.


Infatti, cellulari, smartphone, telefoni fissi e tablet possono diventare gli strumenti che, utilizzati dalla cabina di regia nelle mani di sconosciuti, memori del regista Christof, il trascendente burattinaio del “Truman Show”, possono “registrare” la vita di ciascuno.

Inoltre, nella vita quotidiana, ovunque si debba andare, ormai quasi di default, coinvolgiamo il navigatore satellitare, assistenti digitali o App per la navigazione, che, come per Virgilio con Dante, "ci guidano, nell’inferno e nel purgatorio del traffico dei percorsi giornalieri".

Si cela tuttavia il rischio che questa tecnologia possa fornire le stesse indicazioni sui nostri spostamenti, senza il nostro consenso, a chi vuole monitorare i nostri itinerari.


Infine, altro profilo di rilevante efficienza potrebbe essere dato dall’utilizzo che può essere impresso allo strumento di intrusione, in modo tale che possa funzionare, a sua volta, quale contromisura di effetto uguale e contrario, nei confronti del soggetto che ha promosso l’intromissione, agendo in una sorta di contropiede.

Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali


È significativa l’evoluzione storica del termine bonifica nella storia.


Nel Medioevo, la bonifica richiamava il complesso di lavori e opere necessari per prosciugare e risanare, a fini produttivi e igienici, terreni che continuamente o periodicamente erano soggetti alla sommersione o all’invasione delle acque ristagnanti.

La zona bonificata, in questa accezione, è divenuta, anche oggi, un “marchio di fabbrica”: Esiste la Bonifica ferrarese, la Bonifica pontina, le Bonifiche Siele, etc.

In ambito militare e bellico tale termine contrassegna l’insieme di opere intese a liberare da mine terrestri, proiettili o bombe inesplose, campi minati o comunque zone che sono state teatro di operazioni di guerra.

In ambito di politica del territorio contraddistingue il complesso delle operazioni che mirano alla neutralizzazione dell’azione di aggressivi chimici (o di altre cause di grave inquinamento), passando attraverso il risanamento di terreni, di locali, di case, di persone colpite da materie inquinanti.

Esiste, nell’accezione comune, la bonifica dei siti inquinati, che consiste nel complesso dei trattamenti atti a decontaminare i terreni e le falde acquifere dalle sostanze nocive provenienti da attività umane (come accade nei casi di zone ad alta densità di insediamenti industriali) o ad eventi accidentali (per es., contaminazione di coste per fuoriuscite di petrolio dalle petroliere).

Nella sanità designa il complesso delle misure profilattiche sulle persone ed eventualmente sul terreno (disinfezione ed opere di risanamento) che si mettono in atto nella lotta contro le malattie endemiche ed epidemiche allo scopo di eliminare le fonti di contagio.

Da ultimo, in senso morale e religioso, contraddistingue l’azione diretta ad eliminare ciò che è ritenuto malsano e nocivo ai costumi di una società e/o alla fede professata ed, in genere, contrario ai valori da essa comunemente accettati.


In definitiva, ben si può affermare che, nell’epoca odierna, “fare una bonifica” comporta la volontà di ristabilire l’equilibrio “pristino” o auspicabile nei propri interessi professionali, personali o personalissimi.

Condizione alla quale ciascun individuo ed organizzazione ha il diritto di muoversi ed operare.

Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali più richieste Polinago

Bonifiche ambientali e digitali di veicoli: microspie, cimici e GPS
condividi
Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali
Bonifiche ambientali e digitali di veicoli: microspie, cimici e GPS Polinago

Premettendo che possiamo essere spiati mentre siamo in auto, dal momento che tale attività - a determinate condizioni - è stata considerata lecita anche dalla Suprema Corte.

Scopri di più
Bonifiche ambientali e digitali di immobili
condividi
Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali
Bonifiche ambientali e digitali di immobili Polinago

Oggi è possibile sapere tutto ciò che avviene all’interno di qualsiasi immobile (che sia la propria abitazione, la sede di svolgimento delle proprie attività lavorative, professionali ed economiche).

Scopri di più
Bonifiche di Smartphone, Tablet, Computer Desktop, Laptop
condividi
Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali
Bonifiche di Smartphone, Tablet, Computer Desktop, Laptop Polinago

Oggi, è diventato sempre più cogente il rischio di vivere in una costante atmosfera da “Truman Show”, a disposizione di un pubblico ignoto e non invitato.

Scopri di più
Bonifiche da "Jammer telefonici", "Laser Jammer", "Radar scrambler"
condividi
Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali
Bonifiche da "Jammer telefonici", "Laser Jammer", "Radar scrambler" Polinago

Tali dispositivi elettronici hanno lo scopo, offensivo, di disturbare frequenze GSM, radio e GPS, in quanto inibiscono e rendono inutilizzabili la maggior parte dei sistemi di comunicazione che, non essendo più in grado di trasmettere o ricevere segnali, “bendano” sostanzialmente la vittima, spesso ignara.

Scopri di più
Bonifiche da Software Spia, Ransomware, Trojan, Worm, Malware vari
condividi
Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali
Bonifiche da Software Spia, Ransomware, Trojan, Worm, Malware vari Polinago

Il pericolo, che ciascuno ha, di incappare in un software spia è diventato, oggi, esponenzialmente altissimo. 

Scopri di più
Bonifiche di intercettazioni telematiche da parte di "Hackers"
condividi
Bonifiche Ambientali, Tecnologiche e Digitali
Bonifiche di intercettazioni telematiche da parte di "Hackers" Polinago

La digitalizzazione ha, ormai, raggiunto ogni più dettagliato aspetto della vita di uomini, aziende, nazioni, trasformandosi in un fenomeno planetario.

Scopri di più